Novità religiose

 

Vuoto a credere di Enzo Romeo – Ancora – 2020 € 13.00

Il vuoto è fatto per essere colmato, anzi proprio il vuoto è la condizione migliore per riempire di senso nuovo e autentico le nostre esistenze.

Apocalisse. I libri della Bibbia di Giulio Giorello – Piemme – 2020 € 12.90

Apocalisse è una parola liberatrice che risuona nelle visioni dei liberatori di ogni epoca, religiosi e laici. In greco la parola apocalisse non significa “fine del mondo”, bensì “rivelazione”. Una lettura del testo biblico che sottolinea il suo carattere profetico e interpreta la caduta di Babilonia, la città perversa, come fine dell’oppressione delle coscienze e dei conflitti che ne scaturiscono.

Il Vangelo della Chiesa di Bruno Forte – San Paolo Edizioni – 2020 € 12.50

In questo volume Bruno Forte si confronta con gli Atti degli Apostoli dell’evangelista Luca. Al centro la riflessione sulla fondazione della prima comunità cristiana, centrata sulla Pentecoste e sulla originaria predicazione petrina e paolina. I capitoli attorno ai quali si organizza il pensiero dell’autore mettono in luce i nuclei della prima ChiesaLa vita in comunione (At 2,42-47); L’essere dei primi credenti un cuor solo e un’anima sola (At 4,32-35; 5,12-16); Lo slancio missionario della Chiesa nascente (At 13,14. 43-52), che parla anche all’oggi; e infine l’emergere delle figure di Pietro e di Paolo come le due grandi sintesi della predicazione evangelica: l’uno rivolto al governo interno della Chiesa e l’altro come apostolo di una Chiesa in uscita.

Le omelie di Origene sul libro del profeta Geremia di Guido Innocenzo Gargano – San Paolo Edizioni – 2020 € 18.00

L’autore ripercorre le omelie di Origene, Padre della Chiesa Orientale, sugli scritti biblici di Geremia, sottolineandone meticolosamente i numerosi aspetti spirituali. L’approccio sapienziale al testo rende l’opera una lettura approfondita e rilevante, mettendo in risalto il pensiero di Origine, figura dal ricchissimo lascito teologico e filosofico, in rapporto con il Profeta Geremia e il suo ruolo nelle Scritture.
Gli occhi di Dio. Gesù ci ha fatto vedere il volto del padre di Angelo Comastri – San Paolo Edizioni – 2020 € 16.00
Il Cardinale Comastri ci regala in questo nuovo libro una meravigliosa catechesi sulla vita cristiana, soprattutto su come, grazie a Gesù, il mondo ha potuto vedere gli occhi e il volto di Dio. Noi crediamo, infatti, e questo è il messaggio che ripetiamo senza mai stancarci, che in Gesù Cristo Dio stesso è entrato nella storia degli uomini. Dobbiamo allora, osserva il Cardinale Comastri, lasciarci attraversare da questa bella notizia, fino a farla cantare dentro e a farla diventare testimonianza. Noi crediamo e sappiamo, per fede, che Dio si è fatto vicino, è entrato nella nostra storia, per cui non dobbiamo avere più paura, qualsiasi cosa accada. Ecco perché c’è speranza, ecco perché i cristiani, con la loro vita, devono annunciare a tutti questa speranza. Soprattutto in un momento in cui, per la prima volta, la Chiesa di Dio vive in un contesto in cui è esplosa una delle più drammatiche povertà che l’uomo possa conoscere: la povertà degli ideali e dei valori, la povertà delle ragioni per amare la vita.

La carità del cuore. Testimoni della tenerezza del Padredi Francesco (Jorge Mario Bergoglio) – San Paolo Edizioni – 2020 € 18.00

Queste pagine, che raccolgono i riferimenti che papa Francesco ha fatto nel corso di questi anni di pontificato al cuore come ambito privilegiato delle intenzioni e degli affetti dell’uomo, vanno a comporre un’antologia davvero unica nel suo genere: il cuore, tema biblico per eccellenza e sede simbolica della volontà, ne è il protagonista. Con lo stile semplice e immediato che lo caratterizza, eco della semplicità e immediatezza di quel santo di cui ha scelto il nome come Vicario di Cristo, con le sue riflessioni papa Francesco ricorda l’importanza di costruire la fede su un’umanità integrale, conscia dei propri limiti e della necessità dell’intervento di Dio. Un’umanità redenta e salvata da Cristo, ma anche un’umanità in uscita per far conoscere al mondo questa buona novella. E per comunicare questa realtà rinnovata non c’è modo migliore che far ricorso al simbolismo del cuore, che tante suggestioni evoca nella tradizione cristiana, sia occidentale che orientale, e nella devozione dei semplici. Siamo in questo modo invitati un vero e proprio percorso spirituale, personale e di Chiesa, attraverso le suggestioni che papa Francesco ha lasciato e centrato attorno al tema del cuore come centro della persona, delle relazioni, degli affetti, ma anche delle passioni e delle lotte quotidiane di sempre.
Il risveglio dell’umano. Riflessioni da un tempo vertiginoso di Julián Carrón – BUR Biblioteca Univ. Rizzoli – 2020 € 8.00
«L’irrompere imprevisto e imprevedibile della realtà, con la faccia del Coronavirus.» Questo è il presente, quello che tutti ci siamo ritrovati a vivere, con il quale dobbiamo fare i conti ogni giorno, che ha generato in noi domande inattese e ci ha condotto verso pensieri e paure che non sapevamo neppure di avere. Ci siamo resi conto di vivere in una “bolla”, in cui, inattaccabili, avevamo aggiogato le sfide della vita, e ora, ci ritroviamo più vulnerabili che mai. Di fronte a tutti questi sentimenti si è riscoperta la dimensione dell’affettività, del silenzio e della condivisione, tre parole cruciali nella riflessione in cui qui è impegnato Julián Carrón, presidente della Fraternità di Comunione e Liberazione, che, ricordando anche il discorso ultimo del Papa, rivendica il valore della fragilità umana come strumento per «tirarci fuori dal torpore in cui viviamo di solito». Qui il teologo propone una riflessione intensa e profonda sul tipo di esistenza che vivevamo e che ci troviamo a vivere ora, connotata da parole di grande conforto, e volta a riconoscere, pur in queste circostanze, le possibilità che la realtà ci offre nel percorso di crescita e maturazione personale, dove grazie all’isolamento forzato si sta avendo modo di riscoprire la compagine umana. E nel suo discorso Carrón illustra tutta la portata della presenza di Dio in un momento di gran confusione per le nostre vite, e quanto l’esperienza cristiana sia tornata a farsi forte nel valore di testimonianza di fede, ritenendo che «più di qualunque discorso rassicurante o ricetta morale, quello di cui abbiamo bisogno è proprio di intercettare persone in cui possiamo vedere incarnata l’esperienza di vittoria contro la sofferenza e il dolore, in cui è testimoniata la nostra esistenza».