Nuovi arrivi

9788806234331

Honky Tonk samurai
di Joe R. Lansdale – Einaudi – 2017 € 13.50

La vita è cambiata e parecchio, per Hap e Leonard. Il loro vecchio datore di lavoro, Marvin Hanson, è diventato capo della polizia di LaBorde, e ha ceduto l’agenzia di investigazioni a Brett, la splendida infermiera rossa che ha conquistato il cuore di Hap. E se Leonard continua a lasciarsi e riprendersi con il suo compagno, John, Hap ha appena scoperto di avere, forse, una figlia di cui ignorava l’esistenza. In una sola cosa i due amici di una vita sono sempre gli stessi: “guai” è e resta il loro secondo nome. Così, quando una vecchia ed eccentrica signora chiede loro di ritrovare la nipote, scomparsa cinque anni prima senza lasciare traccia, Hap e Leonard si gettano a capofitto nelle indagini, scoperchiando un verminaio di corruzione e morte che li costringerà a combattere contro una masnada di motociclisti col vizio delle armi e delle metanfetamine, ma soprattutto contro il Distruttore, un misterioso e spietato killer che evira la sue vittime. Un’impresa pericolosa, per la quale dovranno chiedere aiuto a un bel po’ di amici: il giornalista Cason Statler, il detective cowboy Jim Bob Luke e la micidiale Vanilla Ride: tutti nomi che i fan di Joe Lansdale hanno imparato a conoscere e ad amare.

9788806230494

La sconosciuta
di Camilla Grebe – Einaudi – 2016 € 20.00

Jesper Orre, capo di una grande catena di abbigliamento, è il classico uomo dei sogni: torbido, affascinante, di classe. Emma Bohman, commessa in uno dei negozi del marchio, è innamorata di lui. La sua relazione con il ricco manager, però, si interrompe presto, ed Emma comincia anche a sentirsi minacciata. Pochi giorni prima di Natale, nell’elegante villa di Orre viene ritrovato il cadavere senza nome di una ragazza; del padrone di casa non c’è traccia. Dove è finito? Ma soprattutto, chi è la vittima? Del caso si occupano l’agente Peter Lindgren e la psicologa criminale Hanne Lagerlind-Schön; i due, che hanno già lavorato insieme, non avevano nessuna voglia di incontrarsi di nuovo. Con La sconosciuta Camilla Grebe mette a punto un congegno perfetto che si addentra nelle stanze piú inquietanti della psiche umana, genera tensione e sconvolge.

9788806233228

Bambini, ragni e altri predatori
di Eraldo Baldini – Einaudi – 2017 € 12.50

Bambini un po’ troppo curiosi scompaiono sulle pendici di un monte, forse abitato da piccoli esseri misteriosi. Un uomo che lavora in un Consorzio agrario riceve attenzioni troppo pressanti da parte dei vecchi genitori. Una bellissima Cenerentola dei nostri tempi tarda troppo a tornare a casa nella Milano della moda. Tranquilli pescatori vanno in cerca di cadaveri di turisti annegati. Un ragno enorme perseguita l’abitante di una casa, fino alla follia. Eraldo Baldini raccoglie in questo volume una galleria di racconti tra orrore e mistero.

9788806232177

Io sono Dot
di Joe R. Lansdale – Einaudi – 2017 € 17.50

Niente è stato facile per Dorothy «Dot» Sherman. Ma se mai c’è stata una ragazzina capace di prendere la vita e rivoltarla, be’, è lei. A diciassette anni, quando hai un padre uscito a comprare le sigarette e mai tornato, una madre buona a nulla, un fratellino re delle caccole e una sorella regolarmente gonfiata di botte dal marito, non sono molte le persone su cui puoi contare. Cosí Dot fa la cameriera sui pattini e si difende come può, anche menando le mani. Finché, un giorno, un tizio di nome Elbert, che dichiara di essere uno zio, si installa nella roulotte di famiglia. Per quel che ne sa Dot, Elbert potrebbe essere un serial killer – del resto qualche piccolo trascorso criminale ce l’ha – ma alla fine l’uomo si rivelerà il più sensato della famiglia. E, dopo anni di frustrazioni e delusioni, forse anche per Dot la ruota potrebbe girare.

9788806229245

Anime scalze
di Fabio Geda – Einaudi – 2017 € 17.50

Ercole Santià trascorre l’infanzia ricucendo gli strappi quotidiani della vita. Lui e sua sorella Asia tirano avanti a stento – con fantasia e caparbietà – insieme al padre, un personaggio tanto inadeguato quanto innocente; eppure, come tutti, crescono, vanno a scuola, s’innamorano. Finché, all’improvviso, ogni cosa attorno a Ercole inizia a crollare. Niente sembra in grado di fermare la slavina che lo sta travolgendo, nemmeno Viola, la ragazza che da qualche tempo illumina i suoi giorni. Convinto che quello di incasinarsi sia un destino scritto nel sangue della propria famiglia, è sul punto di arrendersi quando viene a sapere che la madre, di cui non ha notizie da anni, abita non lontano da lui. L’incontro con la donna lo metterà di fronte alla necessità di reagire compiendo una scelta drammatica. L’unica possibile, forse, se vuole cambiare il proprio destino e proteggere le persone che ama.
Scuola, lavoro e amore dettano il ritmo delle vite di Ercole e Asia. Insieme al padre, personaggio decisamente sui generis, compongono il nucleo familiare dei Santià. Sono proprio un bel trio, anche se un po’ scapestrato e sempre al limite della sopravvivenza. Pietro, il papà, è continuamente in giro per lavoro: trasporta merci per l’Italia e nel tempo libero aiuta al mercato rionale. Asia è il perno del trio. Gestisce cibo, soldi e casa. E poi c’è lui, Ercole, un diciannovenne innamorato perso di Viola. Immersi nella loro routine domestica e caotica, non si accorgono della tempesta in arrivo. A Ercole sembra che il karma abbia voltato loro le spalle e non rimanga nulla da fare che arrendersi. Eppure un’opzione esiste e ha le fattezze della madre. Dopo anni senza contatti, Ercole la deve incontrare. Dovrà anche essere capace di fare una difficile scelta. Questa è la sua unica opportunità per salvare chi ama e deviare il corso del proprio destino. Geda regala ai lettori una trama emozionante e personaggi memorabili. Crescita personale e affermazione di sé sono gli ingredienti base di “Anime scalze”.

9788806233365

Populismo 2.0
di Marco Revelli – Einaudi – 2017 € 12.00

Il populismo si è manifestato in forme molto diverse nel corso della storia, tra la fine dell’Ottocento e l’intero secolo breve; e anche oggi, la nuova disseminazione populista in Europa e negli Stati Uniti presenta differenze interne notevolissime, quelle che passano ad esempio tra la vittoria di Donald Trump e l’ascesa di Marine Le Pen. Ma un denominatore comune c’è: il populismo è sempre indicatore di un deficit di democrazia, cioè di «rappresentanza». Un deficit «infantile», per cosi dire, per i populismi delle origini, sintomo di una democrazia non ancora compiuta; e un deficit «senile», quando cresce il numero di cittadini che non se ne sentono più «coperti». Il populismo attuale – questa la tesi centrale del libro – è del secondo tipo: rappresenta una sorta di «malattia senile della democrazia». Il sintomo di una crisi di rappresentanza che si estende alla forma democratica stessa. È il segno più preoccupante del rapido impoverimento delle classi medie occidentali sotto il peso della crisi economica; ma anche della sconfitta storica del lavoro – e delle sinistre che lo rappresentarono – nel cambio di paradigma socio-produttivo che ha accompagnato il passaggio di secolo.

9788806233853

Gilead di Marilynne Robinson – Einaudi – 2017 € 12.00

Il pastore John Ames sarà morto quando suo figlio aprirà la lettera che gli sta scrivendo. Siamo nel 1956, John ha 76 anni e sente che la fine è prossima. Dieci anni prima ha incontrato l’attuale signora Ames, molto piú giovane di lui. La donna aveva sofferto molto: il pastore se ne innamorò e in lui la ragazza ha trovato conforto e assistenza. Ora sembra proprio che siano felici, sotto ogni punto di vista. Il vecchio padre sente che il figlio di sei anni non potrà mai veramente conoscere la sua storia. A Gilead, Iowa, la città che non ha mai lasciato, Ames inizia cosí a scrivere una specie di testamento, la storia della sua famiglia. Racconta di suo nonno, un uomo impegnato nelle lotte contro la schiavitù, del padre pacifista durante la guerra di Secessione. E poi si chiede: cosa ho imparato io da tutti voi?

9788806229245Lila di Marilynne Robinson – Einaudi – 2017 € 12.00

Lila viaggia leggera: un vestito, un veechio coltello arrugginito, e un bagaglio di ricordi e delusioni. Non ha mai avuto altro, Lila, nemmeno un nome, prima che, da bambina, una vecchia di passaggio gliene offrisse uno per pietà. Poi un giorno la misteriosa Doll, sfregiata in volto e nel cuore, diseredata a sua volta, forse una fuorilegge, raccoglie quel fagotto di pelle, ossa e sporcizia, lo avvolge nel suo scialle capiente, e lo porta via da quella casa senza amore. Per loro inizia una vita di vagabondaggio, fra i pericoli della strada sempre più arcigna dopo l’arrivo della Grande Depressione, e l’intimità gioiosa di due anime perse e sole che bastano a loro stesse. Lila cresce al fianco protettivo di Doll, madre e padre per lei, e legge, e religione, fino a che all’improvviso si ritrova sola al mondo, e la strada le mostra un’altra faccia. Quando il suo errare la conduce al villaggio di Gilead, è ormai una randagia incallita e diffidente, malata di solitudine. Nulla la può sorprendere, tranne forse l’uomo che incontra oltre la porta della chiesa dove si rifugia per sfuggire all’ acquazzone. John Ames sa parlare e sa ascoltare. È il vecchio pastore del paese, rispettato da tutti, da molti giudicato un santo. Il reverendo conosce bene la sofferenza, e ne riconosce in lei una gemella, e un’identica tensione alla verità, e molto altro ancora…

9788806233846

Casa di Marilynne Robinson – Einaudi – 2017 € 12.50

Glory Boughton ha trentotto anni qandò una delusione amorosa la riporta nella natia Gilead per occuparsi del vecchio padre e della consunta casa avita. Il fratello Jack ne ha qualcuno di più allorché, pochi mesi più tardi, bussa alla stessa porta in cerca di un approdo per il suo spirito tormentato. Le braccia del patriarca si aprono ad accogliere il più amato dei suoi otto figli, il più corrotto, il più smarrito. Ma il suo cuore e la sua mente faticano a fare altrettanto. Nella versione robinsoniana di quella che l’autrice definisce la più radicale delle parabole evangeliche – capovolgendo, come fa, le nozioni di merito e ricompensa -, l’accento cade sul momento successivo a quello della festosa accoglienza: il momento del perdono, della piena reintegrazione nella casa del padre, laddove il limite umano si fa più invalicabile. Il terzo romanzo di Marilynne Robinson ci ripropone un mondo familiare: l’immobile cittadina agraria di Gilead, “fulgida stella del radicalismo” nella sarcastica rivisitazione di Jack; la metà degli anni Cinquanta, con i loro scontri razziali e la loro sedata quiescenza; il venerabile pastore presbiteriano Robert Boughton, ormai troppo stanco, e i suoi due figli più interessanti, la dolente Glory e l’oscuro Jack. Stesso luogo, tempo, personaggi del precedente “Gilead”, dunque (compagno contiguo anziché sequenziale di questo “Casa”), ma diversa prospettiva a illuminare da un’altra angolazione più trascendente e insieme il più terreno dei temi: ‘nostos’, il ritorno a casa.

9788831726603 (1)

La storia delle api
di Maja Lunde – Marsilio – 2017 € 18.50

Tra passato presente e futuro, legate dal progetto di un rivoluzionario modello di alveare, le vicende di William, biologo inglese vissuto a metà dell’Ottocento, di George, apicoltore dell’Ohio che si affida alla tradizione per contrastare la misteriosa moria del 2007, e di Tao, giovane madre che, in un futuro non molto lontano, si dedica all’impollinazione manuale in una Cina dove le api e i colori sono ormai scomparsi, ripercorrono il rapporto tra l’uomo e la natura nel corso del tempo. Dall’Europa all’America, quel plico di preziosi disegni, racchiuso in un baule al seguito di una donna sola e appassionata, attraversa terre e secoli con il suo bagaglio di invenzioni e regole, depositario di una conoscenza, e di una speranza, da affidare alle generazioni che verranno. Custode di un sogno che deve diventare tale per tutti noi. “La storia delle api” è un romanzo epico nel quale, accanto al tema dell’equilibrio ambientale, sono i sentimenti che realmente muovono la nostra vita a determinare l’azione. L’amore soprattutto: per il coniuge, per i figli per cui desideriamo solo il meglio, per la scienza, per la propria passione.

9788877687067

La felicità è nel giardino. Cinquanta scrittori italiani che vi fanno da guida
di Guido Davico Bonino – Archinto – 2017 € 12.00

Il tema del giardino ha affascinato artisti (pittori e scultori) e scienziati (botanici e naturalisti) dall’antichità classica, all’Età moderna e a tutte le latitudini – dall’Europa alle civiltà orientali. Molti sono stati anche i prosatori e i poeti che ne hanno scritto. Quest’antologia propone le pagine più suggestive di autori italiani dal Duecento al Novecento. I grandi scrittori della nostra storia letteraria vi trovano il rilievo che meritano: il Dante del Paradiso terrestre, intravisto nel suo Purgatorio («Un’aura dolce, sanza mutamento/avere in sé, mi feria per la fronte. ..»); il Petrarca dell’esilio avignonese («Sotto questa volta io trascorro il meriggio, su per i colli il mattino, e la sera nei prati o nell’orto più alpestre…»); l’Ariosto del Furioso («Cantan fra i rami gli augelletti vaghi / azzurri e bianchi e verdi e rossi e gialli»); il Tasso della Gerusalemme («Deh, mira – egli cantò – spuntar la rosa / dal verde suo modesta e verginella, / che mezzo aperta ancora e mezzo ascosa, / quanto si mostra men, tanto è più bella»). L’elenco può continuare con Foscolo, Manzoni, Leopardi, Nievo, Verga, Pascoli, Svevo, D’Annunzio, e con una «grande famiglia» di cosiddetti «minori», che spesso sorprendono il lettore per la vivezza delle loro pagine.

9788845906091

Voci di Frederic Prokosch – Adelphi € 25.00

«In Voci, il mio libro di memorie, mi sono sforzato di cogliere la verità delle mie varie vittime, così come ho tentato di cogliere la fugace iridescenza delle mie farfalle. Ma, nello sforzarmi di cogliere quella verità, mi sono sorpreso a brancolare in un paesaggio di fantasmi meravigliosi, quel fregio sonnambolico di silhouettes erranti e di sfondi mutevoli che compone il nostro ‘passato’. Per essere veritieri, bisogna sempre mentire un poco, così come per mentire bisogna essere un poco veritieri. E il passato non risuscita che in un chiaroscuro onirico dove gioia e dolore diventano le maschere molteplici che celano i volti e le voci degli anni scomparsi per sempre, con il solo fine di riapparire in un nuovo camuffamento»

9788845931598

Scritti da Rodez
di Antonin Artaud – Adelphi – 2017 € 32.00

Nel settembre del 1937 Antonin Artaud venne arrestato a Dublino, dov’era andato per restituire agli irlandesi il Bastone di San Patrizio. Espulso come «straniero indigente e indesiderabile», sbarcò la settimana dopo a Le Havre già in camicia di forza, pronto per marcire in manicomio a tempo indeterminato. Nel febbraio del 1943, grazie agli sforzi del poeta Robert Desnos, venne trasferito nel territorio di Vichy e assegnato all’istituto di Rodez, diretto da Gaston Ferdière – vecchio sodale dei surrealisti parigini, poeta dilettante, seguace dell’arteterapia, nonché pioniere della «terapia per convulsioni elettriche», ovvero l’elettroshock. A Rodez, dove rimase sino al maggio 1946, dopo anni di silenzio Artaud ricominciò a scrivere, soprattutto lettere: agli amici – Jean Paulhan, Roger Blin, André Gide, Arthur Adamov -, alla madre, ai medici che lo avevano in cura, in particolare il dottor Ferdière, suo salvatore e suo aguzzino. Sono pagine incandescenti, dove Artaud parla della fame, delle privazioni che è costretto a subire e degli orribili effetti di spossessamento e torpore causati dagli elettroshock, ma non solo: parla di mistiche e di santi, di teatro e di poesia, della Alice di Carroll e dei libri di Guénon, del rifiuto della sessualità in nome dell’aspirazione a un’assoluta castità e dell’«affatturamento» di cui si ritiene vittima, della famiglia mitica che si è costruito e dei demoni che lo martirizzano. E soprattutto rivendica il suo essere un poeta veggente che anela – ed è un anelito tutt’altro che delirante – a una verità metafisica.

9788817093705

Le due teste del tiranno. Metodi matematici per la libertà di Marco Malvaldi – Rizzoli – 2017 € 18.00

Numeri, soltanto numeri, ma oltre c’è molto di più. “Le due teste del tiranno. Metodi matematici per la libertà” di Marco Malvaldi fa luce sulla vera natura della matematica, sui suoi illimitati confini che hanno a che fare con la storia e con la filosofia. Per questo i numeri conducono verso la libertà, più di qualunque altra scienza, più di ogni immaginario mondo sensoriale. La matematica così apparentemente severa e rigida, in realtà ha una flessibilità assoluta e rara che solo chi la conosce davvero può apprezzarla e arrivare a rivederne le strutture interne più inossidabili. Malvaldi si ispira così a grandi teoremi per affermare questa sua teoria e porta in campo i grandi filosofi come Imre Toth che sosteneva che la matematica è libertà e creazione di mondi che si avvicina quasi al divino. Esplorando e incrociando matematici e filosofi, “Le due teste del tiranno. Metodi matematici per la libertà” è un nuovo modo di esplorare l’universo, di conoscere la storia con occhi diversi. Così ogni cosa che abbiamo, anche la più semplice, si basa sulla matematica e sulle sue teorie, così Google lo dobbiamo, per esempio, al lineare teorema di algebra di Perron-Frobenius che con semplicità ci conduce verso un mondo astratto e complesso.

ae938e961f610a324c31509864d85541_w240_h_mw_mh_cs_cx_cy

L’ ultimo tocco di Lubitsch
di Samson Raphaelson – Adelphi – € 12.00

Fra le leggende del cinema spicca quella del “tocco di Lubitsch”: l’impronta, il sigillo che faceva sì che qualsiasi storia, toccata dalla mano di Lubitsch diventasse qualcosa di unico. Ma chi era Lubitsch? Questa testimonianza su di lui, pubblicata nel 1981 sul New Yorker, mai raccolta in un volume fino ad ora, appare pertanto preziosa e si potrà notare che “il tocco di Lubitsch” si è trasmesso, per uno strano processo di osmosi, anche all’amico e collaboratore Samson Raphaelson. Con una nota di Enrico Ghezzi.

f93a6e63d81cd0d6aada8b925e7c6943_w144_h_mw_mh_cs_cx_cy

Ewald Tragy. Racconto
di Rainer M. Rilke – Adelphi – € 12.00

Ewald Tragy è un «ritratto dell’artista da giovane», e in clima di fine secolo, opera di un Rilke giovanissimo e già compiutamente scrittore, che osserva come attraverso un potentissimo cannocchiale il momento del distacco dell’insofferente poeta Ewald Tragy dalla sua famiglia e delle sue prime esperienze nella vita indipendente, da artista, a Monaco.

9788845931666

La fioraia di Deauville e altri racconti
di Georges Simenon – Adelphi – 2017 € 10.00

I bizzarri, sgangherati e adorabili investigatori dell’Agenzia O inventati dalla penna noir di Georges Simenon ritornano in “La fioraia di Deauville”. Queste storie assolutamente cinematografiche sono giunte al terzo volume finora pubblicato in Italia e regalano squarci di Costa Azzurra e di grand hotel da cui si affacciano miliardarie in costume. L’agenzia O è un’agenzia di investigazione privata aperta da Torrence che non fa più parte della squadra del commissario Maigret. Il vero capo è infatti un giovane miope e dall’aspetto timido, Emile, che ufficialmente è solo il fotografo, ma in realtà è lui che risolve gli intrighi che di volta in volta si presentano. L’equipe è completata dall’ex borsaiolo Barbet e dalla segretaria Berthe. Il tono è sempre ironico, quasi gioioso e infatti ogni capitolo ha dei sottotitoli scherzosi. Tra Parigi, Deauville e il Belgio si svolge questo caso da risolvere dell’agenzia O. Ad aiutarli due personaggi della squadra di Maigret: Lucas, qui commissario della Polizia giudiziaria, e l’ispettore Janvier. Chi sarà il vero assassino? Tra incidenti, fiori, comiche, innamoramenti e ricche signore, La fioraia di Deauville è un altro romanzo del maestro Simenon in cui il brivido si sposa con la sua brillante ironia.

9788817093514

I guardiani
di Maurizio De Giovanni – Rizzoli – 2017 € 19.00

Antropologia, delitti e misteri si susseguono nel nuovo libro di Maurizio De Giovanni, I guardiani. Protagonista è Marco Di Giacomo, studioso appassionato e docente all’Università di Napoli in antropologia. L’ossessione di Marco per i culti precristiani lo conduce sempre in luoghi strani e sepolti della città e alle prese in giro di studenti e colleghi, ma la sua passione è così forte che la ricerca continua. Fino a quando il grande capo, l’emerito professor Boschetti, non gli chiede di accompagnare una giornalista tedesca nei luoghi più occulti e misteriosi della città per un reportage che vede la collaborazione dell’università. Di Giacomo accetta sebbene mal volentieri perché fare da guida ai giri turistici non è mai stato il suo forte e tantomeno se ad accompagnarli ci sarà anche sua nipote Lisi, una ragazzina indisponente. Il tour ha inizio, ma qualcosa di terribile emerge nell’oscurità delle gallerie napoletane: cadaveri, segnali strani che conducono ad un passato mai emerso. Forse qualcuno ha lasciato lì un messaggio per loro, forse quel giro nei sotterranei non avrà un esito positivo e allora l’unica missione di Marco sarà uscire sani e salvi da quella trama di misteri, portando con se la giornalista e la sua terribile e adorata nipote Lisi. In I guardiani di Maurizio De Giovanni ci troviamo di fronte a un noir archeologico e antropologico da brividi.