Venezia

 

9788883149962

Architettura «venetiana». I proti veneziani e la politica edilizia nel Cinquecento di Martin Gaier – Cierre Edizioni – 2019 € 26.00

Il Cinquecento è considerato il secolo del rinnovamento urbanistico veneziano. Il doge Andrea Gritti (1523-1538) e Jacopo Sansovino sono ritenuti i protagonisti di questo rinnovamento, coloro grazie i quali cominciò finalmente il Rinascimento a Venezia. È convinzione diffusa che nel Cinquecento i “veri” architetti, gli architetti esteti, abbiano finalmente preso il sopravvento sui proti, gli architetti veneziani, più “empirici”, più vicini alla figura del Baumeister. Martin Gaier nella sua ricerca sull’attività dei proti tiene però conto per esempio del fatto che spesso le committenze statali più importanti continuarono comunque ad essere affidate a loro, primo fra tutti ad Arnoldo da Ponte come nel caso del restauro di Palazzo Ducale o della ricostruzione del ponte di Rialto. E avanza l’ipotesi, «per permetterne la discussione», che i proti veneziani non siano entrati in competizione con gli architetti forestieri solo per istinto di sopravvivenza, ma che siano stati manovrati o almeno appoggiati dalla parte conservatrice del patriziato, in una sfida politica con le armi dell’architettura.

9788860581181

L’ ultimo raggio della Serenissima. Venezia e la cultura italo-greca fra Sette e Ottocento di Mara Nardo – Esedra – 2019 € 18.00

Al tramonto della Serenissima Repubblica, approdarono, tra le lagune, non pochi eruditi di origine greca – i fratelli Petrettini, Mario Pieri e altri – le cui sorti fatalmente si intrecciarono con quelle di intellettuali, antichisti, appassionati d’arte, letterati locali, contribuendo a consolidare un clima di scambi e contatti all’insegna della dedizione per il mondo classico. Attraverso l’opera multiforme di questi umanisti greco-veneti (ancora troppo poco noti), nella quale si conciliano passione per gli studi classici e bibliofilia, amore per le versioni dall’antico e traduzioni di autori moderni, si ricompone un mosaico, non convenzionale, della Venezia post-napoleonica e ottocentesca.

9788887505498

La Sanpierota a vela
di Giulio Loris – Mare di Carta – 2019 € 26.00

Molti sono i libri che trattano di imbarcazioni tipiche della Laguna di Venezia, della loro storia e delle loro sapienti e antiche tecniche di costruzione. Molte sono le monografie dedicate a diversi tipi di imbarcazioni come il bragozzo, il topo, la battella, ecc. E non mancano libri che trattano di vela al terzo, la vela che dal XVIII secolo fino alla metà del 1900 ha contraddistinto le imbarcazioni dell’A-driatico. Sorprendentemente, ad oggi, manca una monografia sulla sanpierota, probabilmente la barca tipica più diffusa attualmente in Laguna, dopo la gondola, e che molto bene si presta a navigare con la vela al terzo. In effetti viene citata frequentemente ma non gode mai del ruolo di primo piano forse per ché offuscata dal maggiore lignaggio o dalla maggiore antichità di altre imbarcazioni. Nasce così l’idea di un libro che tratta della storia della sanpierota, basato sui pochi documenti e sui racconti di chi ha vissuto la sua ultima evoluzione. Correlato da valutazioni e suggerimenti per la conduzione, a vela, tentando di evitare, per quanto possibile, ripetizioni di quanto è già stato scritto nell’ampia bi-bliografia del settore. Ma soprattutto con l’obiettivo finale di diffondere l’uso di imbarcazioni che non necessitano di grande potenza di propulsione, a basso impatto ambientale, in una società in cui l’uso consapevole dell’energia diventa una questione etica più che economica. Un volume per chi si interessa alla storia delle barche tradizionali e alla tecnica di conduzione della vela al terzo.

download

Batela veneziana umile protagonista
di Gianfranco Munerotto – Mare di Carta – 2019 € 18.50

Negli ultimi anni diversi appassionati stanno riscoprendo quest’imbarcazione semplice ed elegante, ai suoi tempi diffusissima a Venezia per la sua versatilità, e per varie ragioni rapidamente dimenticata con l’avvento della motorizzazione.Anche la presente edizione, rivista ed ampliata rispetto alla precedente,si avvale principalmente di vecchie foto, testimonianza di una Venezia modesta e ormai scomparsa. Come consueto dell’Autore, a corredo sono proposte alcune ricostruzioni e rilievi tecnici.

download (1)

Pesca in laguna
Mare di Carta – 2019 € 26.00

15 giugno 2019 – 19 aprile 2020

Centro Culturale Candiani, Mestre

A cura di: Luca Mizzan, Mauro Bon

Con: Nicola Novarini, Cecilia Vianello, Silvia Zampieri

In mostra una eccezionale raccolta di modellini ottocenteschi di imbarcazioni e attrezzature da pesca, realizzati dall’artigiano Angelo Marella di Chioggia su commissione del conte Alessandro Pericle Ninni, naturalista veneziano e studioso di folklore, linguistica ed etnografia. L’incarico era arrivato al conte, e quindi all’artigiano, dal ministro dell’Agricoltura del Regno d’Italia che voleva testimoniare la celebre attività peschereccia lagunare nelle esposizioni internazionali di fine Ottocento della pesca e dell’industria. La collezione, patrimonio del Museo di Storia Naturale, qui esposta per la prima volta dopo il suo restauro, diventa così il racconto dei vari momenti dell’attività di pesca degli abitanti della laguna di Venezia in epoca storica, illustrando le tecniche, le attrezzature, le imbarcazioni e le tradizioni legate a questo importantissimo settore dell’economia veneziana. Dalla pesca in valle a quella lagunare delle diverse specie ittiche, alle raffinate tecniche di pesca in mare per cui i pescatori veneziani (e chioggiotti) erano famosi in tutto l’Adriatico, l’esposizione è una preziosa occasione di riscoperta di una componente importante della cultura lagunare e del nostro patrimonio storico e testimonia lo stretto rapporto fra l’uomo e l’acqua così unicamente sviluppato nella nostra cultura anfibia.