Nuovi arrivi

9788867002535

Uomo a mare di John Aldridge, Anthony Sosinski – Corbaccio – 2017 € 18.60

Sembra un film la storia di John Aldridge, ma non lo è. “Uomo a mare” dello stesso Aldridge e scritto a quattro mani con il suo compagno di avventure Sosinski è una storia vera e nulla scritto in questo racconto è frutto di invenzione. Siamo a largo del Connecticut, dove le acque sono gelide e scure e dove le aragoste sono il pane quotidiano. Nella notte del 24 luglio 2013, Aldridge e il suo socio Anthony Sosinski sono a bordo del loro peschereccio, molto lontano dalla riva. Mentre Sosinski sta dormendo sottocoperta, John cade in acqua, trasformando una nottata di lavoro in un incubo. Un uomo così può resistere al massimo diciannove ore e quando Anthony si rende conto che il suo compagno è caduto sono passate già diverse ore. A quel punto l’uomo dà immediatamente l’allarme e arrivano tutti i pescatori della zona, capitanati dallo stesso Sosinski nelle ricerche. La guardia costiera invece si impegna al massimo nelle ricerche impiegando tutti i suoi mezzi. Mentre è in corso questa ricerca affannosa e disperata, John Aldridge è lì, solo in mezzo al mare, e la sua grande forza è la capacità di tenere il controllo. La stanchezza è tanta e dopo molte ore il suo unico desiderio sarebbe quello di soccombere, cadere giù e lasciarsi andare dolcemente alla morte. Ma deve resistere perché sente che lo stanno cercado. La vera storia di Aldridge è quella di un naufragio e di un salvataggio senza precedenti. “Uomo a mare” regala emozioni di tutti i tipi, rendendo forte e vibrante ogni pagina.

9788815271518 (1)Dove finiscono le mappe. Storie di esplorazione e di conquista di Attilio Brilli – Il Mulino – 2017 € 16.00

Dopo aver approfondito i viaggi di istruzione e diletto, Attilio Brilli ci mette in contatto con un altro tipo di esperienza: il viaggio di esplorazione e conquista che nell’età moderna gli europei intrapresero, prevalentemente per mare, oltre i confini delle mappe del mondo conosciuto verso la scoperta di nuove terre: viaggi il cui fine erano sì la conoscenza e lo studio ma soprattutto la conquista e lo sfruttamento, quando non la rapina. America, Australia, Africa, India: nei libri e nelle relazioni di conquistadores e mercanti, letterati e negrieri, così come nel controcanto ironico dell’invenzione letteraria (con “Robinson Crusoe” e “Gulliver”), è scritta la secolare avventura, insieme affascinante e ignobile, del predominio europeo sul globo.

9788815271488

In viaggio con Leopardi
di Attilio Brilli – Il Mulino – 2017€ 13.00

Non fu un grande viaggiatore Giacomo Leopardi; uscì da Recanati per la prima volta a venti e rotti anni, e non soggiornò che nelle principali città: Roma, Bologna, Milano, Firenze, Pisa, Napoli. Ma la giovanile esperienza del «natio borgo selvaggio» colorò di aspettative i suoi viaggi: di desideri d’evasione e di inevitabili frustrazioni. Nel libro si descrive con maestria il quadro materiale del viaggiare (le carrozze, le soste alle locande, gli incidenti), e si rileggono le notazioni leopardiane, nelle quali l’acutezza dello sguardo riesce a cogliere in pochi tratti la fisionomia dei luoghi più diversi e l’indole degli abitanti, in quel sovrapporsi di immaginazione e realtà che caratterizza la sensibilità del poeta. Attilio Brilli è fra i massimi esperti della letteratura di viaggio. Tra i suoi numerosi libri pubblicati per il Mulino ricordiamo «Il grande racconto del viaggio in Italia» (2014), «Il grande racconto dei viaggi d’esplorazione, di conquista e d’avventura» (2015) e «Il grande racconto delle città italiane» (2016).

9788815271501

Quando viaggiare era un’arte. Il romanzo del Grand tour
di Attilio Brilli – Il Mulino – 2017 € 15.00

Nel Grand Tour, intrapreso per oltre due secoli da intellettuali e rampolli dell’aristocrazia europea, l’esperienza del viaggio diventa strumento di formazione. Si partiva per confrontarsi con l’ignoto, per «strofinare il proprio cervello contro quello degli altri», come diceva Montaigne, per conoscere le vestigia delle civiltà antiche. È della dimensione storica e letteraria del viaggio che trattano queste pagine, compresi gli aspetti materiali, tanto romanzeschi quanto misconosciuti, interrogandosi anche sul ruolo e il destino del viaggiatore nel mondo contemporaneo, quasi a verificarvi la perdita di un’affascinante occasione d’avventura intellettuale e di una nobilissima arte.

 

9788815271464

Diario persiano. Viaggio sentimentale in Iran
di Anna Vanzan – Il Mulino – 2017 € 15.00

… nel fast food «alla persiana», che imita il McDonald’s del «Grande Satana», fa sempre un certo effetto sbocconcellare un panino sotto lo sguardo corrucciato dell’ayatollah Khomeini; la sua immagine è appesa accanto alla lista delle bibite che prevede sempre la versione locale della Coca-Cola – la Zamzam, così chiamata in omaggio al pozzo omonimo che si trova alla Mecca. Il volo dell’Austrian Airlines si abbassa verso Teheran mentre la voce della hostess ricorda alle passeggere di coprirsi il capo in osservanza alle regole della Repubblica islamica d’Iran. Una ragazza iraniana si sistema il foulard intorno al viso sussurrando: lo odio… . Si apre così il diario di viaggio di un’orientalista da anni innamorata dell’Iran e della sua cultura. Se guardiamo oltre l’immagine stereotipata di un paese che vuole le donne sempre strette nel loro nero chador, l’Iran ci appare tutt’altro che chiuso e reazionario. La società, che nel pubblico finge sottomissione al regime, nel privato conduce una vita assai libera, tra feste, divertimenti notturni e una certa disinvoltura sessuale. Visitiamolo allora, nelle sue contraddizioni quotidiane, entrando nelle case, incontrando persone che ci sveleranno una realtà multiforme e straordinaria, inaspettatamente vicina ma ancora sfuggente allo sguardo occidentale. Anna Vanzan insegna Cultura araba nell’Università Statale di Milano. Ha vinto il premio alla carriera per la diffusione della cultura persiana in Italia assegnato dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo. Tra i suoi libri recenti «Le donne di Allah. Viaggio tra i femminismi islamici» (Bruno Mondadori, 2013), «Donne e giardino nel mondo islamico» (Pontecorboli, 2013), «Primavere rosa. Rivoluzioni e donne in Medio Oriente» (Libraccio, 2013) e, per il Mulino, «Gli sciiti» (2015).

 

e3be12dcover27052Galla Placidia di Giorgio Ravegnani – Il Mulino –

2017 € 11.50

Nella storia avventurosa di Galla Placidia (ca. 392-450) si rispecchia il dissolvimento dell’impero romano d’occidente. Figlia dell’imperatore Teodosio I, nel 410 fu presa in ostaggio dai Visigoti, condotta in Gallia, e maritata al re Ataulfo. Restituita alla corte di Ravenna, sposò il generale romano Flavio Costanzo. Morto questo, fu esiliata dal fratellastro Onorio. Riparò a Costantinopoli e rientrò in Italia al seguito di un esercito inviato dall’Oriente per deporre l’usurpatore insediatosi sul trono alla morte di Onorio. Divenuto imperatore il figlio Valentiniano in minore età, Galla Placidia si trovò ad esercitare il potere supremo, mantenendo poi anche in seguito una notevole influenza sulla vita politica. Giorgio Ravegnani insegna Storia medievale e Storia dell’Italia bizantina nell’Università Ca’ Foscari di Venezia. Con il Mulino ha da ultimo pubblicato «Bisanzio e le crociate» (2011), «La caduta dell’impero romano» (2012), «Il doge di Venezia» (2013), «La vita quotidiana alla fine del mondo antico» (2015), «Andare per l’Italia bizantina» (2016).

9788815270481

Andare per le abbazie cistercensi
di Carlo Tosco – Il Mulino – 2017 € 12.00

Nato in Borgogna all’inizio del XII secolo l’ordine cistercense ha promosso la fondazione di numerose abbazie in tutta l’Europa cristiana. Nel nostro paese ha trovato un terreno privilegiato, che ha favorito la costruzione di complessi monastici di grande bellezza, annoverati fra i vertici dell’arte e dell’architettura medievali. Ma ai cistercensi dobbiamo anche una grande opera di valorizzazione del paesaggio così come lo sviluppo e la bonifica di molti territori. Dal Piemonte alla Sicilia l’itinerario tocca i maggiori centri cistercensi in Italia: il primo, a Tiglieto vicino a Ovada, e molti altri fra cui Chiaravalle Milanese, San Galgano, Chiaravalle di Fiastra, San Martino al Cimino, per finire con l’abbazia palermitana di Santo Spirito. …la «piccola storia» delle abbazie s’intreccia sovente con la «grande storia» dei sovrani, dei papi, delle battaglie politiche e religiose che hanno segnato l’Italia medievale. Carlo Tosco insegna Storia dell’architettura al Politecnico di Torino. Con il Mulino ha pubblicato anche «Il paesaggio come storia» (2007), «I beni culturali» (2014) e «L’architettura medievale in Italia. 600-1200» (2016).