Novità religiose

 

9788856666328

A piedi nella notte. Camminare insieme verso casa 
di Andrea Tornielli, Domenico jr. Agasso – Piemme – 2018 € 14.90

C’è un affascinante pellegrinaggio notturno che si svolge ancora oggi, a quarant’anni dalla sua invenzione, da Macerata al Santuario di Loreto, ed è il più partecipato tra quelli che si svolgono in Italia. Nel 1978 furono 300 i giovani che s’incamminarono verso il Santuario, dove è venerata la Santa Casa di Nazareth, aderendo all’invito di un giovane sacerdote, don Giancarlo Vecerrica, poi diventato vescovo. Oggi la lunga marcia aggrega oltre 100.000 persone. L’appassionata narrazione dei vaticanisti Agasso e Tornielli ripercorre le origini e la storia dell’evento, le attese dei pellegrini, i piccoli miracoli e le grazie ricevute, le tante testimonianze raccolte durante il cammino. La pratica del pellegrinaggio, che da Abramo si distende nei secoli, è il segno del più vasto e universale muoversi dell’umanità. L’uomo appare nella storia come homo viator, un viandante assetato di nuovi orizzonti, affamato di pace e di giustizia, indagatore di verità, desideroso di amore, aperto all’assoluto e al mistero. I tanti ragazzi e ragazze, uomini e donne, molti anche non credenti, che ancora oggi si avviano sulla strada verso Loreto insieme a vescovi, sacerdoti e religiosi, testimoniano a tutto il mondo la parabola inesauribile della speranza.
L’andare a piedi nel XXI secolo è una testimonianza di libertà, di sobrietà e di fede nel Vangelo. Per questo da quarant’anni si svolge il frequentato pellegrinaggio notturno da Macerata a Loreto, il più partecipato tra quelli che si percorrono in Italia con 200.000 persone che partecipano ogni anno.
Il pellegrinaggio che da Abramo si distende nei secoli è il segno di un più vasto e universale muoversi dell’umanità. L’uomo, infatti, appare nella sua storia secolare come homo viator, un viandante assetato di nuovi orizzonti, affamato di pace e di giustizia, indagatore di verità, desideroso di amore, aperto all’assoluto e all’infinito. Una riflessione con le tante testimonianze di chi cammina per scelta etica e di fede e di chi ha compiuto in questi anni il pellegrinaggio notturno da Macerata al santuario di Loreto.

9788811602774

Di questi tempi. Un inno alla vita per riscoprire la gioia di ogni giorno 
di Alberto Maggi – Garzanti Libri – 2018 € 15.00

«Di questi tempi» oppure «al giorno d’oggi» sono espressioni che indicano ogni volta qualcosa di negativo, che si parli dei giovani come della politica, della famiglia o del lavoro. Si avverte spesso un rimpianto diffuso per i «bei tempi» andati, per un passato che è sempre più felice del presente, e che non ritornerà più, come la moda e le canzoni di una volta. Ma Alberto Maggi, con la sua gioia contagiosa, ci dimostra che questa nostalgia non ha ragion d’essere, e che invece si può e si deve vivere serenamente il presente e andare incontro fiduciosi al futuro. Perché infinite sono le piccole e grandi bellezze che costellano la nostra esistenza ma che troppo spesso ci ostiniamo a trascurare. Grazie alle riflessioni raccolte in questo libro, riscopriremo la voglia e la capacità di aprire gli occhi e il cuore, così da saper accogliere le novità come opportunità e non come pericoli.

9788828400011

Etica, giustizia e legalità
di Bruno Forte, Giovanni Legnini – Scholè – 2018 € 8.00

«Uno degli aspetti drammatici delle avventure ideologiche del Novecento è stato quello di separare l’anelito alla giustizia sociale dall’esercizio personale della virtù della giustizia: si è verificato così il paradosso di chi ha usato la violenza e l’ingiustizia con la pretesa di realizzare in tal modo una maggiore giustizia. Ed anche oggi uno dei segni di deterioramento del tessuto sociale sta nella crescente incapacità di vivere in modo giusto l’impegno per costruire una società più giusta per tutti. Lo stile della vita pubblica, specialmente in politica, è qui chiamato in causa, come anche l’azione volta a chiedere e dare lavoro, casa e dignità a tutti» (Bruno Forte)

dialoghi-filosofici

Dialoghi filosofici
di Moses Mendelssohn – Morcelliana – 2018 € 10.00

Quattro dialoghi che invitano a riflettere sul senso della vita, un alternarsi di voci che difendono la propria idea su Dio, sul mondo e sulla libertà o meno dell’uomo. Si presenta così questo testo di Mendelssohn, pubblicato nel 1755 in pieno clima illuminista, che nasce dall’intento di intervenire sulla “questione spinoziana”, di difendere i diritti della filosofia e di riabilitare quella tedesca dalle accuse francesi di astrattezza e pedanteria. L’autore celebra la capacità della metafisica tedesca di mostrare la verità delle idee di Dio, di Provvidenza e di anima. Dialoghi che hanno influenzato gli scritti di Kant, Lessing e Jacobi e che ancor oggi giovano alla filosofia che si ponga il problema del senso dell’esistenza.

MOSES MENDELSSOHN (Dessau 1729 – Berlino 1786), filosofo tedesco di origini ebraiche, nel 1754 si legò d’amicizia con Gotthold Ephraim Lessing, accostandosi alle posizioni dell’Illuminismo: fu Lessing che pubblicò anonimi i Dialoghi filosofici di Mendelssohn nel 1755. Nel 1763 vinse il premio dell’Accademia di Berlino per il miglior saggio di metafisica con lo scritto Sull’evidenza delle scienze metafisiche, prevalendo su Kant. Tra le sue opere si ricordano Sui principi fondamentali delle belle arti e delle scienze (1757) e Gerusalemme, o sul potere religioso e sul giudaismo (1783). Morcelliana ha pubblicato il suo Fedone. Sull’immortalità dell’anima in tre dialoghi, a cura di F. Tomasoni (20172)

9788831182553

Commentario all’ecclesiaste
di Pseudo Gregorio di Agrigento – Città Nuova – 2018 € 33.00

Un testo per lungo tempo creduto di Gregorio di Agrigento, di recente attribuito a Metrofane, metropolita di Smirne. In prima traduzione italiana. Questo dettagliato Commentario all’Ecclesiaste, attribuito per lungo tempo a San Gregorio Agrigentino, nella recente edizione critica del 2007 è presentato come dello Pseudo-Gregorio di Agrigento. Negli anni immediatamente successivi, la ricerca filologica ha permesso di identificare come suo autore Metrofane (T 912 ca.), metropolita di Smirne, già noto come uno degli avversari di Fozio. Nonostante l’evo bizantino inoltrato, Metrofane continua la tradizione esegetica dell’Ecclesiaste che risale a Origene e interpreta il testo sapienziale come «libro della fisica», ovvero libro della conoscenza della natura, per la cui meditazione l’uomo può liberamente determinarsi per il suo bene. Nel commento ai primi versetti dell’Ecclesiaste, Metrofane scrive che questo libro sapienziale tratta «dell’ordine e dello stato di quasi tutti gli enti e fenomeni della natura e inoltre anche della bontà o della malvagità della facoltà volitiva degli uomini» (I. 2).

9788893280457

Confessioni di un eretico 
di Roger Scruton – D’Ettoris – 2018 € 16.90

l libro di Roger Scruton è una raccolta di otto saggi, pubblicata in Inghilterra nel 2016. I temi spaziano dall’estetica artistica, agli animali, alla politica, al ballo, al futuro della tecnologia, alla conservazione dell’ambiente naturale, alla difesa della civiltà occidentale, alla morte. Scruton, anglicano, forse il massimo pensatore del conservatorismo anglosassone odierno, propone una riflessione ad ampio raggio da una prospettiva non-conformistica e “politicamente scorretta” sulla condizione dell’uomo occidentale di oggi, non limitandosi alla diagnosi ma anche proponendo “vie di uscita” originali.

9788833340166

Gesù al tempo di Facebook 
di Pietro Antonio Ruggiero – Siké – 2018 € 13.00

Quale rapporto c’è oggi tra la fede e i social media? In quale maniera i cristiani, e i cattolici in particolare, utilizzano i social media, non solo per parlare di cose inerenti la propria fede, ma più in generale? Come ci si pone di fronte ai milioni di dita puntati nei confronti dell’Altro? Come ci si pone nei confronti delle fake news? L’Autore, a partire dalla sua esperienza di pastore e predicatore, ha analizzato la maniera in cui i cristiani utilizzano i nuovi media e come e se questo utilizzo trova i suoi benchmark nel Vangelo. Il risultato è che il popolo di Dio quando si trasforma in popolo di facebook tende a uniformarsi alle cose del mondo piuttosto che ispirarsi alle cose di Dio. Il libro offre delle linee guida e un decalogo per aiutare i cristiani a utilizzare i social senza dimenticare il Vangelo.