Novità

 

9788893420488

Il ponte d’argilla 
di Markus Zusak – Frassinelli – 2018 € 20.00

«C’era una volta, nella marea del passato dei Dunbar, una donna che aveva molti nomi.» C’erano stati anche un nonno con la passione per i miti greci, una nonna e la sua macchina da scrivere, un pianoforte consegnato nel posto sbagliato, una ragazza con le lentiggini che amava le corse dei cavalli, e un padre che, dopo la morte della moglie, aveva abbandonato i suoi cinque figli: Matthew, Rory, Henry, Clay e Tommy. I fratelli Dunbar. Costretti a vivere soli, e a definire da soli le regole della propria esistenza. E quando il padre tornerà sarà Clay l’unico dei fratelli che accetterà di aiutarlo e costruire con lui un ponte, concreto e metaforico nello stesso tempo: lo farà per la sua famiglia, per il loro passato, per il loro futuro, per espiare le colpe, per affrontare il dolore. Lo farà perché lui è l’unico che conosce tutta la storia, e per questo è obbligato a sperare. Ma fino a che punto Clay potrà portare avanti la più difficile di tutte le sue corse? Quanti degli ostacoli che la vita gli ha posto davanti riuscirà a superare? Quanta sofferenza può sopportare un ragazzo?

9788845295706

Ponti non muri
di Giancarlo Ascari, Pia Valentinis – Bompiani – 2018 € 15.00

Ponti di pietra, ferro, legno, corda, di barche, di neve, di colori, di musica. Cinquanta ponti di tutto il mondo, da attraversare a piedi o usando l’immaginazione. I ponti sono un rammendo nel territorio sopra il troppo pieno, come l’acqua, o il troppo vuoto, come l’aria. Collegano i popoli, favorendo la comunicazione, oppure li dividono, facilitando l’aggressione di uno nei confronti di un altro. Sono oggetti stabili e fragili allo stesso tempo. Antiche leggende e tradizioni li raccontano e li eleggono a simboli di passaggio tra mondi lontani. Insomma, i ponti sono parte integrante del nostro paesaggio fisico e mentale, ma sono anche oggetti magnifici da disegnare. Questo è dunque un libro di ponti disegnati: grandi classici come il Ponte Vecchio, il Ponte Carlo, il Golden Gate, ma anche il filo precario teso tra le Twin Towers da un acrobata, un tesoro distrutto e ricostruito come il ponte di Mostar, una striscia di neve gelata tra i crepacci di un ghiacciaio. Ma è anche un libro di storie che passano sopra quei ponti: leggende, aneddoti, vite di chi li ha ideati, costruiti e attraversati.

9788845933134

«Arte» 
di Yasmina Reza – Adelphi – 2018 € 10.00

«Il mio amico Serge ha comprato un quadro» annuncia Marc, da solo in scena, ad apertura di sipario. «È una tela di circa un metro e sessanta per un metro e venti, dipinta di bianco. Il fondo è bianco, e strizzando gli occhi si possono intravedere delle sottili filettature diagonali, bianche». Subito dopo Marc viene a sapere dallo stesso Serge che il quadro bianco a righe bianche è stato pagato duecentomila franchi: cosa che Marc giudica grottesca, poiché secondo lui è «una merda». Un terzo amico, Yvan – che ha già abbastanza guai con i preparativi del suo matrimonio -, non prende posizione, venendo accusato dagli altri due di pusillanimità e doppiezza. Così, la serata che i tre decidono di trascorrere insieme si trasforma in un regolamento di conti, in un gioco al massacro: il quadro bianco a righe bianche diventa il rivelatore da cui affiorano a poco a poco nevrosi, risentimenti e rivalità, mentre le parole si fanno sempre più velenose, sempre più acuminate, fino a ridurre in macerie la fragile impalcatura di un rapporto fondato sull’egoismo, la vanità e l’ipocrisia. Yasmina Reza, di cui conosciamo la penna affilata e lo sguardo chirurgico, tocca in questa commedia nera vette di comica crudeltà, si diverte e ci fa divertire – perché ridiamo molto, anche se sempre più a denti stretti, a mano a mano che da sotto la maschera buffa del théâtre de boulevard vediamo spuntare la malinconia.

9788851164508

No exit 
di Taylor Adams – DeA Planeta Libri – 2018 € 17.00

È la sera del 23 dicembre, la bufera di neve del secolo infuria da ore, e la giovane Darby corre contro il tempo per raggiungere il capezzale della madre, in fin di vita a molte miglia di distanza. Ma nel parcheggio della stazione di servizio in cui è costretta a fermarsi, nel retro di un camioncino dai vetri parzialmente oscurati, Darby vede qualcosa che non avrebbe dovuto vedere. Qualcosa di tanto incongruo da farle sospettare di esserselo immaginato: una rosea manina infantile affacciata tra le sbarre di una gabbia per cani. Inizia così, con un dettaglio fuori posto nel mezzo di una notte che più bianca non si può, l’escalation destinata a trasformare una situazione ordinaria in un serrato susseguirsi di colpi di scena.

9788806239503

L’ arte di perdere 
di Alice Zeniter – Einaudi – 2018 € 22.00

Naïma si sente francese e non si è mai interrogata sul passato della sua famiglia. Per lei l’Algeria è una filastrocca incomprensibile cantata dalla nonna, i capelli ricci ereditati da suo padre, la schiera di zii e zie riuniti per i banchetti a base di couscous. Ma cosa significa che suo nonno era un harki ? E per quale motivo suo padre non ha mai voluto parlarle della sua infanzia? L’arte di perdere è la storia di un lungo silenzio e della volontà di colmarlo. Attraverso il ritratto indimenticabile di tre generazioni, Alice Zeniter canta l’amore di una famiglia prigioniera di un passato tenace e di una struggente voglia di libertà.
«L’arte di perdere ricompone i tasselli mancanti di una famiglia, raccontando in che modo – in un battito di ciglia – si può perdere l’equilibrio e finire dalla parte sbagliata della Storia».

9788806232306

Restare vive 
di Victoria Redel – Einaudi – 2018 € 18.00

Cinque amiche, una grande casa piena di ricordi e una speciale festa d’addio. Perché l’amicizia è il piú efficace antidoto agli sgambetti del destino. «Restare vive incanta, abbaglia, spezza il cuore e consolida una nuova, straordinaria voce nel panorama letterario internazionale. Grazie, Victoria Redel!» Michael Cunningham Le «Vecchie Amiche»: è cosí che in prima media Anna, Helen, Caroline, Molly e Ming hanno ribattezzato la loro alleanza. All’epoca quella definizione sembrava un ossimoro, il nome di un gruppo rock, il titolo di una serie poliziesca. Oggi, a diversi decenni di distanza, è la pura e semplice verità. Le cinque amiche hanno attraversato insieme una vita intera: figli, amori, sfide professionali. E quando Anna arriva all’ultima stagione di una malattia contro cui non vuole piú combattere, le altre le si stringono intorno per parlare, ridere e condividere scampoli di normalità sullo sfondo della sua casa tra le colline del Massachusetts. Consapevoli che anche dentro i finali piú tristi può celarsi una grazia inaspettata. Calibrando con maestria una scrittura precisa e vivissima, Victoria Redel prende le nostre paure piú grandi per trasformarle in speranza, consegnandoci, in forma di romanzo, un canto alla vita e al potere insondabile dell’amicizia.

9788806232597

Non c’è più tempo. Come reagire agli allarmi ambientali 
di Luca Mercalli – Einaudi – 2018 € 18.00

T come Tempo. Il tempo che inizia a mancare per comprendere che quella climatica e ambientale è un’emergenza della quale dobbiamo preoccuparci. Siamo un pezzo di natura, lo dice la scienza ecologica, e se la natura si degrada anche noi facciamo la stessa fine. Partiamo da dove posiamo i nostri piedi. Ogni secondo in Italia spariscono sotto cemento e asfalto 2 metri quadrati di suolo. Eppure il suolo è la nostra assicurazione sul futuro, per produrre cibo, per filtrare l’acqua, proteggerci dalle alluvioni, immagazzinare CO2. La sua perdita irreversibile è un grave danno per noi e per figli e nipoti. Tanto piú in epoca di riscaldamento globale che, inducendo fenomeni meteorologici estremi – alluvioni, siccità, ritiro dei ghiacciai e aumento dei livelli marini – minaccia il benessere dei nostri figli e nipoti. Eppure ci sono molti modi per risparmiare energia evitando di aggravare l’inquinamento atmosferico o per non sprecare inutilmente le risorse naturali che scarseggiano mettendo a rischio il futuro. Mercalli lo dice e lo scrive da oltre vent’anni, e propone qui un compendio di riflessioni, prendendo lezioni di metodo e di vita da Primo Levi.

9788804705987

Il fallimento della consapevolezza 
di Raffaele La Capria – Mondadori – 2018 € 18.00

“Io sono nato nel 1922 a Napoli, in una città che ha molti volti e che recita sé stessa; dove è ambigua, come in ogni recita, la linea di demarcazione tra vero e falso”: da qui prende le mosse questo viaggio a ritroso nel tempo. Con la leggerezza e la lucidità che lo contraddistinguono, La Capria accompagna il lettore alle origini della sua vita di scrittore, rievocando gli anni della formazione, la lotta ingaggiata per emanciparsi dagli stereotipi culturali imposti dalla città, l’insegnamento decisivo di Croce e la scoperta euforizzante di scrittori quali Proust, Musil, Kafka, Joyce, Faulkner, le cui tecniche compositive saranno d’ispirazione per i suoi futuri romanzi, su tutti Ferito a morte . Analizzando retrospettivamente la sua produzione, La Capria fa dono al lettore delle proprie idee sulla letteratura e sulla sua città, perché Il fallimento della consapevolezza è anche un libro su Napoli: ogni dettaglio che lo compone non fa che rendere saliente il controverso rapporto che lo scrittore intrattiene con essa. “In tutti i libri che ho scritto” ci ricorda, “c’è sempre questo dissidio, questo ‘poetico litigio’, tra me e la città, e il desiderio di svelarne l’anima nascosta, di ripensarla in modo da renderla presentabile, non con un maquillage superficiale, ma con una riscoperta della sua identità.” A completare questa raccolta, alcune lettere inedite tornate in possesso dell’autore il giorno del suo novantatreesimo compleanno: le scrisse tra il febbraio e il maggio del ’43, mentre era militare a Caserta, a Peppino Patroni Griffi. La Capria stesso, nel presentarle, è sorpreso dai sentimenti che a quel tempo lo dominavano. Scopriamo un ragazzo di buona famiglia inerme e ingenuo sopraffatto dalla durezza della vita militare e dal terrore di vedersi abbandonato dall’amico più caro, in un’epoca di grande incertezza, che di lì a poco si sarebbe conclusa con la fine della guerra. Attraverso la forma del memoriale, La Capria esplora il confine sottile tra verità e trasfigurazione narrativa, e dimostra che anche raccontando personaggi reali ed eventi realmente accaduti uno scrittore puro non può fare a meno di produrre letteratura.

9788845933172

Il rosa Tiepolo 
di Roberto Calasso – Adelphi – 2018 € 18.00

«Tiepolo: l’ultimo soffio di felicità in Europa. E, come ogni vera felicità, piena di lati oscuri, non destinati a scomparire, anzi a prendere il sopravvento. Riconoscibile dall’aria che spira senza ostacoli e senza sforzi, come non sarebbe più avvenuto dopo quella volta. In paragone con Tiepolo, la felicità di Fragonard è costruita operando tacite esclusioni. Mentre Tiepolo non esclude nulla. Neppure Morte, che viene accolta fra i suoi personaggi e non si fa troppo notare. La felicità che Tiepolo emana non necessariamente abitava in lui stesso. Può darsi che le abbia detto in molte occasioni di ripassare più tardi, perché al momento doveva finire un lavoro ed era in ritardo».

9788806237721

L’ euro. Come una moneta comune minaccia il futuro dell’Europa
di Joseph E. Stiglitz – Einaudi – 2018 € 14.50

L’Europa può ancora credere in una moneta unica? Si può uscire dallo stato di paralisi che sta vivendo il Vecchio Continente? L’euro si può salvare? Dopo aver spiegato come le misure promosse in questi anni, specie nei confronti dei paesi in crisi, abbiano ulteriormente aumentato il divario che separa le economie piú forti da quelle piú deboli, Stiglitz delinea tre possibili vie di uscita: riforme fondamentali e politiche economiche da imporre ai paesi membri; un abbandono controllato dell’esperimento dell’euro come valuta unica; oppure un coraggioso nuovo sistema definito «l’euro flessibile». Una spietata requisitoria contro l’Europa che ha adottato una moneta comune senza approntare le istituzioni per sostenerla, promuovendo un’integrazione economica che corre piú veloce di quella politica.

9788806238636

Tutto è possibile 
di Elizabeth Strout – Einaudi – 2018 € 12.00

La vita può lasciare senza fiato. Non solo quella di chi se n’è andato, come Lucy Barton, gettandosi ogni cosa alle spalle, ma tutta quanta la vita. Anche quella di chi è rimasto, la vita piccola e ordinaria della provincia americana, che nasconde emozioni impetuose sotto la cappa dell’immobilità. “Ci sono questi momenti illuminati dal sole, o dalla comprensione fra gli esseri umani, o semplicemente da un’allegria, l’idea che ci si può ammalare ma che si può anche guarire, all’improvviso capire qualcosa di più della vita, e accettarlo”. Queste parole di Annalena Benini sul “Foglio” descrivono bene dove sta la assoluta eccellenza della scrittura di Elizabeth Strout, fra piccole epifanie e grandi tragedie, debolezze umanissime e momenti di magnanimita di un cast di personaggi che gravita intorno a Lucy Barton, già incontrata da lettrici e lettori in Mi chiamo Lucy Barton. In questo nuovo romanzo, intessuto di racconti come e più di Olive Kitteridge, l’autrice ci offre una prova di maturità stilistica di toccante e riservata umanità.

9788806237608

Il silenzio è cosa viva. L’arte della meditazione 
di Chandra Livia Candiani – Einaudi – 2018 € 12.00

Nel mondo di Chandra, dove la parola è anche immagine e poesia, meditare è anzitutto stare fermi; sedersi e seguire umilmente e con pazienza il respiro, accoglierlo in silenzio, conoscere ma senza pensare. Meditare è seguire i movimenti della nostra mente smettendo di affaccendarci in azioni, pensieri, preoccupazioni per il futuro, ricordi del passato. Meditare non è fare il vuoto intorno a noi. Anzi: è non separare i mondi, non dividere quel che consideriamo spirituale da quel che riteniamo ordinario. E i gesti quotidiani di cucinare, lavare i piatti, telefonare, pulire, lavarsi, leggere, scrivere, possono diventare forme di preghiera. E’ insomma stare dentro noi stessi, dentro tutto ciò che siamo in quel momento, consapevolmente. Spesso si pensa che la soluzione al dolore, all’ansia e alla paura sia altrove, ma è nel dolore la soluzione del dolore (come nell’ansia e nella paura è la soluzione all’ansia e alla paura). Sentendolo, abitandolo, assaporandolo, diventa non più un estraneo, ma a poco a poco un ospite scomodo, irruente, tempestoso e infine in un pezzo di noi.

9788806239497

In principio, confusione e paura
di Aharon Reuveni – Einaudi – 2018 € 18.50

Allo scoppio della Prima guerra mondiale il progetto sionista entrò in crisi. Moltissimi ebrei insediati in Palestina provenivano dalla Russia e all’entrata in guerra dell’Impero ottomano a fianco degli Imperi centrali erano diventati dei nemici. Di fronte alla prospettiva di essere internati o spediti ai lavori forzati e di fronte alla paura di violenze e rapine, molti decisero di lasciare gli insediamenti e trasferirsi in Egitto o in America. Il romanzo di Reuveni, pubblicato nel 1919, racconta il bivio politico-morale-esistenziale di quanti dovevano prendere una decisione in quei giorni. Con personaggi in parte presi dalla realtà (Ben Gurion, Ben Zvi, Reuveni stesso) in parte di invenzione, come il contabile Tziprovitch, una delle grandi figure di «inetto» della letteratura del Novecento.
«SENZA LIBRI COME QUESTO LA GRANDE LETTERATURA ISRAELIANA NON SAREBBE MAI STATA QUELLO CHE È». Elena Loewenthal
Sono tante le voci di questa storia. Tante e variegate, l’una diversa dall’altra. E c’è una straordinaria capacità dell’autore di intrecciare il pubblico e il privato, di mostrarci angoli di vita intimi, di costruire dialoghi che pare di sentirli con le orecchie e vederli nei volti e nei gesti dei personaggi. È un realismo molto particolare, quello di Reuveni: se c’è una tesi nel romanzo, che ruota intorno a questo nuovo spaesamento generato da circostanze storiche in cui ancora una volta gli ebrei sentono la terra mancare loro sotto i piedi, è non meno vero che queste pagine sono avvincenti per la trama, per il formidabile disegno dei suoi personaggi, della città, dei suoi spazi esterni e interni. C’è in sostanza un attaccamento profondo e tenace alla realtà. E, soprattutto, alla complessità di una realtà piú inafferrabile che mai, in cui non è soltanto il futuro a essere incerto. A buon diritto, dunque, In principio, confusione e paura si inscrive nella categoria dei classici della letteratura ebraica moderna e contemporanea.

9788845933127

La ballata di un piccolo giocatore 
di Lawrence Osborne – Adelphi – 2018 € 18.00

Prima che uno scrittore, Osborne è un segugio, e quando torna sui luoghi dei suoi delitti letterari è perché sa che ad aspettarlo troverà un’altra storia. E infatti. Qui siamo a Macao, dove gli europei ancora si spingono per ogni tipo di azzardo, specie del genere più estremo. E dove Lord Doyle, con un capitale arraffato in patria, è certo che farà, al casinò, il colpo della vita. Sarà il baccarat a iniziarlo alle leggi del caso, che dai tavoli da gioco tracimeranno, sotto forma di maliose coincidenze, in tutte le ore delle sue stravaganti giornate. Così, per colpa di qualche serie sfortunata, Doyle potrebbe trovarsi in guai piuttosto seri, se una certa squillo non accorresse, in un mattino straniato e forse fatalmente conclusivo, a salvarlo. Solo che questa non è la fine, bensì l’inizio di un viaggio senza più mappe nel gioco, nel sesso e in altre meravigliose perdizioni. Che Osborne ci costringe, molto più che a leggere, a vivere insieme a lui.

9788867223626

Imagine John Yoko
di Yoko Ono – L’Ippocampo – 2018 € 39.90

Nel 1971 John Lennon e Yoko Ono fanno costruire uno studio al pianterreno dell’elegante dimora di Tittenhurst Park, da loro acquistata nel Berkshire. Lì concepiscono e incidono l’album “Imagine”, che sarà per Lennon il più acclamato della sua carriera, riconosciuto come il sincero autoritratto di un artista immenso. Nella scrittura dei testi è fondamentale l’influenza di Yoko Ono, il cui libro “Grapefruit” (1964) è stato alla base del brano che dà il titolo al disco, un immortale inno alla pace, alla speranza e al potere dell’immaginazione. Curato dalla stessa Yoko, “Imagine John Yoko” racconta la genesi, l’evoluzione e i retroscena del leggendario album attraverso i dialoghi di John e Yoko e i ricordi di chi c’era.  L’80% del materiale presente in questo libro è inedito: le immagini d’archivio, i manoscritti delle canzoni, gli artwork, i fotogrammi dei video rimasterizzati per l’occasione e le foto delle installazioni di Yoko Ono rivivono attraverso gli approfondimenti e le testimonianze di oltre quaranta tra amici, familiari, collaboratori, musicisti, artisti e fotografi: Julian Lennon, Klaus Voormann, Alan White, David Bailey, Dick Cavett… Il lettore si immerge nell’atmosfera dei luoghi che hanno visto nascere “Imagine” e scopre l’intimità della coppia John-Yoko, il loro legame emotivo e professionale in quel periodo di vulcanica creatività.  Con il suo messaggio di pace così attuale, “Imagine John Yoko” è un tributo monumentale a un duo artistico che ha lasciato il segno nella storia della musica. Si è parlato tanto della gestazione del brano, dell’album e del film “Imagine”. Ne ha parlato soprattutto chi non c’era. Sono quindi onorata che per la prima volta tanti testimoni abbiano accettato di “darmi un po’ di verità” con le loro parole e con le loro fotografie. (Yoko Ono Lennon, 2018)

9788836574773

Correre nei luoghi più belli del mondo. Ediz. illustrata
di Mathieu Le Maux, Nicolas Gardon – Touring – 2018 € 29.90

Praticare il running in alcuni dei luoghi più belli del Pianeta… un sogno che diventa realtà! Dedicate a tutti gli appassionati della corsa a piedi, 100 destinazioni per 100 avventure indimenticabili lungo tracciati e percorsi ai quattro angoli del mondo. Maratone, mezze e ultra, sentieri, strade bianche e asfalto sono le piste ideali per allenarsi o divertirsi, per sfidare i propri limiti o stabilire un nuovo primato personale. Dal ponte di Verrazzano a New York ai geyser dell’immenso Parco di Yellowstone, dal ghiacciaio Vatnajökull in Islanda alle sponde del lago Hovsgol in Mongolia.

9788838938283

Fate il vostro gioco di Antonio Manzini – Sellerio Editore Palermo – 2018 € 15.00

Rocco è a terra, tradito da Caterina che ha lasciato la questura di Aosta, abbandonato dagli amici, anima in pena si aggira per la città con la sola voglia di rapporti carnali e privi di senso. Si complica anche il suo legame quasi paterno con l’adolescente suo vicino di casa, Gabriele, perché nella storia irrompe finalmente la madre, Cecilia, un personaggio fragile, buio, contraddittorio. Questa volta il vicequestore Schiavone deve vedersela con una storia di ludopatia, di avidità. Andando su e giù da Aosta al casinò di Saint-Vincent distante una manciata di chilometri si scontra con le incongruenze di uno Stato che lucra sul fallimento di famiglie trascinate nel fondo del barile dal demone del gioco d’azzardo. Nonostante la complessità dell’indagine Rocco non dimentica e cerca di ricucire i rapporti coi suoi amici romani: Sebastiano è ai domiciliari, Furio e Brizio a malapena gli rivolgono la parola. Ma l’impresa è resa più difficile perché l’ombra di Enzo Baiocchi, catturato dalla polizia e diventato ormai un pentito, si allunga ancora sulla vita del vicequestore. Le sorprese che il destino ha in serbo per Schiavone non sono finite e le domande cui dare una risposta sono tante: che fine ha fatto Caterina? Per chi lavorava? E perché la procura riprende a indagare sulla morte di Luigi Baiocchi?
Fate il vostro gioco è un romanzo duro, inquietante, un noir ad altissima tensione.

9788815279545

Per sguardi e per parole 
di Patrizia Valduga – Il Mulino – 2018 € 12.00

Nella Cena in Emmaus di Caravaggio, esposta alla Pinacoteca di Brera, tutti guardano Gesù e Gesù ha gli occhi chini. È da questo non sguardo che comincia una riflessione prima sui poteri dello sguardo, e poi sui due sguardi, quello della ragione e quello del sentimento, che corrispondono alle due strategie, spesso in guerra fra loro, che la mente umana adotta per conoscere il mondo. Ma nella creazione artistica – sia essa un dipinto, una poesia, un romanzo – questi due sguardi trovano un miracoloso equilibrio. Un testo raffinato in cui poeti, scrittori, pensatori di ogni tempo sono convocati a portare la propria testimonianza.

9788809985421

Barcolana. Un mare di racconti 
di M. Gialuz, A. Mezzena Lona – Giunti Editore – 2018 € 38.00

Barcolana non è solo una regata. È un incontro di mondi sul mare, un incrocio di storie che viaggiano in barca a vela spinte dal vento. Ed è pure un rito collettivo che permette di capire le diverse anime di Trieste, città che sa pensare, scrivere, fare cultura, ma anche vivere e divertirsi. Il volume, a cura di Mitja Gialuz e Alessandro Mezzena Lona, ha chiesto a scrittori, giornalisti, disegnatori, artisti e sportivi di mettere a fuoco tutto questo. Per festeggiare i primi 50 anni della sfida sull’acqua, con tanta fantasia. Non serviva un libro che raccontasse soltanto la Barcolana. Quanto, piuttosto, un dialogo a più voci capace di interpretare e capire il rapporto forte e mesmerico tra l’uomo e il mare. Ma anche il ruolo del vento (e di un vento bizzoso come la Bora in particolare) nella vita delle persone e nelle regate; la presenza luminosa dei fari che scandiscono le notti come un metronomo; il legame tra due mondi all’apparenza lontanissimi, come il Nord e il Sud d’Europa, che non sono mai stati vicini come oggi. Così le firme di Paolo Rumiz e Claudio Magris, Mauro Covacich e Siri Jacobsen, Boris Pahor e Federica Manzon, Beppe Severgnini e Cristina Battocletti, Veit Heinichen, Claudio Grisancich e Miroslav Kosuta, oltre a quelle di molti altri autori, porteranno il lettore a navigare in un mare di storie in gran parte inedite scritte apposta per questo libro. Ma il viaggio di carta tocca anche i territori del fumetto, con Luca Enoc e Mario Alberti, e dell’illustrazione d’autore con Romeo Toffanetti, Davide Besana e Paola Ramella; guarda da vicino il mondo della vela ascoltando personaggi diventati ormai leggenda come Cino Ricci, Paul Cayard, Sir Ben Ainslie e Mauro Pelaschier; si ferma ad ammirare il lavoro degli artisti che hanno firmato negli ultimi anni i manifesti della regata triestina. Tre nomi su tutti: Michelangelo Pistoletto, Gillo Dorfles e Marina Abramovic. Barcolana significa anche sguardi mozzafiato firmati da grandi fotografi: Carlo Borlenghi, Franco Pace, Massimo Sestini. E, in tempi di social network e di selfie, non poteva mancare l’angolo dedicato agli internettologi, con i migliori scatti e le microstorie più originali lanciate sulle onde del web dal popolo della vela. Per dimostrare come un evento nato cinquant’anni fa non abbia mai smesso di aggiornarsi e di dialogare con la realtà, che cambia velocissima.

9788807173509

Orizzonti selvaggi. Capire la paura e ritrovare il coraggio i Carlo Calenda – Feltrinelli – 2018 € 16.00

Molte certezze che hanno accompagnato le ultime generazioni si sono sgretolate. In Occidente il passato recente è diventato sinonimo di sconfitta, il futuro di paura e il presente di ingiustizia. La ragione non sta solo nella velocità delle trasformazioni tecnologiche ed economiche, che per la prima volta ha superato la capacità della società di adattarvisi. La responsabilità è in gran parte della classe dirigente che, arrendendosi davanti alla rapidità del cambiamento, ha rinunciato a governarlo, rompendo così la relazione di fiducia con i cittadini. La tecnica ha sostituito la politica e travolto il pensiero, la cultura, l’identità e infine l’uomo. Per questo le forze populiste e sovraniste, che hanno ridato diritto di cittadinanza alle paure diffuse, vincono le elezioni e mettono in discussione i principi della democrazia liberale. La sfida per i progressisti non è esorcizzare la paura con gli slogan, ma comprenderla e affrontarla mettendo in campo un progetto per una democrazia che abbia l’obiettivo di tutelare i diritti e le libertà e di potenziare l’uomo e la società, anche attraverso l’azione di uno Stato capace di proteggere gli sconfitti e gestire le trasformazioni. Perché quella che è iniziata è una battaglia per la democrazia, e i progressisti la stanno perdendo per mancanza di visione, progetti e iniziativa politica. La Storia è tornata in Occidente. è un ritorno che spaventa, ma che al contempo può spingere nuovamente le persone a impegnarsi. Questo libro ricostruisce le ragioni della caduta dell’Occidente, analizza la consistenza delle paure globali e propone una visione e un progetto per affrontarle. Immergersi nelle inquietudini e definire i contorni dei nostri orizzonti selvaggi è il primo passo per ricostruire un pensiero politico credibile, capace di coinvolgere e mobilitare i cittadini. Perché “la paura ci accompagna sempre. In qualunque epoca, in qualsiasi mare. Capirla e dominarla è lo spirito del progresso. E il progresso è lo spirito dell’uomo”.
9788831743587Gauguin e gli impressionisti. Capolavori dalla Collezione Ordrupgaard. Catalogo della mostra (Padova, 29 settembre 2018-27 gennaio 2019). Ediz. a colori 
di A. Fonsmark, F. Mazzocca – Marsilio – 2018 € 35.00
Cézanne, Degas, Gauguin, Manet, Monet, Berthe Morisot, Renoir, Matisse: una strepitosa selezione di opere, conservate all’Ordrupgaard Museum a nord di Copenaghen, costituisce il fior fiore della collezione creata ai primi del Novecento dal banchiere, assicuratore, Consigliere di stato e filantropo Wilhelm Hansen e da sua moglie Henny, collezione che è considerata oggi una delle più belle raccolte europee di arte impressionista, e che, all’indomani del primo conflitto mondiale veniva valutata come «senza rivali nel nord Europa». In soli due anni, dal 1916 al 1918, Hansen riuscì a creare, grazie anche agli avveduti consigli di uno dei più importanti critici d’arte del momento, Théodore Duret, una collezione che il suo collega collezionista svedese Klas Fahraeus avrebbe descritto come la «migliore collezione impressionista al mondo». Il catalogo della mostra di questa collazione, nei suoi testi accurati, e gli apparati che accompagnano il percorso espositivo rappresenta uno strumento di approfondimento delle opere e della loro storia collezionistica che, in alcuni casi, si rivela complessa e singolare. Racconta l’affascinante vicenda che diede origine a questa incredibile raccolta ed è arricchito oltre che dalle schedatura di tutte le opere, dai saggi di Anne-Birgitte Fonsmark e Fernando Mazzocca, dalle introduzioni alle sezioni e cenni biografici di Elena Lissoni e dalle schede di Birgitte Anderberg, Thomas Lederballe, Anne Cathrine Wolsgaard Iversen e Anne-Birgitte Fonsmark.9788833310619Venti di protesta. Resistere ai nemici della democrazia
di Noam Chomsky, David Barsamian – Ponte alle Grazie – 2018 € 16.00La situazione globale è tremendamente confusa. Forse mai nella storia è stato così difficile comprendere ciò che sta accadendo, dove si stia andando. Per fortuna, è davvero il caso di dirlo, c’è Noam Chomsky: la sua voce, sempre pacata ma anche capace di stoccate formidabili, è un toccasana, una ventata di razionalità nel frastuono insensato che sembra circondarci. Nelle dodici interviste raccolte in questo volume, il grande linguista ci guida fra i temi più importanti del nostro presente: il terrorismo internazionale, l’ascesa delle destre populiste di qua e di là dall’Atlantico, la sempre convulsa situazione del Medio Oriente, il dramma dei profughi e l’«invasione» che starebbe subendo l’Europa… Senza mai atteggiarsi a «vecchio saggio» o a «maestro», Chomsky ci invita a usare la nostra intelligenza per capire il mondo di oggi (come solo i veri Maestri sanno fare) e per decidere cosa vogliamo per il mondo, ormai a rischio, del futuro. Perché, come sempre, è da noi che dipende. Vale la pena di fermarsi ad ascoltarlo.9788815279521

Molti inconsci per un cervello. Perché crediamo di sapere quello che non sappiamo di Paolo Legrenzi, Carlo Umiltà – Il Mulino – 2018 € 15.00

Per secoli, la mente umana è sembrata trasparente. Si sapeva che qualcosa sfuggiva al controllo della coscienza, ma si trattava di messaggi inviati dagli dèi. Poi, tutto cambia. Con Freud è l’inconscio che spiega l’origine e il significato dei sogni, ma anche le sviste e i lapsus della vita quotidiana. Un inconscio che tutti noi conosciamo, ma che non è l’unico. Incontreremo qui altri inconsci; quello, pervasivo, che chiamiamo cognitivo e che è l’esito dell’evoluzione naturale del cervello. E ancora: la mole enorme di informazioni che ci sommerge attraverso gli schermi dei nostri computer ha creato una sorta d’inconscio artificiale, fonte di trappole insidiose per il nostro giudizio. Conoscere i molteplici inconsci e capire come interagiscono significa smascherare i meccanismi che ci possono ingannare, e che ci illudono di essere più consapevoli di quanto in realtà siamo.

9788821110047

Il teatro della leggerezza. Libretti di sala 
di Paolo Poli – Marietti – 2018 € 9.50

La scrittura frammentaria, rapida e, nello stesso tempo, incisiva di questi libretti di sala rispecchia fedelmente gli spettacoli di Paolo Poli, il cui teatro è fatto di parodie di romanzi o di commedie dell’Ottocento e del primo Novecento. Capace di suscitare ilarità con una grazia lontana dallo snobismo, dalla pubblicità e dalla moda, egli si muove tra i capisaldi della morale Liberty (la mamma, la guerra e il sentimento), fruga tra i romanzi d’appendice, per esempio le opere di Carolina Invernizio, e porta in scena La Vispa Teresa per criticare l’ottocentesco, selvaggio «consumo di virtù». Poli avanza con disinvoltura «nel magazzino del ciarpame di casa nostra» e in quello dei suoi ricordi personali: i dischi a settantotto giri, il fez da balilla, il cinema muto, il tip-tap, l’oratorio delle monache, il teatro dei burattini e il settimanale a fumetti per ragazzi. Il segreto del suo fascino, ha scritto Natalia Ginzburg, «è proprio nella maniera nobile, civile e intelligente con cui tocca, esamina ed esprime la volgarità rimanendone pienamente immune». Perché non siamo mai tanto comici come quando ci prendiamo molto sul serio.

9788893254427

L’ artista della fuga
di Brad Meltzer – Fazi – 2018 € 15.00

Il suo corpo è stato trovato su un aeroplano misteriosamente precipitato dal cielo mentre lasciava una base militare segreta in Alaska. L’ufficiale comandante conferma: è morta. Anche il governo US conferma. Ma Jim “Zig” Zigarowski ha appena scoperto la verità: Nola è ancora viva. E sta fuggendo. Zig lavora alla base militare aeronautica di Dover, dove cerca di sistemare i corpi dei militari caduti nelle missioni segrete dell’esercito americano. Nola era un’amica della figlia di Zig, e una volta le aveva salvato la vita. Mentre scava nel suo passato, scopre che i problemi seguono Nola ovunque. Artista di guerra dell’esercito americano e soldato addestrato, durante la sua ultima missione Nola ha visto qualcosa che non avrebbe dovuto vedere, e che le ha fatto guadagnare un nemico: uno che farà di tutto per farla stare zitta. Insieme, Nola e Zig hanno due possibilità: svelare un gioco di prestigio ai più alti livelli del potere, oppure morire nel tentativo di smascherare il segreto più misterioso dell’esercito americano – una cospirazione che ha le proprie radici secoli prima e che arriva fino alla storia del più grande artista della fuga: Harry Houdini.

9788831728003

Oasis. Cristiani e musulmani nel mondo globale (2018) vol.26 
di Fondazione Internazionale Oasis – Marsilio – 2018 € 15

Perché questa è la vera questione del futuro (più del terrorismo)
“«Credere nella libertà è credere nella forza della religione» Dichiarazione degli ulema marocchini, febbraio 2017”
Il mondo musulmano s’interroga sul tema della libertà, tra le chiavi del
rinnovamento dell’Islam. Provocati prima dalle rivolte del 2011 e poi dall’ascesa del fondamentalismo violento, istituzioni islamiche e intellettuali musulmani hanno avviato una riflessione sul rapporto tra fede e libertà. Il numero presenta i protagonisti di questo dibattito e le lorposizioni, anche nel confronto con l’Occidente.
9788899997311Alì Pascià 
di Alexandre Dumas – Edizioni Theoria – 2018 € 16.00Nato come appendice al suo capolavoro, “Il conte di Montecristo”, così come avvenne a Manzoni di separare “La colonna infame” da “I promessi sposi” e farne un libro autonomo, “Alì Pascià” viene pubblicato per la prima volta sulle pagine del giornale napoletano “L’Indipendente”. Alexandre Dumas mescola qui cronaca e invenzione per raccontare l’ascesa e la caduta del despota Alì Pascià. Il protagonista «eroe nero designato come un Tiberio, un Caligola, un Nerone», come scrive Valerio Magrelli nel saggio introduttivo – è un uomo senza scrupoli, dotato di una ferocia illimitata e una sistematica slealtà nei confronti dei patti stabiliti con i nemici. Le sue azioni spietate offrono ancora oggi un’immagine efficacie del potere e dei suoi meccanismi. Dumas rimase affascinato a tal punto dall’avvincente storia di Alì Pascià, scritta dall’amico Mallefille, da decidere di crearne una propria versione, spinto anche dalla volontà di supportare i moti rivoluzionari che stavano per scoppiare in Albania. Il libro racconta così le vicissitudini di Alì, uomo avido di ricchezze e potere, e la sua vita, scandita da una serie continua di crimini e di trame segrete. Introduzione di Valerio Magrelli. Con un racconto di Mallefille Félicien Jean Pierre.
9788899997304L’ incognita
di Benito Pérez Galdós – Edizioni Theoria – 2018 € 16.00

“L’incognita”, romanzo epistolare del 1889, costituisce un punto fondamentale nella narrativa di Benito Pérez Galdós considerato il romanziere per eccellenza dell’Ottocento spagnolo. Egli fu un perfetto conoscitore del carattere ispanico e uno dei maggiori interpreti della storia del suo paese. Il romanzo è costituito dalle quarantun lettere che Manuel Infante, trasferitosi da Orbajosa a Madrid per svolgere la sua attività di deputato, scrive all’amico Equis X, rimasto in provincia, raccontandogli tutto ciò a cui assiste, ma soprattutto la vicenda della coppia Augusta Cisneros-Tomás Orozco e dei possibili amori della donna con Federico Viera. Nonostante si attribuisca il ruolo prima di testimone e poi di investigatore dei fatti, Infante non è sicuro di nulla e non riesce a scoprire nulla. È così coinvolto negli avvenimenti (ama o crede di amare Augusta) che la sua indagine gli permette solo di accumulare sospetti e di fare infinite supposizioni. Un morto, una verità da scoprire, un detective, indizi e tracce: questi gli ingredienti principali dell’avvincente romanzo di Pérez Galdós. Non solo un incredibile esempio di letteratura spionistica, ma un vero e proprio laboratorio sperimentale.
9788899997335L’ ussaro blu 
di Roger Nimier – Edizioni Theoria – 2018 € 18.00Il parigino Roger Nimier (1925-1962) è uno sconosciuto per il lettore italiano perché non rientra in alcuna delle categorie preconfezionate dalla critica. Fu monarchico, cattolico e reazionario ma sempre all’avanguardia sia come scrittore sia come rispettato consulente dell’editore Gallimard. Nimier fu il caposcuola dell’anticonformista corrente letteraria degli Ussari, che comprendeva Antoine Blondin, Jacques Laurent e Michel Déon. “L’ussaro blu” (1950) è il manifesto di Nimier: colto e profondo ma molto divertente, con personaggi indimenticabili come l’ussaro François Sanders, alter ego dell’autore. Spregiudicato nel linguaggio e nelle idee, questo romanzo di guerra conduce il lettore nella Germania nazista ormai sconfitta, al seguito degli Ussari francesi. Sperimentale nella costruzione a incastro di più voci, “L’ussaro blu” ha però l’obiettivo di inserirsi nella tradizione di Stendhal. Nimier intreccia magistralmente combattimenti, violenza, amore e morte. E la rivolta di Sanders non terminerà assieme al conflitto…
9788807173462L’ uomo bianco 
di Ezio Mauro – Feltrinelli – 2018 € 15.00

Il 3 febbraio 2018 a Macerata si consuma una strage: Luca Traini, ventottenne di Tolentino, impugna la sua Glock ed inizia a sparare contro tutte le persone di colore che incontra a Macerata. I feriti saranno sei e la giustificazione per il suo gesto molto semplice: il suo obiettivo era quello di vendicare Pamela Mastropietro, diciottenne scappata da una comunità di recupero e sfortunatamente incappata in Innocent Oseghale, spacciatore nigeriano, che l’ha fatta a pezzi e ne ha abbandonato il corpo lungo un fosso. Un caso isolato quello di Traini, ma non così tanto, perché gli episodi di razzismo folle e sanguinoso si moltiplicano giorno dopo giorno nel nostro paese, in un clima di totale terrore nei confronti della diversità vista necessariamente come negativa e corrotta da un popolo che non si sente adeguatamente tutelato. Un evento, quindi, che sembra destinato a ripetersi nel contesto attuale, permeato d’odio alimentato da una tecnologia che, purtroppo, dà voce a tutti. Ezio Mauro, giornalista italiano già direttore dei quotidiani La Stampa e la Repubblica, ricostruisce in questo reportage inedito la storia di Traini, vittima dei bulli da adolescente, costretto al precariato da uno stato che non tutela più il lavoro da adulto e, infine, radicalizzato in un’ideologia pericolosa sfociata inevitabilmente nella violenza.

9788815279590

Storia dei giardini. Dalla Bibbia al giardino all’italiana di Carlo Tosco – Il Mulino – 2018 € 18.00

Luogo di ricreazione e di svago, di ozio, di gioco, di piacere estetico, e inoltre: regno degli dèi, tempio a cielo aperto, angolo di paradiso, microcosmo simbolico, scuola di filosofi, scenografia del potere, teatro di rappresentazioni drammatiche e di concerti, attrazione turistica, sede d’istallazioni idrauliche, di sperimentazioni botaniche, di piante esotiche, di perfezionamento colturale, d’attività didattiche e sportive. Il giardino è tutto questo, e molte altre cose ancora. Il volume ne ripercorre la storia dalle origini fino al Quattrocento, esaminando i momenti cruciali di formazione e di sviluppo degli spazi verdi, e illustrandone gli aspetti sociali, religiosi, politici, architettonici, artistici e letterari.

9788843093519

Lupus in fabula. Fiabe, leggende e barzellette in Grecia e a Roma 
di Tommaso Braccini – Carocci – 2018 € 21.00

Che cosa raccontava la nutrice al piccolo Cicerone prima di metterlo a letto? Quali barzellette circolavano nelle botteghe dei barbieri di Atene? Nell’antichità, esattamente come oggi, nella vita di tutti erano presenti fiabe, facezie, fake news. Soltanto in pochissimi casi, tuttavia, questa “letteratura orale”, considerata triviale e poco seria, è riuscita ad approdare alla pagina scritta, e spesso solo sotto forma di allusioni. Non tutto è perduto, però: combinando filologia e folklore si può tentare di ricostruire questo capitolo dimenticato della vita degli antichi. Ad aiutarci saranno le storie che, dal Medioevo fino a oggi, rispecchiano i racconti popolari di Greci e Romani, con differenze altrettanto significative delle somiglianze. Seguendo così le tracce narrative del dio Pan e di un gatto diabolico, del poeta Archiloco e del bluesman Robert Johnson, di imperatori, lupi cattivi e molti altri ancora, il libro getta nuovi squarci di luce sull'”enciclopedia culturale” degli antichi e, contemporaneamente, ci permette di comprendere meglio la nostra.

9788821110108

Le parole necessarie. Tecniche della scrittura e utopia della lettura
di Giuseppe Pontiggia – Marietti – 2018 € 9.50

“Noi viviamo sotto la suggestione superstiziosa del linguaggio scritto. Apparentemente, la nostra è una società della comunicazione orale in cui c’è larga diffusione della televisione, della radio, del cinema. Ma in realtà noi non sappiamo molto parlare, e non sappiamo neanche molto scrivere. Prendiamo ad esempio gli intellettuali. Quando parlano sembrano libri stampati. Dunque non parlano. Non si servono della parola con energia e convinzione. Restano in una specie di vuoto pneumatico senza guardare in faccia l’interlocutore.”

9788807033148

I ragazzi hanno grandi sogni
di Alì Ehsani, Francesco Casolo – Feltrinelli – 2018 € 15.00

Alì ha tredici anni quando vede Roma per la prima volta. È tutto così imponente e ordinato, per lui che viene da Kabul. Ci ha messo cinque anni, ma finalmente ha coronato il suo grande sogno: è arrivato in Europa dopo aver dovuto dire addio, insieme al suo Paese, l’Afghanistan, ai genitori e al fratello, annegato nel Mediterraneo nel tentativo di raggiungere clandestinamente la Grecia dalla Turchia. Ma non c’è tempo per riposarsi: in realtà il viaggio è appena cominciato. Perché a Roma la gente è strana: parla una lingua che Alì non capisce, ha abitudini diverse e lo guarda come un alieno. È poco più che un bambino, eppure di lui notano solo che è povero, sporco, straniero. E allora bisogna crescere in fretta, integrarsi e combattere i pregiudizi. Ma dove trovare le forze? Gli addii si susseguono: ragazzi arrivati con lui dalla Grecia prendono la strada della criminalità o proseguono verso altre mete giudicate da “radio migranti” preferibili all’Italia. Alì è di nuovo solo, ma sa che non deve perdere l’occasione che la vita (e suo fratello, con il suo sacrificio) gli hanno in qualche modo regalato. Perciò studia, riga dritto, si impegna a capire gli altri nonostante pochi cerchino di capire lui, non perde mai il coraggio e l’ottimismo e, piano piano, senza mai smettere di sognare, ce la fa. Emozionante e piena di speranza, la storia di Alì ci parla anche di noi, del nostro mondo riflesso negli occhi di chi arriva in Italia in cerca di un futuro. E si fa storia universale, quella di un ragazzino, poi ragazzo, poi uomo, che cerca quello a cui tutti aspiriamo: l’amicizia, l’amore, l’accettazione. Insomma, un posto nel mondo.

9788842824886

Rischiare grosso. L’importanza di metterci la faccia nella vita di tutti i giorni
di Nassim Nicholas Taleb – Il Saggiatore – 2018 € 24.00

Con Il Cigno nero ha cambiato il mondo, ma ora Nassim Nicholas Taleb si prepara a rivoluzionare nuovamente il nostro pensiero con Rischiare grosso. Filosofo e matematico, lo scrittore si interroga su ciò che accade nella nostra contemporaneità, su come si stia radicalmente trasformando e su come incida sulla vita quotidiana dei cittadini. All’indomani della crisi economica, Taleb si guarda attorno, osserva l’andamento di politica, economia ed informazione e le trova alienanti, destrutturate, senza un obiettivo finale e il problema è proprio il rischio. Senza di esso non potremmo procedere e cambiare, trasformarci, dando aria ai nostri pensieri e alle nostre vite. Taleb richiama i grandi filosofi e attraversa la storia per spiegare come non si sia mai disposti a correre un rischio e poi ad accettarne le conseguenze. Se davvero ne fossimo capaci la nostra piccola quotidianità e anche l’economia mondiale andrebbero meglio. Chiamando in causa Annibale, Gesù Cristo e Kant come esempi positivi della sua teoria, Taleb ci riporta ad una dimensione differente delle cose, ci fa osservare il privato e il pubblico in uno stesso contenitore esistenziale e filosofico e ci fa considerare i problemi da un punto di vista completamente differente. Rischiare grosso di Nassim Nicholas Taleb è un saggio illuminante e un percorso a ritroso nella nostra storia.

9788831729857

La donna che morì due volte
di Leif G. W. Persson – Marsilio – 2018 € 18.00

Un pomeriggio di luglio il piccolo Edvin, dieci anni, suona alla porta del commissario Bäckström, suo vicino di casa, nonché suo idolo. Durante un’escursione in solitaria, invece dei funghi che stava cercando, sull’isola disabitata dove è stato depositato dal suo capo scout ha trovato un teschio umano con un foro di pallottola ben visibile sulla tempia. Per l’investigatore più furbo e cialtrone dell’intero corpo di polizia svedese si tratta di un importante ritrovamento dai chiari risvolti polizieschi: non resta che mettere in moto la sua fidata squadra per far luce su quello che ha tutta l’aria di essere un caso di omicidio. I primi riscontri riservano però una sorpresa: la vittima in questione risulta morta in Thailandia dodici anni prima, nello tsunami del dicembre 2004, il funerale celebrato, le ceneri disperse. A questo punto, la domanda diventa di ordine quasi filosofico: si può morire due volte? Dopo un’indagine in cui ricostruire la storia raccontata dalle tracce si rivela particolarmente complicato, Evert Bäckström dimostrerà di avere ancora il solito fiuto. E per una volta, in modo del tutto inaspettato, anche un cuore.

9788828200338

Matrigna 
di Teresa Ciabatti – Solferino – 2018 € 16.50

Andrea è un bambino speciale: capelli biondi, occhi azzurri, tutta la dolcezza del mondo. Noemi è una bambina ordinaria: capelli castani, occhi marroni, un fisico sgraziato. Ma cosa succede quando il bambino speciale sparisce, durante la festa di Carnevale? Uno sconosciuto, una ladra di figli altrui, un trafficante, un parente, stretto, strettissimo? E la sorella, non avrebbe dovuto tenerlo per mano? Domande che a nove anni puoi solo rimuovere, ma che ti restano dentro nonostante la fuga in città, l’università, gli amici, il fidanzato, il lavoro. Nonostante una vita normale. E quel passato troppo prossimo può tornare tutto insieme, all’improvviso, basta una telefonata. Noemi da Roma è richiamata al paese, là dove tutto è cominciato e dove tutto è finito. Ma al posto della madre sconfitta e ingrigita che si aspetta, trova una donna frivola e bionda che insieme a un giovane amico esce la sera, frequenta locali, pianifica viaggi e cambi di casa. Chi è Luca e cosa lo lega a un’indagine archiviata, a un bambino mai ritrovato? Con la sua voce scomoda e irresistibile, Teresa Ciabatti ci immerge nel racconto di un mistero, con un romanzo sui ruoli che non si finisce mai di attribuire: padre, madre, fratello, sorella. Dove la famiglia dispiega tutte le sue ossessioni, manifestandosi prima come rifugio, poi come condanna.

9788893254557

La veste nera
di Wilkie Collins – Fazi – 2018 € 18.00

Lewis Romayne sembra avere tutto per essere felice: giovane, di bell’aspetto, agiato, conduce una tranquilla vita di studioso nella sua splendida residenza di campagna, Vange Abbey. Ma un avvenimento funesto tronca bruscamente la sua serenità: durante un viaggio in Francia, l’uccisione di un uomo in duello porta con sé un carico di oscuri rimorsi che, dopo un lungo e tormentato periodo di solitudine, solo il sorriso della dolce Stella Eyrecourt è in grado di allontanare. Ma le vicissitudini di Romayne non sono terminate: nella sua vita s’insinua l’ombra nera del padre gesuita Benwell, determinato a restituire Vange Abbey alle proprietà ecclesiastiche e a infoltire le schiere della Chiesa cattolica convertendo il protestante Romayne. Tra il prete e la giovane, innamoratissima Stella si scatena una lotta senza esclusione di colpi, in cui dubbi, sospetti, insinuazioni, certezze e verità nascoste s’intrecciano alle vite dei diversi personaggi, la cui psicologia è delineata in modo magistrale. Vero e proprio romanzo psicologico, “La veste nera” è al tempo stesso pura narrativa di suspense che si avvale di un caleidoscopico spettro di sfumature, dal gotico al grottesco, dal romantico alla spy story d’epoca.

9788833670041

Gatti di Parigi e d’altrove. Ediz. a colori 
di Lila De Nobili – Officina Libraria – 2018 € 17.90

Fin dal XIX secolo, quando Steinlein crea il famoso poster per il cabaret Le Chat noir, i gatti di Parigi sono stati celebrati da pittori, scrittori e artisti in genere. Tra questi, riveste un ruolo importante la pittrice, costumista e scenografa Lila De Nobili (1916-2002), che nel 1945 si trasferisce a Parigi, nel 6° arrondissement, per non lasciarlo più. Lila disegna e dipinge scenografie per la Scala di Milano, l’Opéra di Parigi, il Covent Garden di Londra e molti altri teatri. Chiamata dai più importanti registi e direttori, disegna costumi di scena per personalità del calibro di Maria Callas, Edith Piaf, Audrey Hepburn e Ingrid Bergman. Dopo i moti del maggio 1968, decide di dedicarsi esclusivamente alla pittura, collaborando a diverse decorazioni murali con l’architetto Renzo Mongiardino, e adotta il suo primo gatto, Ulisse, che vive con lei nell’appartamento di rue de Verneuil. La famiglia felina cresce in fretta e Lila non si stanca mai di ritrarla, in schizzi, disegni, bozzetti e acquerelli. Negli ultimi anni della sua vita, Lila regala la maggior parte di questi lavori, di grande profondità e delicatezza, ad un’amica gattofila, ed oggi questa straordinaria collezione è diventata un libro.

9788854517042

La notte delle beghine 
di Aline Kiner – Neri Pozza – 2018 € 17.00

Parigi, 1310. Nel quartiere chiamato il Marais, sorge un’istituzione unica in Francia: il grande beghinaggio. Fondato da Luigi ix, l’edificio ospita una comunità di donne inclassificabili, sfuggenti a qualunque definizione: sono le beghine che hanno scelto la vita monastica ma senza i voti. Il claustro dove lavorano, studiano e vivono affrancate dall’autorità degli uomini, è un’oasi all’interno della città, un’isola ben protetta dal mondo esterno. In un freddo mattino di gennaio la vecchia Ysabel, che da anni veglia sulla pace del luogo, sta svolgendo i consueti preparativi per l’Officio quando ode un grido proveniente dalla strada. Addossata contro il vano dell’entrata all’esterno, appare una figura coperta da una mantellina sudicia, il volto nascosto sotto un cappuccio. Maheut, questo il nome della ragazza, è in fuga da un matrimonio impostole con la violenza. Sfinita, malata e inseguita da un sinistro frate francescano, ha bussato alle porte del beghinaggio in cerca di protezione. Ysabel non esita ad accoglierla, benché l’inquietudine serpeggi tra le beghine nell’istante in cui il laccio che lega i capelli di Maheut si scioglie e, davanti ai loro occhi sgomenti, srotola una gran massa di capelli rossi. Rossi come i capelli di Giuda e Caino. Rossi come le fiamme dell’inferno che bruciano senza far luce. L’ombra di tempi bui sta, del resto, per abbattersi sul cielo di Parigi. Il processo ai Templari, accusati dei crimini più nefandi, accende l’animo di molti in città, e lo spettro dell’eresia e della stregoneria si aggira nel Regno a seguito dell’arresto di una beghina proveniente da Valenciennes, Marguerite Porete, colpevole di aver scritto un libro, Lo specchio delle anime semplici, in cui si prende la libertà di criticare chierici e teologi. Abbandonare al suo destino Maheut, quella giovane dallo sguardo aspro come smeraldo grezzo, o combattere e difenderla per difendere, insieme, la propria indipendenza e libertà? Questo è il dilemma che agita le coscienze e turba la pace nel grande beghinaggio del Marais. Intrecciando i momenti salienti del regno di Filippo il Bello e il destino di personaggi reali e immaginari, Aline Kiner ci conduce, con una prosa di rara eleganza, in un momento cruciale della Storia, in cui eroine solidali e sovversive non esitano a fare propria la battaglia contro l’oscurantismo e per la libertà delle donne.

9788860529305

Eroi quotidiani. Storie eccezionali di gente comune
di Giovanni Terzi – Cairo Publishing – 2018 € 15.00

Chi sono gli eroi quotidiani? Quelli che non si arrendono, quelli che ce l’hanno fatta, quelli che hanno speso la propria vita per gli altri. E que­sto libro raccoglie le loro storie di “testimonianza e riscatto”. Giovanni Terzi racconta un’Italia diversa da quella che di solito campeggia sulle prime pa­gine dei giornali. Un’Italia lontana dal malaffare, dalla faciloneria e dagli intrallazzi; un’Italia che non si identifica negli scandali e nella corruzione e che ha nel proprio Dna la generosità e l’altruismo. Un Paese che, oltre a santi, poeti e navigatori vanta molti eroi, appunto. Spesso invisibili.
Come Jenni, bellissima ragazza di trent’an­ni che da otto convive con una terribile malattia degenerativa che non le ha tolto il sorriso. O Stefa­nia, vittima della nube tossica di Seveso, che dopo ben cinque operazioni al volto è tornata a coltivare sogni e progetti. O Felice che, a causa di un’atrofia al nervo ottico, ha perso la vista a soli quattordici anni ma nonostante tutto è diventato un bravis­simo scultore. O don Renato, prete piemontese che da quarant’anni si prende cura dei meninos, i bambini di strada che vivono nelle favelas di Rio de Janeiro dediti all’accattonaggio e alla criminalità…Uomini e donne che hanno saputo reagire con forza alle piccole e grandi tragedie della vita e che hanno affrontato con coraggio e caparbietà ogni sorta di sfida che il destino ha posto sul loro cammino. Persone umili e silenziose, sempre con­sapevoli che nulla avrebbe impedito loro di risalire la china e di tornare a essere una parte viva della comunità. Storie a lieto fine che l’autore ha voluto rac­contare, andando oltre la cronaca, come monito di speranza ed esempio della grandezza dell’uomo. Perché, come diceva Giovanni Paolo II, tutti dob­biamo prendere in mano la nostra vita e farne un capolavoro.

9788832850468

La farfalla e la crisalide. La nascita della scienza sperimentale
di Edoardo Boncinelli – Cortina Raffaello – 2018 € 18.00

La farfalla è la scienza come noi oggi la conosciamo. Essa è nata dalla crisalide della filosofia, un intreccio di modi di pensare spesso rivali tra loro, comunque capaci di influenzare la nostra vita associata. Ma quattro secoli fa la scienza ha cominciato a ribellarsi al dominio della filosofia, a conquistare una sua autonomia e a rappresentare una costellazione di discipline che vanno dalla fisica all’intelligenza artificiale. Tra i due approcci, quello filosofico e quello scientifico, si è così spalancato un abisso, che pare difficile colmare. Ma ne vale davvero la pena? Edoardo Boncinelli sostiene che la crisalide è stata ormai abbandonata da una scienza che procede in piena indipendenza. Cosa resta, allora, ai filosofi?

9788893817097

1791. Mozart e il violino di Lucifero 
di Davide Livermore, Rosa Mogliasso – Salani – 2018 € 18.00

Si può indagare su un violino come s’indagherebbe su un delitto? Si possono utilizzare i frammenti di un prezioso strumento accidentalmente stritolato tra le porte automatiche di un teatro come indizi di un crimine che trova le sue radici nel passato e solo nel presente può essere svelato? Il bisogno di conoscere la verità porterà il maestro Flavio Tondi, virtuoso del violino, uomo serio e metodico, ma dalla vita agitata da donne fatali e ricorrenti, ad affrontare una ricerca che lo condurrà in bucolici cottage della campagna inglese, fatiscenti palazzi parigini e, infine, sul podio del teatro di Astana in Kazakistan, dove la sua ossessione troverà pace e pace potrà donare non a lui solo, ma a tutta l’umanità. Un thriller storico che partendo da uno sperduto monastero secergesco si sviluppa fino ai giorni nostri, una storia fantastica, a briglia sciolta, temperata dallo sforzo di aderire ad accadimenti reali, a personaggi esistiti: conti, marchesi, principi illuminati, ma anche contadini spezzati dalla miseria, barbieri eviratori, giovani puttanelle spregiudicate, tutti rivisitati in chiave bizzarra e spesso spietata, tanto quanto spietate sono state le loro vite. Su tutti, la lancinante umanità di Venanzio Rauzzini, l’unica voce di castrato amata da Mozart.

9788833930695

La vita uccide in prosa. Le indagini di Norberto Melis 
di Hans Tuzzi – Bollati Boringhieri – 2018 € 14.90

Settembre 1988. Un grigio impiegato del Catasto viene ucciso a revolverate mentre è nel giardino della sua villetta, vicina al Parco Lambro. Un tentativo di rapina? Un incidente? Il gesto folle di qualcuno in preda ai fumi della droga? O una vendetta? I trascorsi professionali dell’uomo non offrono supporti a quest’ultima pista, in apparenza la più promettente. Ma forse il grigio impiegato non era poi così prevedibile nella quotidianità delle proprie azioni: si scopre infatti che il vecchio padre disabile… Che la chiave del delitto vada cercata, allora, tra le pieghe di una famiglia apparentemente normale, dalla vita che sembra un susseguirsi di giorni e di gesti assolutamente banali? Mentre Melis e i suoi uomini si arrovellano, percorrendo piste che una dopo l’altra si arenano nelle più sterili conclusioni, gli anni Ottanta sembrano celebrare i loro massimi fasti: in quell’anno, il 1988, il Milan di Berlusconi Sacchi e Gullit ha vinto il campionato, sindaco della «Milano da bere» è «l’onorevole cognato» del primo Presidente del Consiglio socialista della nostra storia, e l’Italia ha appena superato il Regno Unito quanto a Pil: non sarà proprio il Paese di Cuccagna, ma, a detta di molti, quasi. E proprio così?

9788832850406

Foliage. Vagabondare in autunno 
di Duccio Demetrio – Cortina Raffaello – 2018 € 18.00

Foliage. Vagabondare d’autunno è un viaggio alla scoperta della caducità scritto dal filosofo e professore Duccio Demetrio che si concentra da sempre sulle grandi tematiche interiori in una contrapposizione rispetto all’andamento della nostra società. Foliage è un fenomeno che accade in un determinato periodo dell’anno, in quell’autunno preludio dell’inverno e dei suoi guai, del buio e delle giornate corte. Quel rosso accesso che infuoca ottobre e novembre sembra essere un ultimo richiamo alla vita, ma allo stesso tempo un segnale del tempo che passa, della fugacità dell’esistenza che ci trattiene e ci lascia andare. Passeggiare nei boschi, in città e in collina, tra quei colori meravigliosi che il foliage ci sa regalare, permette di prendersi del tempo, di concedersi attimi di tranquillità e di osservazione del mondo circostante sicuramente non scontati. Duccio Demetrio ci offre così un percorso interiore, filosofico e naturalistico che si abbina al concetto di foliage. Ma in Vagabondare d’autunno troviamo anche un viaggio nei dipinti dei grandi pittori, da Monet a Gauguin, da Van Gogh a Schiele, che nel tempo hanno osservato e dipinto la bellezza dei foliage.

9788833310589

Giardinosofia. Una storia filosofica del giardino 
di Santiago Beruete – Ponte alle Grazie – 2018 € 22.00

In un continuo gioco di riflessi, l’umanità ha sempre rispecchiato se stessa nel giardino. Di volta in volta l’architettura del verde, al pari dell’architettura costruita, ha incarnato ideali, vagheggiato utopie, soddisfatto desideri e affrontato paure. Rispetto a templi, abitazioni e città, però, nei giardini l’uomo non ha trovato solo un ambito privilegiato per riflettere, ma anche un interlocutore capace come nessun altro di lanciargli sfide e spalancargli opportunità: la natura, mistero da esplorare e allo stesso tempo fonte di piacere; ora materia da plasmare, ora maestra e fonte di ispirazione. Questa “Giardinosofia”, primo trattato esaustivo sulle filosofie che hanno preso forma nei giardini, non è quindi solo una disamina di come il pensiero umano ha percorso e dato vita alle tante e diversissime espressioni dell’architettura verde, ma, cosa più interessante e – per come la si vede emergere da queste pagine – stupefacente, di come e quanto l’idea di giardino abbia a sua volta influenzato la storia del pensiero. Da Oriente a Occidente, dai tempi più remoti fino all’attualità dei nostri giorni, la natura ha parlato ai filosofi, ai poeti, agli artisti, a tutta l’umanità attraverso l’opera dei giardinieri, portatori di un messaggio che affonda le radici nella nostra più autentica, intima essenza.

9788862616690

Del pericolo di rimanere a letto 
di Mark Twain – Mattioli 1885 – 2018 € 10.00

Proseguendo nella maratona dedicata all’opera omnia di Mark Twain, ecco un altro volume di racconti e di brevi romanzi: piccoli capolavori della penna corrosiva del grande scrittore americano. Il brano che dà il titolo alla raccolta è esemplare: nessuna assicurazione copre il rischio di restare a letto. “Il lascito di 20.000 dollari” è la storia delle conseguenze che la promessa di un ricco lascito può portare, tanto da rovinare letteralmente la vita di una giovane coppia laboriosa, saggia e parsimoniosa. Straordinario “Il racconto del californiano”, un testo di carattere sentimentale piuttosto inusuale per Mark Twain, una vicenda autentica che risale al periodo in cui lo scrittore era in California in cerca di oro, e che lo colpì al punto da diventare dieci anni dopo un racconto.

9788836816125

Appunti sparsi su una gita di piacere 
di Mark Twain – Passigli – 2018 € 9.50

Come il “Viaggio in Paradiso”, “Appunti sparsi su una gita di piacere” di Mark Twain (1835-1910) è il resoconto divertentissimo di un altro ‘viaggio immaginario’, anche se questa volta più concreto: in battello, da New York a New Haven e alle Bermuda; un viaggio ‘di piacere’ – turistico, si direbbe oggi – dove fra incontri, conversazioni, descrizioni, assistiamo al dispiegarsi dell’incontenibile genio umoristico del grande scrittore americano. Completano il nostro volume altri due brevi, spassosissimi racconti: “La grande rivoluzione di Pitcairn” e la “Dissertazione sui neonati”.

9788867004584

Niente è come credi 
di Helen Callaghan – Corbaccio – 2018 € 19.00

I genitori di Sophia hanno sempre vissuto una vita tranquilla e anonima. Perlomeno è quanto credeva Sophia, fino al giorno in cui va a trovarli e nota che la casa è particolarmente silenziosa. Suona il campanello, ma nessuno viene ad aprire la porta. Sophia fa il giro del giardino e sul retro della casa fa una scoperta scioccante: la madre è impiccata a un albero, e il padre giace a terra in una pozza di sangue, ancora vivo ma incosciente. La polizia crede che si tratti di un tentato omicidio e suicidio, ma Sophia non pensa che la madre sia un’assassina, e poiché il padre non è in grado di parlare, sta a lei convincere la polizia. Per discolpare la madre, Sofia cerca qualsiasi indizio frugando nella vita dei genitori. E incappa in un diario, un diario che a quanto pare la madre stava per pubblicare, che racconta un passato di cui lei ignorava completamente l’esistenza, e da cui capisce che dei suoi genitori in realtà lei sapeva ben poco…