Novità

 

9788809869059

Morte nelle Highlands 
di Lucy Foley – Giunti Editore – 2019 € 19.00

Come ogni anno Emma, Mark e i loro amici trascorrono l’ultimo dell’anno insieme. Per Emma, l’ultima arrivata, l’unica a non aver frequentato Oxford con gli altri, è l’occasione per fare bella figura e integrarsi nel gruppo. Ma qualcosa va storto nell’esclusivo cottage che si affaccia sulle gelide acque di Loch Corrin. Sui boschi già imbiancati si abbatte la peggiore tempesta di neve degli ultimi tempi e poi, improvvisamente, uno degli ospiti scompare. Le condizioni meteo sono così proibitive che i soccorsi non possono arrivare e nessuno può andare via. Quando l’ospite viene ritrovato – morto – tutti sono dei potenziali sospettati. Ci sono Heather, la manager del resort, Doug, l’ex marine ora guardiacaccia, una inquietante coppia di islandesi e poi gli amici: Miranda e Julien, tanto belli quanto snob, Samira e Giles con la loro bambina di 6 mesi, Nick e il suo fidanzato americano, e infine Katie, l’unica single del gruppo. Chi è l’assassino? Ma, soprattutto, chi è la vittima?

9788862616898

Moccasin ranch
di Hamlin Garland – Mattioli 1885 – 2019 € 10.00

Una Madame Bovary della prateria, con un finale però inaspettato e lontano dal puritanesimo brusco e spiccio dei pionieri.
In un avamposto della sconfinata prateria, fra le baracche dei pionieri, in un luogo in cui l’evento più importante è l’arrivo della posta settimanale, giunge una donna sposata e bellissima. Colpisce tutti per il suo aspetto e per un’inquietudine femminile nello sguardo e nei movimenti che non sfugge al bellimbusto del luogo, un agente immobiliare che si occupa delle concessioni fondiarie. Il marito della donna, proprio come un dottor Bovary, è un inetto, a cui tutto va per il verso sbagliato. Questo il nucleo di una Madame Bovary della prateria, con un finale però inaspettato e lontano dal puritanesimo brusco e spiccio dei pionieri. A questo racconto si abbina Una madre pioniere, un sentito ritratto di una madre – dalla “voce cristallina da soprano” che sia alzava durante i cori domenicali – nelle parole del figlio.

download

L’ arte di vivere
di Mohandas Karamchand Gandhi – Piano B – 2019 € 13.00

La vendetta è un circolo vizioso.
Supponiamo che qualcuno mi uccida. Cosa ci guadagnerei se un altro venisse, ucciso per rappresaglia? Basta pensarci solo un attimo: chi può uccidere Gandhi se non Gandhi stesso? Nessuno può distruggere un’anima. Lasciamo dunque fuori dal nostro cuore ogni pensiero di vendetta.
Non la vendetta, ma il perdono è la via della pace.
La regola d’oro è di essere amici di tutto il mondo e di considerare l’umanità intera come una famiglia. Colui che distingue tra la propria famiglia e quella di un altro, diseduca i membri della sua famiglia e apre la strada alla discordia e alla irreligiosità.
Nonviolenza significa perdonare le offese e non ripagare con la stessa moneta. «Il perdono è l’ornamento dei forti» dice un proverbio in sanscrito.

9788869293900

Nella via mistica di Adrienne von Speyr. Un tentativo di fenomenologia teologica
di Cristiana Dobner – Effatà – 2019 € 10.00

Carmelitana scalza, l’autrice indaga la profonda sintonia con Adrienne von Speyr, donna, medico e mistica dotata del carisma della profezia. Queste pagine sono quindi scritte «tentando», verbo giustificato attingendo all’ottica di Adrienne, secondo la quale il sì di Maria è il prototipo della fecondità cristiana e solo dentro questo sì il Figlio di Dio può diventare uomo. Il cristiano, allora, non può fare di più che «tentare», ma è in questo tentativo che l’autentica vita contemplativa, intesa come apertura totale a Dio, non solo appare fruttuosa come la vita attiva, ma diventa la base indispensabile di ogni agire cristiano nel mondo. La fatica della vita di Adrienne è ben conosciuta, sia nella fanciullezza sia nella maturità della vita, ma si compenetra con il luogo che Dio le ha donato ed assegnato nella Chiesa e nella teologia. Qui bisogna puntare, secondo l’autrice, per comprenderla e per mettere in luce la sua missione, quale luogo aperto all’epifania di Dio.

9788806241278

Belluno. Andantino e grande fuga 
di Patrizia Valduga – Einaudi – 2019 € 14.50

Dopo sette anni di silenzio, Patrizia Valduga pubblica un nuovo libro di versi: è un poemetto intitolato alla città dove passa le sue vacanze e dove la scorsa estate è scaturito da un improvviso Galgenhumor (l’umorismo di chi sta per essere impiccato, l’allegria dei disperati), consuntivo dei quindici lunghi anni vissuti senza Raboni. Nel fluire delle quartine di settenari e di endecasillabi ecco dunque Belluno, la piazza e le montagne che vede dalla finestra, e i nomi dialettali delle montagne formano un primo catalogo, un’orgia fonetica (si percepisce qui l’importanza che ha avuto per la poetessa aver tradotto Carlo Porta) che si fa subito filastrocca o litania; ecco il catalogo impietoso dei suoi fidanzati, che prendono la parola per accusare o per difendersi: «E non parlate tutti quanti insieme. Mi rompete la metrica, imbecilli. Ho nella testa qualcosa che mi preme… e non trovo nessuna rima in illi». Ma «come una voce dentro la sua voce», nella sua assenza Raboni è presente piú che mai, e si sdoppia in Johannes di Dreyer e si risdoppia in Don Giovanni di Da Ponte… Una Valduga cosí in presa diretta non si era mai vista: questi versi dell’umorismo e dello strazio si vanno facendo sotto i nostri occhi, mettono in versi il loro farsi versi, continuano a farsi il verso, si travestono da altri versi, per arrivare con la piú grande semplicità e naturalezza a fare un appello per il grande poeta scomparso e a dare l’ultima parola a un saggio su di lui, sigillo di un sodalizio di vita e di poesia che non può non continuare nel tempo.

9788806240660

La vicevita. Treni e viaggi in treno 
di Valerio Magrelli – Einaudi – 2019 € 11.00

Quanto tempo ho trascorso sui treni! E a fare cosa, poi? A spostarmi. Ma per spostarsi non serve la vita: basta la vicevita. Questa, perciò, è una vice-autobiografìa, dove il passato appare sub specie ferroviaria.

9788806240806

La macchina del vento
di Wu Ming 1 – Einaudi – 2019 € 18.50

Dopo “Proletkult”, “La macchina del vento” di Wu Ming 1 è una nuova incursione «fantascientifica» nella grande storia del Novecento.
È il 1939. Hitler ha appena invaso la Polonia e Ventotene è una colonia di confino degli antifascisti. Sarà lì che nascerà il primo Manifesto dell’Europa Unita, tra futuri partigiani, costituenti e utopisti. Sull’isola che ospita Pertini, Spinelli, Terracini e Di Vittorio sbarca un giorno un nuovo esiliato: si chiama Giacomo Pontecorboli ed è uno scienziato ebreo romano. Pontecorboli arriva sull’isola portando con sé un grande segreto e un grosso turbamento: ha recentemente perso un amico, finito chissà dove – o per meglio dire chissà quando! – per mezzo del primo e unico prototipo esistente di macchina del tempo. Ma, quel che è peggio, scomparso lui è scomparsa anche la macchina che l’ha risucchiato. Giacomo finisce per confidarsi sulla vicenda che tanto lo turba coi compagni di confino, che, dopo l’incredulità e lo scompiglio iniziale, cominciano a concepire l’idea di una grande impresa antifascista: ricostruire insieme la macchina del tempo e modificare la Storia, cancellando Mussolini, Hitler e il fascismo. Riuscirà Giacomo a realizzare un nuovo prototipo?

9788804710332

Poesie
di Sandro Penna – Mondadori – 2019 € 13.00

«Queste sono le poesie che al di fuori di qualsiasi critico io stimo più di tutte. Sarebbero insomma quello che io lascerei ai posteri se posteri esisteranno.» Così nel 1973 Sandro Penna introduceva la propria raccolta di poesie in uscita nei tascabili Garzanti, l’unica assemblata da lui personalmente. I versi, scritti tra il 1939 e il 1958, si presentano straordinariamente compatti per i temi e il linguaggio: quella di Penna è una poesia limpida, che si rifà a una classicità senza tempo e applica la lezione di Dante, Leopardi, Rimbaud, Montale, tra gli altri, senza mai cadere nella maniera. Ma è una poesia solo in apparenza semplice, la cui chiarezza e luminosità non possono che nascere da una zona buia, da un mistero. La sua drammaticità sa ancora incantare il lettore.

9788867995929

Una preghiera infinita
di Jean D’Ormesson – Edizioni Clichy – 2019 € 15.00

“Il conclusivo, commovente, straziante, intelligente epilogo della vicenda umana e narrativa di uno dei più grandi scrittori del Novecento”
«D’Ormesson ci ha purtroppo lasciati, ma per fortuna ci ha regalato questa meravigliosa profondissima “preghiera” laica che può renderci tutti
migliori» Le Magazine Littéraire. Il 5 dicembre 2017, nel tardo pomeriggio, Jean d’Ormesson detta alla sua segretaria le ultime righe del suo ultimo libro. Poi cena, tranquillamente, beve il suo cognac e va a dormire. Non si sveglierà più. Cosciente di aver concluso la sua trentottesima e ultima opera, “Una preghiera infinita”, può alla fine allontanarsi da questo mondo che tanto gli ha dato. La sua ultima opera, il suo testamento filosofico e letterario, mette il punto finale a una riflessione che per anni questo autore gentile e discreto ha generosamente e sapientemente offerto ai lettori, che tanto lo hanno amato, e che ha offerto una serie di possibili risposte alle domande più fondamentali dell’essere umano: chi siamo? da dove veniamo? che cosa ci facciamo qui?
9788804709398Vieni a cercarmi 
di Lisa Gardner – Mondadori – 2019 € 19.50
La scena del crimine è particolarmente efferata: nella casa quattro persone della famiglia sono state brutalmente assassinate, la quinta – una ragazza di soli sedici anni – risulta scomparsa. La giovane è davvero l’unica ad aver avuto la fortuna di scampare al massacro? O la sua assenza prova qualcosa di ben più sinistro? La detective D.D. Warren sta indagando sul caso, così come Flora Dane, una donna sopravvissuta in passato al suo aguzzino e che ora si è trasformata in un’implacabile vendicatrice. Guidati da un diverso senso di giustizia, le due protagoniste cercano di decifrare gli indizi lasciati dalla giovane che, vittima o prima sospettata, pare quasi sussurrare: «Vieni a cercarmi».
9788806241667Racconti 
di Walter Benjamin – Einaudi – 2019 € 18.00

Nella prima metà degli anni Trenta, Benjamin scrisse un numero cospicuo di storie, in forma di novella o di favola, pensate per essere pubblicate su giornali e riviste. Quelle realmente pubblicate risultano essere una minoranza. Tutte sono state poi inserite nei vari volumi delle “Opere complete”, mescolate cronologicamente ai testi di altra natura che via via Benjamin aveva scritto. Ora, per la prima volta in Italia, tutti questi racconti vengono riuniti in un unico volume. Sono racconti metafisici, di mare, di gioco, storie di flâneur cittadini che discutono del senso antropologico del carnevale… Anche come scrittore Benjamin è eclettico: alterna generi diversi, adotta finali sospesi o a sorpresa. Il suo è un mondo narrativo vario ma sempre affascinante. Come le descrizioni dei suoi sogni, un genere letterario ancora più particolare, a cui abbiamo dedicato la sezione finale del volume.

9788806240257

Per Primo Levi 
di Pier Vincenzo Mengaldo – Einaudi – 2019 € 20.00

Il saggio più antico, “Ciò che dobbiamo a Primo Levi”, è del 1989; il più recente, “Il canto di Ulisse”, è del 2018. Sono esattamente trent’anni che Pier Vincenzo Mengaldo, noto critico e storico della lingua italiana, studia i testi di Primo Levi, ne analizza la scrittura, ne individua il senso più profondo. La «lunga fedeltà» sfocia ora, in occasione del centenario della nascita di Levi, in questo volume, che tutti quegli studi raccoglie dalle sedi diverse dove sono stati originariamente pubblicati, dando loro una veste organica. La lingua di Primo Levi è classica e chiara, ma solo apparentemente semplice: in realtà procede per contrasti, con un lessico ricco di ossimori e di termini tecnici. Mengaldo, alternando momenti più dettagliatamente analitici ad altri di grande sintesi, la scompone e la ricompone per scoprirne i più riposti meccanismi, sempre in relazione con la necessità espressiva di cui è di volta in volta strumento. Ovviamente “Se questo è un uomo” è al centro delle indagini, ma molto spazio è dato alla “Tregua”, forse il romanzo di Levi prediletto da Mengaldo, che ben individua le diverse strategie linguistiche dei due libri contigui. Non manca poi l’analisi linguistica dei testi più letterari e meno testimoniali di Levi, in particolare gli splendidi racconti del “Sistema periodico”.
Pier Vincenzo Mengaldo (1936), filologo e critico letterario, ha insegnato per molti anni Storia della lingua italiana all’Università di Padova; ha insegnato anche nelle Università di Paris III, Brown e Basilea. Ha scritto importanti studi su Dante, Boiardo, Leopardi, Nievo, Pascoli, Montale, Sereni e altri. Sugli scrittori del XX secolo ha pubblicato una serie di cinque volumi intitolata “La tradizione del Novecento”.

9788806240110

Mars Room 
di Rachel Kushner – Einaudi – 2019 € 20.00

“Mars Room” di Rachel Kusher è un racconto crudo, emozionate e spietato, il cui successo in patria è già culminato con la candidatura al Booker Prize.
Romy Hall è una detenuta ventinovenne, single, con un figlio e due sentenze d’accusa per omicidio. Tutto è cominciato al Mars Room, lo strip club nel quale si guadagnava da vivere. Kurt Kennedy, un cliente, le si era affezionato un po’ troppo: per qualche oscura ragione si era convinto che lei fosse la sua fidanzata, maturando una gelosia ossessiva e un tantino perversa. Romy era arrivata persino a scappare a Los Angeles per mettersi al riparo da lui, ma nemmeno la fuga non si era rivelata abbastanza…
In un andirivieni tra passato e presente, Rachel Kusher scrive la storia di questo affascinate personaggio femminile ai margini della società americana. Stuprata a undici anni, cresciuta con una madre assente, tra le tentazioni della droga e la necessità del sex working, e approdata infine dietro le sbarre per aver tolto di mezzo il proprio stalker: eccola, Romy. La vita di prigione per lei in fondo ha le stesse regole di quella dello strip club: farsi fatti propri e non dire a nessuno il proprio nome. Ma il carcere le schiuderà presto un mondo di donne ferite e sole, ciascuna chiusa nella propria storia di dolore e nel proprio fallimento.
“Mars Room” di Rachel Kushner è un romanzo che non fa sconti, raccontandoci un’America deragliata e perduta, nella quale di ogni azione si pagano le conseguenze.

9788817119573

Una famiglia quasi normale
di Mattias Edvardsson – Rizzoli – 2019 € 19.50

Eccola Stella Sandell, diciannove anni, disamorata di Lund e della Svezia, impegnata a progettare un lungo viaggio in Asia, abituata per noia a sedurre, capace di sarcasmo immediato verso un modello di carriera e di vita borghese che suo padre, pastore della Chiesa di Svezia, e sua madre, esperto avvocato, sognerebbero per lei. Poi una sera nel solito locale, con davanti la solita pinta di birra, un uomo entra dalla porta d’ingresso. La prima a vederlo è Amina. Ma non si pensi a una storia di gelosia e manipolazione; a un thriller, piuttosto, che incide la nostra sensibilità.
Un thriller senza effetti speciali, forte di un’assonanza – per la situazione che descrive – a “Pastorale americana” di Philip Roth, anche questo con una famiglia al suo centro: un padre, una madre, la loro figlia Stella, avvinghiati in una storia gialla imprevedibile e conturbante. Strato dopo strato i personaggi del libro vengono impregnati di un’inquietudine aliena: un padre la cui vocazione religiosa manca di un mattone, una madre che orienta la realtà con geniale disinvoltura, un uomo d’affari imperscrutabile, la sua ex amante bruciata da un’ossessione, e poi Stella e Amina, inseparabili, rivelazioni di questo romanzo e di quello che la vita ci può riservare, a volte, nella sua brutalità.

 

Cronaca nera

Cronaca nera
di James Ellroy – Einaudi – 2019 € 12.00

Due omicidi che hanno segnato gli anni Sessanta e Settanta. Due indagini viziate dalla corruzione e dal pregiudizio. In “Cronaca nera”, James Ellroy scava ancora una volta nel passato per raccontare la perdita dell’innocenza dell’America.
Il 28 agosto 1963, lo stesso giorno in cui Martin Luther King pronuncia il suo celebre discorso «I have a dream», due giovani donne vengono brutalmente assassinate nel loro appartamento di Manhattan, in una New York deserta e spettrale. Nel corso di un’indagine condizionata dal razzismo e dalla voglia di vendetta, a essere accusato del crimine è un ragazzo di colore, George Whitmore. Un errore che i poliziotti incaricati del caso non si perdoneranno mai. Il 12 febbraio 1976, Sal Mineo, l’attore che ha fatto da spalla a James Dean in “Gioventù bruciata”, capace come pochi di incarnare le inquietudini di quegli anni e omosessuale dichiarato, viene trovato ucciso a pochi passi da casa. A condurre l’inchiesta è il dipartimento di polizia di Los Angeles, più attento a frugare nella vita privata dell’attore, per tirarne fuori particolari morbosi, che a cercare la verità, molto più prosaica e banale.
Attingendo a materiali d’archivio e rapporti polizieschi, James Ellroy ha scritto due reportage che sono un distillato della sua opera e delle sue ossessioni. Alla pari di un medium, il maestro del noir si fa possedere dalle voci dei protagonisti di allora, per dare corpo e sangue agli spettri del passato, come solo lui sa fare.

9788804712053

Lo scandalo del secolo. Scritti giornalistici 1950-1984 
di Gabriel García Márquez – Mondadori – 2019 € 20.00

«Sono un giornalista. Lo sono stato per tutta la vita.» “Lo scandalo del secolo” raccoglie cinquanta “pezzi” giornalistici scritti tra il 1950 e il 1984: dagli editoriali per i quotidiani di Cartagena e Barranquilla, ai grandi reportage dall’Europa per «El Espectador» di Bogotá, fino al giornalismo militante di «Alternativa». Pezzi in cui le cuciture della realtà si stiracchiano a causa dell’incontenibile urgenza narrativa, precoci frammenti di racconti in cui compaiono la famiglia Buendía e Aracataca, cronache da Roma nelle quali – per riferire il caso di Wilma Montesi, il cui presunto omicidio coinvolge le élite politiche del paese – si fa ricorso al racconto giallo e a pezzi di colore che ricordano La dolce vita, servizi sulla tratta delle bianche da Parigi all’America Latina, notizie rielaborate su cablogrammi d’agenzia, riflessioni sul mestiere di scrittore. Decine e decine di narrazioni che ci restituiscono la viva voce di Gabo, quel grande cantastorie che diceva: «i miei libri sono i libri di un giornalista, anche se si vede poco».

 

Novità

 

9788815280824

Andare per fortezze e città
di Paola Bianchi – Il Mulino – 2019 € 12.00

Forte, fortezza, casamatta, rocca, bastione, cittadella: il paesaggio della penisola è ricco d’innumerevoli strutture difensive sopravvissute a secolari, talvolta millenarie, fasi di riadattamento e riutilizzo. In esse cogliamo il sedimento tutto italiano di architettura e storia militare, ma anche di scienza, arte, cultura e società. Dall’Orlando furioso al Deserto dei Tartari, tanti luoghi del nostro immaginario evocano queste fortificazioni. L’itinerario che ci propongono queste pagine spazia da costruzioni molto antiche (Castel Sant’Angelo) e medievali (San Leo, Castello Sforzesco) a fortezze spagnole (Castel dell’Ovo a Napoli), contro i pirati (Trapani e Ustica in Sicilia), alpine (Fenestrelle), risorgimentali (Gaeta, Peschiera), fino a quelle più recenti del Novecento.

9788815280862

Sovranità
di Galli – Il Mulino – 2019 € 12.00

«Sovranità: disprezzarla, o deriderla»: è l’imperativo politicamente corretto delle élite intellettuali mainstream. Chi evoca quel concetto che sta al cuore della dottrina dello Stato, del diritto pubblico, della Costituzione e della Carta dell’Onu, è ormai considerato un maleducato, un troglodita: compatito e schernito come chi cercasse di telefonare in cabine a gettoni, quando non demonizzato come fascista. Sovranità è passatismo o tribalismo, nostalgia o razzismo, goffaggine o crimine. E sovranismo è sinonimo di cattiveria. Queste pagine autorevoli ci mostrano che le cose non stanno così, che per orientarsi si deve uscire dai luoghi comuni e dalle invettive moralistiche. E che il ritorno della sovranità è il segno dell’esigenza di una nuova politica.

9788883733512

Petali e altri racconti scomodi 
di Guadalupe Nettel – La Nuova Frontiera – 2019 € 15.00

In “Petali e altri racconti scomodi” cogliamo l’attimo, che spesso riassume una vita, in cui i protagonisti scoprono ciò che potrebbero essere, o forse, ciò che non oseranno essere mai. Davanti ai nostri occhi, scorrono storie che ci appaiono nella loro più sconcertante intimità, come immagini proiettate con nettezza su una lastra radiografica. Un giovane fotografo parigino ritrae solo le palpebre di donne che stanno per sottomettersi a una chirurgia plastica; un impiegato giapponese scopre la sua strana affinità con i cactus, una modella lotta contro un tic che si porta dentro dall’infanzia, un’adolescente cerca in un’isola tropicale la Vera Solitudine, un collezionista di odori insegue la sua margherita nei bagni per signore. Maniacali, eccentrici o semplicemente troppo umani, i protagonisti di questi racconti a volte sembrano opporsi alla loro alterità, altre volte si abbandonano al loro amaro desiderio, portando però sempre su di loro l’oscuro fascino dell’anomalia. Perché, come sembra suggerirci l’autrice, è proprio in questa zona grigia, al confine tra l’armonia e la deformità, che risiede la vera bellezza.

9788815280770

Popolo ma non troppo
di Yves Mény – Il Mulino – 2019 € 15.00

Disincanto democratico, disaffezione dei cittadini verso i governi, ritenuti colpevoli, assieme a partiti, élites e mercati di averli espropriati del loro potere. Ma il potere del popolo sovrano esiste davvero? In realtà, la democrazia effettiva che noi conosciamo – esito di un percorso storico che dal potere assoluto del re, con aggiustamenti continui, è giunto sino a noi – è un sistema di deleghe a cascata, complesso e faticoso. Se il popolo unico e univoco è un soggetto fittizio, il popolo concreto si rivela eterogeneo, contraddittorio e ingombrante per ogni regime e i movimenti che pretendono di incarnarlo, una volta al governo, non potranno che contenerne le spinte all’interno di un qualche sistema rappresentativo.

9788865946572

Calafiore 
di Arturo Belluardo – Nutrimenti – 2019 € 17.00

Dopo il suo fortunato romanzo d’esordio Minchia di mare, Arturo Belluardo ci racconta le peripezie di un altro perdente: l’obeso, bulimico Calafiore.
Ossessionato dal cibo, spinto dalla sua compagna Serena a patetici ed esilaranti tentativi di dimagrire, Calafiore percorre la sua spirale di sconfitta abbandonando amore, lavoro e casa. Cercherà il riscatto, tentando di battere il Guinness per chi mangia più tramezzini in un quarto d’ora. Ma non ha fatto i conti con due giovani angeli della morte, due cannibali che hanno deciso di divorarlo in diretta web. Calafiore mescola generi e linguaggi, comico e splatter, star della televisione e finanzieri truffaldini, diventando un’amara e grottesca riflessione sulla ‘società che mangia’ fino a divorare sé stessa.

9788830724181

Il mio caso non è chiuso
di Jacques Dupuis – EMI – 2019 € 30.00

17 ottobre 1998. Jacques Dupuis, gesuita, uno dei teologi più famosi al mondo, professore all’Università Gregoriana di Roma, viene sollevato dall’insegnamento: l’ex Sant’Uffizio lo accusa di «gravi errori, ambiguità dottrinali e opinioni pericolose». Scoppia il «caso-Dupuis», che vede la Congregazione per la dottrina della fede guidata dal cardinal Ratzinger mettere sotto accusa il teologo sostenitore di una visione positiva della pluralità delle fedi. Prima di morire padre Dupuis aveva concesso un’ampia intervista, finora inedita: in queste pagine egli ricostruisce la sua vicenda biografica ed intellettuale, facendo nomi e cognomi di quanti hanno voluto piegarne – senza successo – la profezia.
Questo è un libro molto importante. Attingendo a documenti vaticani segreti, racconta le modalità dei processi dottrinali sotto Giovanni Paolo II e il cardinale Joseph Ratzinger, per 25 anni custode dell’ortodossia cattolica e in seguito eletto papa.
Jacques Dupuis ha vissuto sulla sua pelle, fino alle estreme conseguenze (lo stress del processo vaticano gli ha causato scompensi fisici che ne hanno causato la morte), l’anonima durezza dell’inquisizione ecclesiastica: delazioni, indagini segrete, accuse poi ritrattate, terra bruciata intorno, continui sospetti.
Per 36 anni missionario e insegnante in India, consulente della Santa Sede per il dialogo interreligioso, per più di dieci anni docente alla Gregoriana, Dupuis racconta in quest’intervista, conclusa pochi giorni prima di morire, l’evolversi del «caso» che l’ha reso drammaticamente celebre: l’avversione del Vaticano per la sua teologia del pluralismo religioso; le ragioni in base alle quali ne ha confutato le accuse grazie all’appoggio di vari colleghi; il confronto con Ratzinger e i suoi collaboratori (i cardinali Bertone, Amato e altri), tutti incapaci, secondo il teologo belga, di cogliere la verità della sua proposta, che univa l’indefessa fede nell’unicità salvifica di Gesù Cristo all’apertura verso le altre religioni comprese come vie di salvezza.
Leggere queste pagine significa fare i conti con una vicenda non sanata nella chiesa, i cui vertici hanno messo sotto accusa un uomo che amava affermare: «Posso dire in tutta sincerità che Gesù Cristo è stato l’unica passione della mia vita».

9788851169305

Elogio della modernità. Da Turner a Picasso 
di Flavio Caroli – UTET – 2019 € 30.00

Il celebre critico John Ruskin raccontava spesso che la sua amica Lady Simon, di ritorno dal Devonshire durante un temporale, aveva visto in treno un passeggero alzarsi di punto in bianco, aprire il finestrino e sporgere la testa nella pioggia e nel vento. Finalmente rientrato, il volto fradicio e grondante, l’uomo aveva detto soltanto: «Volevo osservare lo spettacolo». Nel 1844, alla Royal Academy, Lady Simon avrebbe visto gli effetti di quel viaggio in un dipinto: “Pioggia, vapore e velocità” di William Turner. Era lui, lo strambo passeggero. È questa, secondo Flavio Caroli, una delle primissime esplosioni della modernità dentro un’opera d’arte. Prima delle precipitazioni futuriste, delle scomposizioni cubiste, delle deformazioni espressioniste e delle fantasmagorie surrealiste, prima delle acque palpitanti di Monet e dei cieli vorticosi di Van Gogh, prima che insomma la multiforme orda delle avanguardie inondasse il campo dell’arte spazzando via ogni regola codificata, c’era la velocità di questo treno lanciato nella brughiera in un turbinio di pioggia e vapore, sempre sul punto di travolgere la piccola lepre che lo precede annaspando sui binari, immagine della natura e forse del mondo finora conosciuto. E da qui Caroli parte, attraversando a grandi falcate l’arte del tardo Ottocento e della prima metà del Novecento, sulle tracce dei movimenti e dei singoli eroici artisti che «decisero di obbedire a una pulsione creativa in contrasto con la tradizione e con il pensiero del corpaccio borghese dal quale proveniva. Per la prima volta, un artista desiderava essere non il cantore della propria società, ma il profeta solitario che avrebbe forse guidato le anime della società del futuro». E infatti lo spirito della modernità permea la loro arte, sondando i misteri della vita sotto la lente delle grandi scoperte dell’epoca, tra relatività einsteiniana e inconscio, coscienza di classe, piccole e grandi rivoluzioni. “Elogio della modernità” è un libero e personalissimo antimanuale di storia dell’arte moderna, che toglie la patina oleografica e la polvere museale alle opere di Renoir e Picasso, di Matisse, di Klimt, Kandinskij, Morandi, Mirò e tanti altri, mettendoli in rapporto tra loro, confrontandoli con la produzione accademica coeva e seguendone l’eredità fino agli artisti contemporanei. Caroli restituisce così a questo momento altissimo dell’arte mondiale la scarica folgorante di elettricità che aveva agli occhi dei suoi primi fortunati spettatori.

9788804712817

Eterno amore 
di Igor Sibaldi – Mondadori – 2019 € 18.00

Si conoscono durante un’estate a Mosca. Lui ha appena finito la maturità, è gravemente anoressico, lei lavora come architetto, è radiosa e piena di vita. Nasce dolcemente, quasi in sordina, un amore potentissimo, che i due ancora non comprendono. Grazie a lei lui guarisce. Ma la loro storia si consuma rapidamente, minata dalle insicurezze giovanili e dalla distanza. Lui torna in Italia, Tanja rimane in Russia, si dimenticano. Quarant’anni dopo, lui è uno psicoanalista affermato. Ma pur essendo circondato dall’amore delle due figlie e della compagna, sente che gli manca qualcosa. Capisce che quel senso di vuoto è collegato a Tanja, il suo primo grande amore, perciò si mette sulle sue tracce nella speranza di rivederla. Purtroppo scopre che Tanja è morta molti anni prima. Incapace di rassegnarsi all’idea di averla perduta per sempre, cerca in tutti i modi di entrare in contatto con lei. Fino a riuscirci, scoprendo dimensioni straordinarie.
In questo romanzo intenso e delicato, Sibaldi riprende il tema a lui caro della resurrezione e lo cala in una storia d’amore sconvolgente, capace di ridisegnare la nostra concezione del tempo e dello spazio. E ci svela che la morte non è un limite, se la nostra mente sa come varcarlo.

9788817117890

L’ uomo che scrive ai morti. Un nuovo caso per l’agente Pendergast 
di Douglas Preston, Lincoln Child – Rizzoli – 2019  19.00

Una nuova insidiosa indagine per l’agente speciale dell’FBI Aloysius Pendergast.
A seguito di un cambio di direzione nel Bureau di New York, Pendergast deve accettare di lavorare al fianco di un partner, il giovane agente Coldmoon. I due quindi partono insieme per Miami Beach, dove un sanguinario psicopatico sta mietendo vittime in maniera agghiacciante: dopo l’omicidio strappa il cuore alle sue prede, per lasciarlo, con delle lettere enigmatiche, sopra le lapidi di donne suicide. Mentre Pendergast s’interroga sul legame tra i suicidi del passato e gli omicidi del presente, in lui cresce l’amaro sospetto che questi crimini siano solo la cima di una cospirazione che dura da decenni…

9788804717188

La nostra casa è in fiamme. La nostra battaglia contro il cambiamento climatico 
di Greta Thunberg, Svante Thunberg, Beata Ernman – Mondadori – 2019 €16.00

«Nessuno è troppo piccolo per fare la differenza». È in queste poche parole che si può riassumere la battaglia di Greta Thunberg contro il cambiamento climatico. Uno “sciopero della scuola per il clima” cominciato con la presenza solitaria di una giovanissima studentessa davanti al parlamento svedese, tra le mani un cartello che la faceva apparire ancora più piccola dei suoi quindici anni. Un messaggio che ha portato avanti prima da sola e poi, dopo un discorso diventato virale davanti ai grandi del mondo alla conferenza di Katowice lo scorso dicembre, coinvolgendo altre centinaia di migliaia di ragazzi in tutta Europa che scioperano seguendo il suo esempio. Una rivoluzione che non pare destinata a fermarsi. Su Facebook il video è stato condiviso da 50 milioni di persone. Greta è diventata un simbolo di resistenza, sono oltre 100 mila gli studenti in tutto il mondo, Italia compresa che seguono il suo esempio. L’obiettivo la marcia internazionale per il 15 marzo. Da Milano a Torino, Pisa, Genova e Roma, gli studenti seguono l’esempio della ragazza svedese per manifestare contro il cambiamento climatico. I Fridays For Future di Greta Thunberg arrivano in Italia, ed è un’ottima notizia. Per informazioni sui gruppi locali e le loro attività, basta cercare gli hashtag: #fridaysforfutureitaly e #climatestrikeitaly.

9788806240622

Una cena al centro della terra
di Nathan Englander – Einaudi – 2019 € 11.50

Il Prigioniero Z è un uomo senza più identità né futuro. Da dodici anni è rinchiuso in una segreta nel deserto del Negev con la sola compagnia del suo indefesso sorvegliante, nella vana attesa che il Generale gli restituisca la vita. Ma com’è finito in quella cella desolata? Quale guerra di spie, quali doppi giochi e tradimenti, fra New York e Gaza, Parigi e Berlino, l’hanno condotto fino a lì? E qual è davvero la sua colpa? Aver lasciato che la coscienza interferisse con la causa? Aver mentito troppo, o troppo poco? Aver amato ciecamente chi non era ciò che sembrava?
“Una cena al centro della terra” di Nathan Englander è un thriller dal meccanismo perfetto, che riesce a mostrare tutta la complessa assurdità della vita degli uomini costretti a prendere parte a battaglie molto più grandi di loro. Traduzione di Silvia Pareschi.

9788817128933

La figlia della libertà
di Luca Di Fulvio – Rizzoli – 2019 € 19.50

“”Luca Di Fulvio è il Dickens italiano.” – Le Parisien
Nel 2019 Di Fulvio sarà protagonista di una web serie su Sky Arte che darà parola alle librerie italiane e alle loro storie.
Buenos Aires, 1912. Il destino è un viaggio per il mondo nuovo.
Raechel, sguardo vispo nascosto da un cespuglio di ricci scuri e crespi, sogna di diventare libraia, nonostante nel suo villaggio, sepolto dalla neve della steppa russa, alle ragazze non sia permesso neanche leggere. Rosetta ha ereditato un pezzo di terra, ma subisce ogni giorno le angherie dei suoi compaesani, convinti che una donna sola e bella non possa restare troppo tempo senza un marito a cui sottomettersi. Rocco, figlio di un uomo d’onore, è costretto a una scelta: se non vuole morire, deve diventare anche lui un mafioso. Tutti e tre sanno che c’è un solo modo per essere liberi: fuggire, scappare lontano, al di là dell’oceano. Arrivano a Buenos Aires per ricominciare, ma l’Argentina è terra di nessuno: per sopravvivere, gli emigranti accettano anche ciò che sembra inaccettabile, e sono le donne a pagare il prezzo più alto, in una città piena di uomini soli e senza scrupoli. Tra le grida del porto e i vicoli del barrio si annidano pericoli e fantasmi del passato, ma Raechel, Rocco e Rosetta sono pronti a tutto: inganni, travestimenti, loschi affari e fughe rocambolesche, per salvarsi ancora una volta e ricominciare, finalmente, a vivere senza paura. «La figlia della libertà» ci conferma lo straordinario talento del narratore Luca Di Fulvio, l’autore italiano più venduto in Germania, con oltre tre milioni di copie. Un romanzo che è soprattutto un’esperienza di lettura irresistibile, che ci trascina, pagina dopo pagina, in un’avventura unica e spettacolare.
9788880578116Ricette e precetti 
di Miriam Camerini – Giuntina – 2019 € 18.00
La storia biblica inizia con un morso di troppo: Adamo ed Eva sono in scena da pochi versi quando Dio vieta di mangiare il frutto della conoscenza del bene e del male, che loro prontamente assaggiano. Da quel momento in poi la nostra alimentazione è caratterizzata da divieti e obblighi, tradizioni e usanze, devozione e ribellione. Quarantacinque storie e ricette raccontano del rapporto intricato fra cibo e norme religiose ebraiche, cristiane e islamiche. Ricette di Jasmine Guetta e Manuel Kanah. Prefazione di Paolo Rumiz.
9788829700073
Il cappello di Leonardo. Storie sulla forma delle immagini
di Manlio Brusatin – Marsilio – 2019 € 16.00

A Leonardo il cappello è stato messo in testa o tolto a seconda che si volesse raffigurare l’immagine del pittore (con cappello) o del genio universale (senza). Oggi prevale questa seconda interpretazione, e quello che è stato a lungo considerato il suo “autoritratto” altro non è che il disegno di un vecchio saggio. Certamente opera di Leonardo, ma realizzato quando non aveva ancora quarant’anni, mentre pensava ai lavori dell’Ultima Cena e al sigillo dell’Uomo vitruviano. Da questo spunto e motivo iconografico, dall’ossessione di trovare un cappello rivelatore, parte la ricerca suggestiva, colta e appassionante di uno storico dell’arte tra i più brillanti. Che interesse può avere il cappello di Leonardo? Si corre il rischio di vederne ovunque, e non dove sono realmente. Ma il cappello che generalmente si mette e si toglie ai personaggi non gioca forse con lo stesso principio di ricezione e di obliterazione, delineazione e cancellazione che consiste nel montaggio e smontaggio dei singoli elementi che compongono l’immagine? Diventando così motivo di svelamento e rivelazione nella sovrapposizione delle sue singole parti: antica e modernissima strategia di tutte le arti, impossibilitate a prescindere da lacerti e memorie di ciò che è solo apparentemente scomparso.9788830453289

Per amor proprio. Perché l’Italia deve smettere di odiare l’Europa (e di vergognarsi di sé stessa) 
di Federico Fubini – Longanesi – 2019 € 16.00

La politica nel nostro paese è piena di odio e colpi bassi, ma tutti riconosciamo nell’Italia la nostra identità comune. Dobbiamo accettare che lo stesso valga per l’Europa, perché è la nostra realtà del ventunesimo secolo. Rendere tabù qualunque dubbio sulle scelte di Bruxelles¸ come fanno gli europeisti a ogni costo secondo i quali noi italiani abbiamo sempre torto e gli altri sempre ragione, non ha fatto che regalare il monopolio della critica a chi l’Europa vuole distruggerla. E rendere tabù l’amor proprio nazionale ne ha lasciato l’esclusiva a chi lo usa come una clava. Per l’Italia, invece, la scelta non è fra Bruxelles e la via sovranista, ma fra l’integrazione con gli europei e la sottomissione all’impero degli altri: russi, cinesi, americani o i colossi del Big Tech.
Per gli italiani è arrivato il momento di capire che se vogliono davvero fare i propri interessi devono imparare a rivendicarli con forza e determinazione, senza che questo significhi in alcun modo indebolire o distruggere il sistema europeo. Per farlo occorre però prima di tutto togliere l’Europa ai sovranisti e agli europeisti di professione, per restituirla ai nostri figli, e a noi stessi. Senza arroganza, né complessi di inferiorità.
“Per amor proprio” è un saggio sulla crisi d’identità di noi italiani e il bisogno di ritrovare il senso del nostro posto in Europa.

9788893901703

Sentimento italiano. Storia, arte, natura di un popolo inimitabile 
di Valerio Massimo Manfredi – SEM – 2019 € 15.00

Valerio Massimo Manfredi, autore campione di vendite in Italia e nel resto del mondo, ci porta con sé in un viaggio alla scoperta delle nostre radici.
In “Sentimento italiano. Storia, arte, natura di un popolo inimitabile” l’archeologo e scrittore analizza il cosiddetto sentimento patriottico, chiedendosi se sia ancora possibile ad oggi parlare di “Spirito di un Popolo” senza risultare anacronistici. È legittimo richiamare i fasti della storia e della cultura italiana per orientare il presente e il futuro del Paese in cui viviamo? Che peso riveste nella nostra identità di italiani il nostro patrimonio storico-culturale e artistico?
In “Sentimento italiano”, Valerio Massimo Manfredi ci ricorda perché esser fieri di essere nati e cresciuti questa splendida penisola, ma al tempo stesso ci invita a riconfigurare con occhio critico la nostra idea di patria e d’identità nazionale.

9788829700165

La gabbia dorata 
di Camilla Läckberg – Marsilio – 2019 € 19.90

“La gabbia dorata” è il nuovo libro della regina del crime svedese Camilla Läckberg.
Apparentemente, Faye ha tutto ciò che una donna possa sognare: un marito facoltoso, una figlia meravigliosa, un appartamento di lusso nel pieno centro di Stoccolma. Eppure, sotto la sua superficie luccicante di quest’esistenza si nascondono non poche imperfezioni. Innanzitutto Faye ha poca autostima. In secondo luogo, terribili ricordi la legano a Fjällbacka – la cittadina della sua infanzia. Ma, soprattutto, la convivenza con quel marito apparentemente perfetto, è in realtà per lei un continuo susseguirsi di umiliazioni. Anche quando Faye fa di tutto per compiacerlo, irrimediabilmente lui la sminuisce. Fino al giorno in cui lei lo scopre a letto con una collega in casa loro. Il mondo le crolla addosso definitivamente: cosa le resta da fare ora che l’uomo al quale ha dato tutto l’ha tradita senza alcun ritegno? Jack intanto le chiede imperturbabile il divorzio, lasciandola, giusto per infierire, senza il becco di un quattrino. Ma stavolta Faye non è disposta a restare a guardare: è giunto per lei il momento di pianificare la sua vendetta.
Con “La gabbia dorata” Camilla Läckberg ancora una volta non si smentisce, scrivendo un nuovo thriller raggelante, con una protagonista arrabbiata e determinata a farsi giustizia.

9788828201601

Con l’anima di traverso. La storia di resistenza e libertà di Laura Wronowski 
di Zita Dazzi – Solferino – 2019 € 15.00

Tecla e Laura hanno una cosa in comune: il compleanno. Sono nate entrambe il primo gennaio, ed è proprio quello il giorno in cui si incontrano per caso sulle scale del palazzo in cui entrambe abitano.Qui,però, finiscono le somiglianze perché Tecla ha tredici anni ed è alle prese con la tesina per l’esame di terza media, mentre Laura di anni ne ha novantacinque ed è alle prese solo con i suoi ricordi.
Solo? In realtà non è poco, perché quella non è un’anziana signora come tante. È Laura Wronowski, nipote di Giacomo Matteotti, e la sua vicenda personale fa parte di una Storia più grande, che Tecla ancora non conosce: la Resistenza. Laura è una ragazza che si sentiva «nata con l’anima di traverso» e che a diciannove anni imbracciò un fucile per combattere nelle brigate Giustizia e Libertà di Ferruccio Parri, di cui era giovane amica e allieva.
Parlando a Tecla della sua vita e dei suoi ideali, le apre un mondo intero fatto di scelte e di pericoli, di marce nel bosco, retate fasciste, bombe su Milano, persone da salvare dai campi di concentramento. E del grande amore per un giovane combattente, da cui la separerà la guerra. Mentre la giovane protagonista ascolta il racconto della sua sorprendente vicina, prende forma in queste pagine il romanzo di un’esistenza speciale, spesa in una battaglia per la libertà e la democrazia che non si è mai interrotta e che prosegue nella forma quotidiana della testimonianza.
Un viaggio non solo nel passato, ma tra le pieghe della nostra necessaria coscienza civile.

9788859246947

A lezione dai maestri. Arte, alchimia e mestiere nella direzione d’orchestra
di John Mauceri – EDT – 2019 € 25.00

Dalla reale esperienza e dalla viva voce di uno dei grandi Maestri della scena internazionale, un compendio di tutto quello che c’e? da dire e da sapere sul mestiere del direttore d’orchestra: quali studi deve fare, come si prepara, come prepara i suoi materiali, come si connette all’orchestra, quale tipo di vita effettivamente conduce, quali sono le grandi scelte, come funziona la tecnica del gesto, come si conducono le prove e moltissimo altro. Il tutto con un tono preciso, molto onesto, divertente e vagamente pettegolo (gli aneddoti sui colleghi del passato e del presente si sprecano).Un libro affascinante e utile per qualsiasi appassionato, e uno strumento di studio e di confronto prezioso per i futuri professionisti della musica.

9788893255318

È tempo di ricominciare 
di Carmen Korn – Fazi – 2019 € 20.00

“È tempo di ricominciare” è il secondo capitolo della trilogia di Carmen Korn, che riallaccia le fila del racconto col precedente “Figlie di una nuova era”.
È il 1949 e la Seconda guerra mondiale è ancora una ferita dura da rimarginare. Amburgo è ridotta in macerie e tra chi non ha più un tetto sopra la testa c’è anche Henny. Anche se Käthe resta ufficialmente fra i dispersi di guerra, Henny è certa di averla intravista su un tram. Ci vorrà del tempo prima che le due si rincontrino e che Käthe scopra che l’amica non è più spostata a Ernst Luhr, l’uomo che aveva denunciato lei e sua madre alla Gestapo. Lina e la compagna Louise aprono intanto la loro libreria in città e Ida fa i conti con lo stallo del suo secondo matrimonio col cinese Tian. Nel frattempo, il mondo subisce rapide trasformazioni: dallo sbarco sulla Luna, alla crisi dei missili cubani, dalla costruzione del Muro, fino all’irruzione della tv nelle case o alla discesa delle femministe e degli studenti nelle strade.
“È tempo di ricominciare” racconta la Germania divisa del Secondo dopo guerra e della ripresa, e ha come protagonisti sempre maggiori i figli delle quattro donne che avevamo amato nel primo romanzo. Carmen Korn, anche questa volta, racconta una storia di coraggio e di lotta, in grado di identificare un’intera generazione.

9788845933615

Un soffio di vita 
di Clarice Lispector – Adelphi – 2019 € 16.00

“Un soffio di vita” è l’opera-testamento dell’autrice ucraina, naturalizzata brasiliana, Clarice Lispector. Questo «doveva essere il suo libro definitivo», ha detto Olga Borelli, amica e curatrice dell’opera di Clarice, che per anni raccolse i suoi appunti e batté a macchina i suoi manoscritti. Un libro intrepido e scherzoso, che raccoglie «frasi sconnesse come in un sogno», «idee allo stato grezzo» ed «estasi provvisorie», e che ha per protagonisti un Autore e la sua creazione/creatura Angela. Il primo e la seconda esorcizzano ogni indicibile parlando tra loro di Dio, del tempo, della Storia e della Grazia. Il risultato è “Un soffio di vita”, un’opera intensa, «movimento puro», nel quale emergono tutto il dolore e il genio di Clarice Lispector.

9788893445696

Summer 
di Monica Sabolo – La nave di Teseo – 2019 € 19.00

Durante un picnic sulle rive del lago Lemano, Summer Wassner, diciannove anni, scompare misteriosamente. L’ultima immagine che tutti ricordano è quella di una ragazza bionda che corre tra le felci, i pantaloni corti e le lunghe gambe nude, prima di sparire nel vento, tra gli alberi, nell’acqua. La sua sorte resta un enigma indecifrabile: è annegata, forse si è suicidata, oppure ha incontrato qualcuno? Venticinque anni dopo, suo fratello minore Benjamin è ossessionato dai ricordi. Summer gli appare in sogno come uno spettro seducente, risvegliando i segreti della loro famiglia, tenuti nascosti troppo a lungo.
Summer è il thriller psicologico che ha conquistato la Francia, un romanzo sensuale sui fantasmi del passato e sul potere irresistibile della verita?.

9788836816255

Il segreto di un uomo 
di Franz Werfel – Passigli – 2019 € 9.00

Apparso nel 1927 e ambientato nei primi anni dell’Italia fascista, questo lungo racconto di Franz Werfel è tra i suoi più interessanti, in particolare per la capacità dello scrittore di introdurci in una sorta di storia senza fine, o meglio di storia ‘aperta’ che ha gli stessi contorni nebulosi della vita reale. Racconto dell’impenetrabilità, “Il segreto di un uomo” è anche un racconto sull’arte, sulla commercializzazione dell’arte e sulla sua falsificazione; ed è forse questo l’aspetto che ancora oggi più ci colpisce: un viaggio profondo all’interno di un mondo in cui pare diventato impossibile riconoscere ciò che è autentico da ciò che non lo è, che si tratti di un’opera d’arte o si tratti invece della vita stessa delle persone.

9788838939280

I siciliani nella Resistenza 
di T. Baris, C. Verri – Sellerio Editore Palermo – 2019 € 22.00

Non è vero, come vuole una idea diffusa, che la Sicilia non partecipò alla Resistenza. Ragioni storiche impedirono che nell’isola questa assumesse la forza, i caratteri, soprattutto la partecipazione che trovò al Centro- Nord, perché la Sicilia l’8 Settembre del ’43 si era trovata già liberata dal nazifascismo. Ma essa non mancò di dare il suo contributo al grande evento alla base del futuro assetto civile, politico e costituzionale italiano. Certamente, nei modi in cui ciò fu possibile. E sono questi modi specifici, di una effettiva stagione fondativa, che questo volume studia e mette in luce forse per la prima volta con tale ampiezza e profondità. Esso raccoglie i molti interventi ad un convegno sull’argomento dell’Istituto Gramsci Siciliano.
Dal vasto orizzonte che fornisce il testo emergono le due polarità del caso siciliano: da un lato il non freddo o occasionale coinvolgimento di molti nella guerra di liberazione, dall’altro una visibile assenza di consenso a questa lotta da parte dell’establishment, con ciò segnando quella differenza rispetto ad altre parti di Italia che lascerà tutta la sua impronta nel dopoguerra.
Vanno a combattere i nazifascisti i vecchi oppositori della dittatura, alcuni grandi leader formatisi nella politica antifascista (diventati in certi casi leggenda: come Pompeo Colajanni, il comandante Barbato della liberazione di Torino, o come Mommo Li Causi, che seppe legare allo spirito della Resistenza la lotta contadina per la terra), ma a questi «grandi» si aggiungono schiere di giovani e di gente comune, che al Nord e all’estero scelgono di continuare la lotta nel campo della democrazia piuttosto che dell’oppressione o che hanno scoperto la guerra come inganno e come crudeltà, e quindi assumono le ragioni dell’antifascismo. D’altro canto, tanto la Sicilia non è fuori dalla Resistenza, quanto non lo è dalla vicenda della Repubblica di Salò: importanti funzionari provenienti dalla Sicilia, soprattutto poliziotti, avranno incarichi di responsabilità nella RSI; inoltre, il fascismo fino all’ultimo potrà godere dell’appoggio di influenti giuristi, burocrati, intellettuali ed accademici siciliani; e questa compromissione non avrà quasi mai conseguenze nelle loro carriere dopo la liberazione, anche quando complici degli aspetti peggiori del regime. Il clima di ipocrita tolleranza così generato verso la dittatura passata sarà determinante per «il difficile ritorno»: a fine conflitto non solo i volontari della libertà non ritroveranno comprensione, tantomeno gratitudine, ma per lo più le autorità guarderanno a loro con una preoccupazione a volte grottesca (tra i «precedenti penali» di un ex partigiano, la polizia segnalerà: «deportato a Mauthausen»).
Questo volume offre dunque un quadro di realtà storica che contrasta la visione di una Sicilia immobile e chiusa in se stessa, separata dai grandi appuntamenti; visione alimentata dalle due sponde opposte dell’antimeridionalismo e della retorica sicilianista.
Scritti di: Carmelo Albanese, Massimo Asta, Luca Baldissara, Tommaso Baris, Antonino Blando, Vittorio Coco, Giovanna D’Amico, Claudio Dellavalle, Matteo Di Figlia, Michele Figurelli, Rosario Mangiameli, Andrea Miccichè, Santo Peli, Toni Rovatti, Gaetano Silvestri.

9788807173554

Umanità in rivolta. La nostra lotta per il lavoro e il diritto alla felicità
di Soumahoro Aboubakar – Feltrinelli – 2019 € 13.00

“Umanità in rivolta. La nostra lotta per il lavoro e il diritto alla felicità” è il primo libro di Aboubakar Soumahoro, arrivato in Italia dalla Costa d’Avorio vent’anni fa, partito come bracciante e oggi diventato un acclamato sindacalista che lotta per la difesa dei diritti dei lavoratori.
In anni di lavoro malpagato e pressante, Aboubakar Soumahoro ha conosciuto sulla sua pelle le insidie del tessuto civile e sociale italiano. Ha potuto accorgersi coi suoi occhi di come le condizioni del lavoro nel nostro Paese siano spesso incapaci di garantire i diritti e le tutele fondamentali. Il caso dei migranti è il più lampante: al loro arrivo, per sopravvivere accettano di lavorare a qualsiasi condizione. La retorica del “prima gli italiani”, intanto, funziona da stratagemma perfetto per abbassare il costo del lavoro, trasformandolo a tutti gli effetti in vero e proprio sfruttamento. Ma siamo sicuri che questo sistema affligga soltanto la popolazione migrante? Sono davvero loro gli unici lavoratori penalizzati da questo “capitalismo razzista”? O forse vale la pena di ammettere che le condizioni del lavoro in generale in Italia sono drasticamente peggiorate? Non ci rendiamo conto che la lotta per i diritti minimi sul posto di lavoro riguarda direttamente ognuno di noi?
“Umanità in rivolta” di Aboubakar Soumahoro colma un vuoto nel dibattito politico e sociale italiano, dando nuova voce alle rivendicazioni di tutti i lavoratori, italiani o stranieri che siano, messi in ginocchio da un sistema che si regge sulla precarietà e sullo sfruttamento.

9788830900097

La laguna delle nebbie 
di Paolo Forcellini – Cairo – 2019 € 15.00

Una nebbia densa e impenetrabile invade il dedalo delle calli e dei campi veneziani e tra le allegre carnevalate del rigido inverno la città nasconde il peggio di sé: l’inspiegabile scomparsa di alcuni bambini in luoghi diversi. Qual è il filo rosso che collega queste sparizioni? Non c’è alcuna motivazione, nessun segnale evidente, neppure una richiesta di riscatto. E malgrado l’impegno senza sosta del commissario Marco Manente e della sua squadra, sembra impossibile risolvere il mistero. Il clima è tesissimo, la stampa cittadina scaglia contro l’organico del commissariato di San Marco accuse di inefficienza e invettive feroci. Vedere la Polizia brancolare nel buio è più di quanto la gente possa sopportare. Saranno la determinazione e la tenacia del sovrintendente Gennaro Santamaria, appassionato di Sacre scritture e delle vite dei santi, e le felici intuizioni di Manente ad aprire concreti orizzonti. Ci vorranno nove poliziotti sguinzagliati a far compere per una missione molto anomala, trentasei analisi di laboratorio, due complesse ricerche e un’atmosfera carica di suspense perché Venezia possa smascherare il mostro.

9788858135471

Storia dei diritti dell’uomo. L’illuminismo e la costruzione del linguaggio politico dei moderni
di Vincenzo Ferrone – Laterza – 2019 € 24.00

Lo studio di uno dei massimi storici dell’Illuminismo su un importante tema di storiografia civile.
Furono gli illuministi per primi a ridefinire un’etica dei diritti cosmopolita, razionale, mite, umanitaria, fatta dall’uomo per l’uomo, capace di dar vita a un potente linguaggio politico dei moderni contro il secolare Antico regime dei privilegi, delle gerarchie, della disuguaglianza e dei diritti del sangue. Furono gli illuministi a far conoscere al mondo intero che i diritti dell’uomo per definirsi tali devono essere eguali per tutti, senza alcun tipo di distinzione di nascita, ceto, nazionalità, religione, genere, colore della pelle; universali, cioè validi ovunque; inalienabili e imprescrittibili di fronte a ogni forma di istituzione politica o religiosa. Ed è proprio ponendo l’accento sul principio di inalienabilità che la cultura illuministica – vero laboratorio della modernità – trasformò radicalmente gli sparsi e di fatto inoffensivi riferimenti ai diritti soggettivi nello stato di natura in un linguaggio politico capace di avviare l’emancipazione dell’uomo. Spaziando dall’Italia di Filangieri e Beccaria alla Francia di Voltaire, Rousseau e Diderot, dalla Scozia di Hume, Ferguson e Smith alla Germania di Lessing, Goethe e Schiller, sino alle colonie americane di Franklin e Jefferson, Vincenzo Ferrone affronta un tema di storiografia civile che si inserisce nel grande dibattito odierno sul nesso problematico tra diritti umani e autonomia dei mercati, tra politica e giustizia, diritti dell’individuo e diritti delle comunità, dispotismo degli Stati e delle religioni e libertà di coscienza.

9788850248544

Le ombre del collegio 
di Jean Failler – TEA – 2019 € 15.00

Mathilde Tristani, giovane rampolla di una famiglia altolocata, è misteriosamente scomparsa dal prestigioso collegio che frequentava nei pressi di Quimperlé. Sua madre Anastasie, formidabile e influente donna d’affari, inizia a fare pressione su un ministro di sua conoscenza perché si cerchi la figlia «senza agitare le acque». La segnalazione arriva quindi al commissario Mervent che, preoccupato delle ricadute che il caso potrebbe avere sulla sua carriera, con una certa reticenza passa il dossier al capitano Mary Lester, insieme a una serie di accorate raccomandazioni, per non dire divieti: non si può pubblicizzare la cosa, non si possono mostrare foto della ragazza, non si può incontrare il padre… E nessuno sembra collaborare, in questa ricerca che riporta Mary indietro ai giorni in cui era lei stessa una collegiale. Come procedere, allora? Perché la regione di Cap Sizun è sì affascinante, ma anche pericolosamente estesa per rintracciare una ragazza scomparsa. E quando al crepuscolo la bruma sale dal mare, velando con il suo manto ogni cosa, si possono fare incontri molto particolari…

9788845296246

Fuggitiva perché regina 
di Violaine Huisman – Bompiani – 2019 € 17.00

Con una prosa sicura e piena di sfumature Violaine Huisman scrive il romanzo di una donna del Novecento e dà vita a un mémoir che è liberatorio perché conduce al perdono: uno dei più grandi atti d’amore possibili verso chi ci ha generati.
In una certa misura, nessuno di noi può dire di aver conosciuto fino in fondo i propri genitori. La protagonista di questo romanzo, per esempio, è una di quelle donne per cui la maternità ha significato un grande conforto e al tempo stesso un peso quasi insostenibile. Bellissima ed eccentrica, molto amata eppure sempre sola, piena di spirito ma divorata dalle depressioni, Catherine è per le sue figlie una madre grandiosa e sfuggente, come il titolo proustiano di questo libro dice con poetica precisione. Per ritrovarla, la figlia minore ormai adulta intraprende un cammino a ritroso, guidata da un’intuizione: «La sua vita me l’aveva raccontata nei minimi dettagli, ma per darle corpo occorreva immaginarla, interpretarla. Dovevo farmi narratrice a mia volta, per restituirle la sua umanità». È così che grazie a una modulazione sapiente del punto di vista sperimentiamo la sensazione quasi fisica del cambiamento dei sentimenti di una bambina di fronte all’oggetto del suo amore, del suo orgoglio e della sua disperazione. A mano a mano che il personaggio di Catherine cresce, dietro l’eroina incantevole ed eccessiva scopriamo la ragazza dilaniata da un desiderio di libertà che si scontra con ciò che gli altri, la società ma anche le sue stesse figlie, si aspettano da lei.

9788830100305

Magia nera 
di Loredana Lipperini – Bompiani – 2019 € 16.00

Una serie di racconti al limite tra vero e fantastico, che qualche volta pescano nei ritmi della fiaba tradizionale, qualche volta si spingono al limitare della distopia, dando la ribalta a personaggi sulla soglia di una scelta indispensabile e terribile, che cambierà la loro vita.
E se fosse vero? È questo che ci si chiede dopo aver letto i racconti di Loredana Lipperini. Squarci di luce e ombre lunghe su vite all’apparenza normali: mogli che perdono i mariti nella monotonia della quotidianità, madri che vivono nel ricordo di figli morti troppo presto o che devono fare i conti con la depressione post partum. Ma. C’è sempre un ma, perché all’improvviso le pagine prendono fuoco, e passioni, paure, rabbia si fanno incandescenti e bruciano di magia, annichiliscono, salvano o condannano senza rimedio. Con omaggi innamorati a Stephen King e H.P. Lovecraft e una scrittura sicura e limpida, l’autrice ci rapisce dalla realtà e ci regala quel finale inatteso a cui finora non abbiamo ancora assistito. Ma forse, chissà.

9788893463355
Allegro ma non troppo
di Vittoria Fonseca – La Vita Felice – 2019 € 12.00

 “‘Allegro ma non troppo’ rispecchia in pieno la poetica di Fonseca ma la porta avanti, così come hanno fatto i libri precedenti: sempre un passo avanti nelle nuove raccolte, un’evoluzione, un continuo mai uguale a se stesso. In ogni suo libro colpisce l’eleganza del versificare, direi la compostezza: quel modo che ha di infilare ogni parola nel verso, una dopo l’altra come se fossero perle di vetro, fragili e forti al contempo, e poi ogni verso, uno dopo l’altro, fino a chiudere la poesia. […] In questa raccolta il filo dell’ironia che ha sapientemente intessuto tutte le liriche precedenti lascia lievemente il posto a una nitidezza quasi sacrale. È la sacralità laica della vita che emerge anche laddove il sorriso ironico di Fonseca si fa largo. Ma è la risata, e non più l’ironia, che apre alla poesia: una risata che «fu chiarore negli oscuri vicoli/ e amari della vita/ora è levità e sofia […]». Fonseca cuce i pensieri del passato e i pensieri del presente sapientemente nei versi come da suo intento – «ricucirli vorrei, all’uncinetto». Nelle precedenti raccolte cuciva anche gli oggetti e le persone ai versi, ora sembra essersi acclimatata nel disperdersi della realtà – «Se n’è andata la permanenza delle cose» -, una dispersione che ai suoi occhi di poeta non è perdita ma occasione, supporto alla poesia. […]” (dalla postfazione di Anna Toscano)

 

Venezia

 

9788833130989

La chiesa di San Giacomo dall’Orio. Una trama millenaria di arte e fede
di M. Bisson, I. Cecchini, D. Howard – Viella – 2019 € 33.00

Sorta forse prima del Mille in un’area adiacente il Canal Grande e ancora ricoperta di zone lacustri che saranno poi velocemente colmate seguendo la rapida espansione della città, la chiesa di San Giacomo dall’Orio ha mantenuto il proprio carattere antico, isolata rispetto agli edifici circostanti. La piccola facciata è tuttora orientata verso il canale mentre le absidi sono rivolte verso il campo che abbraccia l’edificio quasi su tutti i lati: una situazione inusuale nella fitta trama urbana di Venezia. Per secoli il quartiere, oscillante tra la periferia e il centro realtino, è stato abitato da operai e artigiani, in prevalenza impiegati nelle manifatture tessili e capaci di manifestare un’intensa attività devozionale; poche invece le famiglie patrizie. E come un vero e proprio palinsesto, la chiesa è stata sottoposta nei secoli a continui restauri e rifacimenti che restituiscono oggi un complesso armonico, di una bellezza del tutto singolare e riconoscibile. Il volume illustra tutti questi aspetti attraverso nuove ricerche, intrecciando le committenze artistiche con l’ambiente sociale della parrocchia, la sua vita religiosa e il suo contesto urbano.

9788806235376

Rialto. Centro di una «economia mondo»di Donatella Calabi , Luca Molà , Paolo Morachiello 
Supernova – 2019 € 12.00

Al di là del mito, la mostra intende illustrare, sulla base di una selezione di documenti particolarmente significativi (disegni di edifici mercantili,  delibere, decreti, atti notarili) la storia materiale, il ruolo e l’importanza che l’insula realtina ha assunto nei secoli (soprattutto tra il XIV e il XVIII)  per Venezia e per le sue molteplici relazioni con il mondo intero. La Mostra è divisa in tre capitoli, che riguardano tre temi molto ampi: il Mercato, i Traffici e l’Economia, il Ponte. I documenti, accompagnati da brevi schede illustrative, sono stati raggruppati secondo gli stessi tre capitoli. Si tratta di una selezione fra i moltissimi disponibili, capace, tuttavia, di suggerire le ramificazioni che i temi proposti potrebbero assumere, se Venezia volesse dar seguito all’idea assai più ambiziosa di realizzare un Museo di Rialto.

images

Anch’io mi ricordo Tra Venezia Mestre e dintorni
di Bruni – CLEUP – 2019 € 14.00

Le persone della stessa generazione si riconoscono sulla base dei ricordi condivisi: le stesse scuole, gli stessi libri, gli stessi fumetti, le stesse sigarette, le stesse auto, la stessa città. Annalisa Bruni racconta attraverso i ricordi, mette insieme la sua generazione e le due città nelle quali è vissuta e cresciuta. Due città che poi sono una, come le facce di una moneta, nessuna delle due ha valore senza l’altra. Una è gridata nel mondo, Venezia; l’altra sussurrata, Mestre, che poi è così inattesa da stupire chi ci arriva.

9788883149917

Non mancherà la mia voce. Le lotte delle donne a Venezia negli anni Settanta 
di Delia Murer – Cierre Edizioni – 2019 € 9.50

La passione politica non va in pensione. La militanza è un tratto della vita. Oggi, nelle difficoltà della sinistra, in un’Italia in cui le conquiste rischiano di essere messe in discussione, anche una testimonianza può servire. Parlare degli anni Settanta, della battaglia dell’aborto, del referendum per abrogare la Legge 194, delle lotte delle donne che cambiarono la città di Venezia, può contribuire a far riflettere, a confrontarsi con le giovani, a costruire partecipazione, nuovi obiettivi ed esperienze, per riprendere il cammino del cambiamento.

Novità

 

9788845933660

Il macellaio 
di Sándor Márai – Adelphi – 2019 € 10.00

“Il macellaio” di Sándor Márai uscì per la prima volta a Vienna nel 1924, segnando l’esordio narrativo dell’autore ungherese de “Le braci”. Al centro di questo corrosivo racconto c’è Otto, formidabile e raggelante esempio di abiezione spontanea: per lui, fare a pezzi le bestie nel mattatoio o eliminare i nemici sul campo di battaglia è più o meno lo stesso. La sua, si potrebbe dire, è una vocazione ad uccidere. E sarà una serie di vittime femminili a doverne scontare le conseguenze.
“Il macellaio” di Sándor Márai anticipa il Moosbrugger dell’”Uomo senza qualità” e concentra in un personaggio indimenticabile quel sommovimento letale che condusse, uno dopo l’altro, a due conflitti mondiali. E lo fa con un racconto pacato, conciso, quasi cronachistico, capace di evocare, con somma maestria, l’inquietudine della normalità.

9788893253994

I provinciali 
di Jonathan Dee – Fazi – 2019 € 20.00

Howland, Massachusetts. Mark Firth è un imprenditore edile con grandi ambizioni ma scarsa competenza negli affari, tanto da aver affidato tutti i suoi risparmi a un truffatore; lo sa bene sua moglie Karen, molto preoccupata per l’istruzione della figlia: sarebbe davvero oltraggioso se dovesse ritrovarsi nei pericolosi bassifondi della scuola pubblica. Il fratello di Mark, Jerry, è un agente immobiliare che ha mollato la precedente fidanzata sull’altare e ha una relazione con la telefonista della sua agenzia. C’è poi Candace, la sorella, che è insegnante alla scuola pubblica locale e coltiva una relazione clandestina con il padre di una delle sue allieve. La famiglia Firth è il nucleo centrale di una estesa nebulosa di personaggi, tutti abitanti di Howland. L’intera cittadina attraversa una crisi economica che influenza le vite di tutti, accentuata dai sentimenti ambivalenti che la gente del posto nutre nei confronti dei weekender newyorkesi. Sarà proprio uno di questi a far precipitare il fragile equilibrio della comunità. Dopo l’11 settembre infatti il broker newyorkese Philip Hadi, sapendo grazie a “fonti riservate” che New York non è più un posto sicuro, decide di traslocare a Howland insieme a moglie e figlia…

9788838939242

Il detective Kindaichi
di Yokomizo Seishi – Sellerio Editore Palermo – 2019 € 13.00

“Il detective Kindaichi” di Yokomizo Seishi è uno dei testi fondativi del mystery giapponese, nonché l’esordio alle indagini dell’ispettore Kindaichi Kosuke, icona pop del cinema e della tv nipponica.
È il 1937. In uno splendido honjin si stanno celebrando le nozze tra il facoltoso Kenzo e la bella Katsuko: tutto scorre a meraviglia finché, quando è ormai quasi l’alba, si avvertono delle urla provenire dalla dependance dei due sposi. All’ingresso in camera dello zio di lei, lo spettacolo è raccapricciante: i corpi dei due giovani sono riversi a terra e coperti di sangue. Non è difficile identificare l’arma del delitto: una spada insanguinata è conficcata nella neve nel mezzo del giardino antistante l’edificio. Ma, se la neve ancora intatta non mente, l’assassino non può essere andato troppo lontano… Lo zio della sposa, deciso a far luce sull’accaduto, sceglie di rivolgersi a un vecchio amico: Kindaichi Kosuke, investigatore di professione.
Uscito a puntate in rivista nel 1946, “Il detective Kindaichi” di Yokomizo Seishi fu un caso letterario fin dalla sua prima apparizione, poi premiato nel 1948 col Premio Mystery Writers of Japan. Con influenze di Arthur Conan Doyle e Gaston Leroux, ma anche nel pieno della tradizione letteraria alta del Giappone, “Il detective Kindaichi” è un vero classico della letteratura mondiale, finalmente tradotto anche in lingua italiana.

9788868439170

Il re del fiume d’oro 
di John Ruskin – Donzelli – 2019 € 19.00

«Sono felice di far scoprire a una nuova generazione di lettori la magnifica storia del Re del Fiume d’oro» – parola del grande Quentin Blake che illustra con i suoi acquerelli questa edizione a colori del classico per ragazzi di John Ruskin. Una magica fiaba senza tempo che narra del piccolo Gluck, della sua bizzarra tazza d’oro e del bisbetico Re nano pronto a dargli man forte nella sua avvincente lotta contro l’avidità e l’indifferenza verso il prossimo, in difesa delle bellezze e dell’armonia della natura. Età di lettura: da 7 anni.

9788807033384

Il re, il cuoco e il buffone
di Daniel Kehlmann – Feltrinelli – 2019 € 18.00

“Il Re, il cuoco e il buffone” segna il grande ritorno di Daniel Kehlmann, l’autore del bestseller “La misura del mondo”, con oltre 2 milione e mezzo di copie vendute in Germania e all’estero.
Se Tyll Ulenspiegel sia realmente esistito resta per tutti un mistero. Quel che è certo è che questo giullare caciarone che si fa beffa dei potenti è parte della tradizione e dell’immaginario di ogni tedesco. Ne “Il Re, il cuoco e il buffone” Daniel Kehlmann reinventa questa figura classica del suo folklore, facendo di essa un testimone trasversale della Guerra dei trent’anni.
L’autore si immagina un Tyll Ulenspiegel bambino ad Ampleben, nel Nord della Germania, sul principiare del diciassettesimo secolo. Suo padre è appena stato mandato al rogo per stregoneria e a questo ragazzo mingherlino non resta che reinventarsi funambolo e artista di strada. Le sue qualità di giullare irriverente lo fanno vorticare tra le corti di tutto il paese, tanto che arriva persino a quella del Re d’Inverno. Ma i tempi sono bui, imperversano il freddo e la fame e una grossa guerra è destinata a spazzar via ogni buon umore. Accompagnato nel suo peregrinare dalla sorella Nele, Tyll incontra una dopo l’altra molte delle celebrità del suo tempo, dal dottor Fleming a Athanasius Kircher, dalla regina di Boemia al re di Svezia, passando nientemeno che per Albrecht von Wallenstein.
“Il Re, il cuoco e il buffone” di Daniel Kehlmann è un’opera brillante e originale, che, un po’ come “Q” di Luther Blissett, ricostruisce un passato lontano per parlarci con forza di oggi.

9788831744331

Letizia Battaglia. Fotografia come scelta di vita. Ediz. italiana e inglese 
di F. Alfano Miglietti – Marsilio – 2019 € 50.00

In occasione della mostra “Letizia Battaglia, Fotografia come scelta di vita”, (Venezia, Casa dei Tre Oci) Marsilio pubblica un volume antologico che raccoglie ben 300 scatti, molti dei quali inediti, provenienti dall’archivio storico della grande fotografa, con l’intento di raccontare un’artista, una donna e una vita.
Letizia Battaglia è riconosciuta come una delle figure più importanti della fotografia contemporanea non solo per i suoi scatti saldamente presenti nell’immaginario collettivo, ma soprattutto per il valore civile ed etico da lei attribuito al fare fotografia. Nel catalogo oltre al saggio introduttivo della curatrice Francesca Alfano Miglietti, sono presenti interventi di noti personaggi quali il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, Filippo La Mantia, e il fotografo Paolo Ventura. Un saggio di Maria Chiara Di Trapani racconta inoltre la vita nell’archivio della fotografa.
Si presenta una Letizia Battaglia inedita, fotografa di mafia ma anche della bellezza: dagli omicidi di piazza a Milano negli anni settanta agli animali, le coppie, i baci; l’inconsapevole eleganza delle bambine del quartiere Cala a Palermo; le processioni religiose, lo scempio delle coste siciliane, i volti di Giovanni Falcone, Pier Paolo Pasolini e di tante donne nelle quali la fotografa si rispecchia. Nel volume si documentano inoltre l’impegno politico, l’attività editoriale, quella teatrale e cinematografica e la recente istituzione del Centro internazionale di fotografia a Palermo.

9788823521889

Lei 
di Mariapia Veladiano – Guanda – 2019 € 12.00

Cosa c’è di divino nell’essere giovane madre di un figlio arrivato per grazia o per caso? Ci si augura per lui una vita buona: che non incontri il male, che il mondo lo accolga o almeno lo lasci in pace. È la storia umanissima di Maria, madre di Dio bambino, la stessa di ogni madre per cui il proprio bambino è Dio, vita che si consegna fragilissima e si promette eterna. Ma il figlio di Maria è troppo speciale perché la storia sia solo questa e infatti sarà altra, raccontata per generazioni in poesia, in pittura, in musica, nel vetro, nel ghiaccio immacolato, a punto croce, sulle volte delle cattedrali e sui selciati delle piazze. Qui parla Maria. Accanto a lei Giuseppe, padre che ha detto sì senza comprendere, senza nemmeno pronunciare questo sì, costruttore di un progetto di vita e di amore ben più grande di quello immaginato. Intorno a lei uomini e donne che pensano di capire, ma sanno solo chiacchierare; e gli amici del figlio, Giovanni, Simone, Giuda e anche Nicodemo, che si affannano di domande nella notte; e dottori e farisei che chiedono la verità solo per poterla negare. Sopra di lei, infine, gli angeli fanno corona, ma con le loro ali non riescono a tenere lontano il gran male del mondo, che si addensa fino a quando qualcuno griderà: «A morte». Ciò che resta è un corpo rotto senza grazia, consegnato a una madre ancora giovane, anche nel momento estremo così simile a tante madri. Ma questa è una storia troppo immensa perché tutto possa andare perduto.

9788869054525

Un segreto ben custodito. La saga dei Clifton vol.3 
di Jeffrey Archer – HarperCollins Italia – 2019 € 12.90

Londra, 1945. Il voto alla Camera dei Lord su chi debba ereditare la fortuna della famiglia Barrington è finito in parità, e la decisione finale del Lord Cancelliere getterà una lunga ombra sulle vite di Harry Clifton e Giles Barrington. Harry torna in America per promuovere il suo ultimo romanzo, mentre la sua amata Emma va alla ricerca della bambina che era stata trovata nell’ufficio di suo padre la notte in cui era stato ucciso; Giles deve difendere il suo seggio alla Camera dei Comuni, e apprende inorridito chi sarà il candidato scelto dai Conservatori. Ma sarà Sebastian Clifton, il figlio di Harry ed Emma, a influenzare il destino dello zio. Nel 1957, Sebastian vince una borsa di studio a Cambridge, e una nuova generazione di Clifton sale alla ribalta. Ma dopo essere stato espulso da scuola, viene coinvolto in una frode internazionale su una statua di Rodin che vale molto più della cifra raggiunta in asta. Diventerà milionario? Andrà a Cambridge? La sua vita è in pericolo? “Un segreto ben custodito”, terzo volume della Saga dei Clifton, risponderà a queste domande ma, ancora una volta, ne porrà molte altre.

9788845933677

Santuario 
di William Faulkner – Adelphi – 2019 € 13.00

«In confronto ad altri romanzi del Faulkner, Santuario è d’intreccio relativamente scarno: una musica a poche parti, in uno stile staccato, corposo, che s’avviluppa e monta faticosamente, con effetti poderosi… Faulkner ha dato una quantità di prosa di tale altezza e potenza, di così straordinaria complessità di contrappunto, che per molti aspetti sfida qualunque paragone». Emilio Cecchi

9788854516960

I luoghi del pensiero. Dove sono nate le idee che hanno cambiato il mondo
di Paolo Pagani – Neri Pozza – 2019 € 13.50

Da Spinoza, nel Seicento olandese, Paolo Pagani risale il tempo e lo spazio fino a Thomas Mann, inseguendo e spiando nel loro lavoro quotidiano e nell’impegno di una vita grandi filosofi e scrittori, muovendosi fra stati, città, paesi, borghi, piccoli abitati, baite, stanze in affitto, monti e mari, dal Sud al Nord dell’Europa, sino agli Stati Uniti.
I luoghi del pensiero non è un libro di filosofia, ma parla soprattutto di filosofi, delle loro vite e dei luoghi che hanno abitato. È perciò una originale cartografia intellettuale che racconta la storia delle idee e la loro genesi. Un viaggio reportage alle radici della cultura europea: nomi, case, sepolcri degli uomini che hanno cambiato la nostra visione del mondo. Soprattutto: idee nate da quei nomi, in quelle dimore, interrate in quei sepolcri, ma ancora vive perchè potenti, lungimiranti, preziose, eterne, fondative. Perchè c’è un’aura in ogni luogo, un linguaggio non detto che si impara ad ascoltare.

9788838939211

Dove un’ombra sconsolata mi cerca 
di Andrea Molesini – Sellerio Editore Palermo – 2019 € 15.00

“Dove un’ombra sconsolata mi cerca” di Andrea Molesini è un romanzo di formazione ambientato tra i canneti e le acque buie della laguna di Venezia.
È il 1943. Guido ha tredici anni, ha da poco perso sua madre e vive con il “comandante”, suo padre. Il comandante è un ex ufficiale della Regia Marina, che aveva lavorato per il Servizio informazioni e sicurezza ma era poi caduto in disgrazia perché legato a Dino Grandi. Dopo l’8 settembre, il comandante finisce a capo di uno sgangherato gruppo di antifascisti, contrabbandieri e sbandati insediato nella laguna veneta e trainato da una zingara un po’ avanti con gli anni e detta “Sussurro” (perché lei le cose le sa ancora prima che accadono).
Guido intanto ha stretto amicizia con Scola, il ripetente della classe che però è anche un ottimo pescatore. Durante le loro uscite in barca Guido gli legge “Guerra e pace” e Scola gli apre gli occhi sulle cose della vita. Il gruppo presto decide di approfittare dei due ragazzini chiedendo loro di recapitare in barca messaggi segreti da un’isola all’altra. Ma quando iniziano a verificarsi fermi e arresti ad alcuni dei membri del gruppo, il sospetto dell’esistenza di un traditore si fa sempre più reale.
In “Dove un’ombra sconsolata mi cerca”, Andrea Molesini ritrova molti dei temi di “Non tutti i bastardi sono di Vienna” (Premio Campiello 2011) – la guerra, il tradimento, il valore e la resa –, e sonda con rara delicatezza le pieghe di un animo in formazione.

9788867532650

Cucina seriale. Cucina un giorno, mangia una settimana 
di Keda Black – Guido Tommasi Editore-Datanova – 2019 € 27.00

Cos’è? Cucinare in anticipo le cene di tutta la settimana. A chi è destinato questo libro? A chiunque prediliga la cucina fatta in casa dal lunedì al venerdì. Per quante persone? Le ricette sono per 4 persone, quindi facilmente adattabili. Come funziona? Scegliete il menu che vi interessa. Definite la lista della spesa. Mettetevi in cucina la domenica per 1-2 ore al massimo. Conservate le varie preparazioni e utilizzatele ogni sera, completandole in pochissimo tempo. Ogni settimana troverete una ricetta in più per realizzare un dolce, da servire come merenda o dessert… Una cucina ingegnosa, stuzzicante ed equilibrata per tutta la settimana.

9788893448222

Il Novecento vol.2 
di Vittorio Sgarbi – La nave di Teseo – 2019 € 27.00

“I volumi del Tesoro d’Italia, e in particolare i due tomi dedicati al Novecento, sono fortemente carsici, pur dando conto di una storia dell’arte del Novecento che tutti conoscete. In questo secondo volume, come nel precedente, io indico molte vite eccitate dalla comunicazione, a fianco di artisti straordinari invece abbandonati e dimenticati. Non ho seguito ideologie, sentimenti, emozioni e passioni personali, ma ho cercato di garantire a ogni artista lo spazio che merita. La notorietà spesso non indica il valore e il mio compito è stato quello di far emergere in questo secolo così complesso, così breve e così ricco, una quantità di autori dimenticati, che rappresentano la parte più suggestiva di questo percorso. Vi esorto a leggere il mio Novecento come qualcosa che sarà per voi rivelazione di percorsi segreti, di sentieri interrotti e di meravigliosi artisti sconosciuti.” (Dall’introduzione di Vittorio Sgarbi). Prefazione di Angelo Guglielmi e Italo Zannier.

9788807892202

Millennio. La grande saga di Pepe Carvalho 
di Manuel Vázquez Montalbán – Feltrinelli – 2019 € 15.00

“Millennio”, l’ultima opera di Montalbán, il suo presagio, il suo testamento, in cui si svela finalmente la vera natura erratica di Pepe Carvalho, in fuga per il mondo, sul nascere del Ventunesimo secolo. Ma oltre a offrirci un romanzo avvincente, con Millennio Manuel Vázquez Montalbán ci consegna, attraverso gli occhi di Carvalho e Biscuter, una visione vivida e inquietante del mondo attuale. Direttamente ispiratosi a tre archetipi della tradizione romanzesca europea – ossia “Il giro del mondo in ottanta giorni” di Verne, il “Don Chisciotte” di Cervantes e “Bouvard e Pécuchet” di Flaubert – Montalbán supera se stesso per suspense e umorismo, eleganza e semplicità della prosa, per l’esotismo e la profonda riflessione socioculturale. Un viaggio da Barcellona al nostro paese, attraverso tutta l’Asia. Fino in India e Afghanistan, e poi ancora a Bangkok, Singapore e infine il Sud America.

9788872240342

Vivere felici senza plastica. La guida definitiva. Non ci sono più scuse
di Janmejaya Sinha, Chantal Plamondon – Sonda – 2019 € 18.00

Il libro che in America ha scatenato il dibattito sulla «virtuosità» della raccolta differenziata: riciclare è insufficiente, bisogna eliminare.
Ormai non ci sono più scuse: bisogna eliminare la plastica. Animali che muoiono soffocati. Un’isola di plastica, grande 3 volte la Francia, che galleggia nel pacifico… non se ne può più. Una mappa dettagliata della situazione e una rassegna completa di tutte le alternative disponibili alla plastica.
Questo libro spiega come ognuno di noi può correre ai ripari. In dettaglio:
– come rendere la casa a prova di plastica dalla cucina al bagno passando per il giardino;
– come utilizzare materiali alternativi alla plastica vetro, ceramica, bambù…;
– come abbracciare un’economia locale più rispettosa dell’ambiente e della comunità;
– come diffondere il verbo «senza plastica» in famiglia, con gli amici, sul lavoro.

9788861054011

Manuale di autodifesa europeista. Come rispondere alla sfida del sovranismo di Sergio Fabbrini – Luiss University Press – 2019 € 18.00

“Prima della grande crisi di questo decennio chi era fuori dall’Unione anelava l’ingresso tra gli Stati membri. Come si è arrivati all’esplosione del sentimento antieuropeista di oggi?”
Ci troviamo in un momento epocale per il nostro continente. L’Unione europea mai come oggi vede messa a rischio la sua stessa sopravvivenza: attaccata su più fronti, all’esterno, Putin e Trump fanno di tutto per dividerla, all’interno, partiti e leader sovranisti fanno di tutto per indebolirla. Bisogna capire perché tutto ciò è avvenuto, partendo dai punti di debolezza dell’Unione, affinché gli europeisti rispondano alla sfida sovranista, per riportare l’Europa “libera e unita” alla sua missione storica.

9788811608257

Tempo curvo a Krems 
di Claudio Magris – Garzanti Libri – 2019 € 15.00

I cinque protagonisti di questi racconti si ritrovano tutti a fare i conti con un tempo che sembra non avere inizio né fine, corrente di un fiume che conduce alla foce e alla sorgente. Il ricco e ormai vecchio industriale che inscena una beffarda ritirata dalla vita; il maestro di musica che dopo tanti anni rivede il proprio allievo in un incontro di ambigua ed elusiva crudeltà; il viaggiatore che, nella piccola e assopita cittadina di Krems, mosso da una coincidenza apparentemente insignificante, scopre il non tempo della vita e dell’amore in cui tutto è presente e simultaneo; il vecchio scrittore ospite d’onore di un premio che misura la propria estraneità al mondo e ai riti della letteratura; e infine il sopravvissuto della Grande Guerra e della grande stagione culturale della Trieste absburgica e irredentista che osserva le riprese di un film dedicato a una vicenda della sua giovinezza e di quella dei suoi amici stentando a riconoscere sé stesso e i propri compagni nei gesti e nelle battute degli attori che li interpretano. Ironicamente crudeli, malinconicamente sobri, i cinque personaggi sembrano a poco a poco attutire l’intensità delle loro esistenze, sfumando la distinzione tra finzione e realtà, con la consapevolezza che anche «le pagine invecchiano come le cose vive: fanno orecchie d’asino, si sgualciscono, avvizziscono. Come la mia pelle».

9788869054839

È il suono delle onde che resta 
di Clizia Fornasier – HarperCollins Italia – 2019 € 17.00

Clizia Fornasier, volto amato del piccolo e del grande schermo, arriva in libreria col suo primo romanzo: “È il suono delle onde che resta”, una storia delicata e struggente su come la felicità arriva quando meno te l’aspetti.
Caterina è un’anziana signora che ha scelto di dedicarsi all’arte e di allontanarsi dal mondo. Per concentrarsi sul suo lavoro ha deciso di vivere in un’isola, in una casetta arroccata in cima a una scogliera, distante da tutto e da tutti. La notte di Natale, però, qualcosa irrompe nella sua quiete. Un rumore di ventri infranti attira la sua attenzione, finché Caterina non si accorge che una bambina, completamente zuppa e priva di sensi, giace sul pavimento del suo salotto. Cosa ci fa quella creatura indifesa in casa sua? Turbata dalla circostanza e disabituata ormai al contatto umano, Caterina si limita a coprire la bimba con una coperta. Quando la mattina dopo si sveglia, lei ha ripreso coscienza, ma non rammenta nulla dell’accaduto, né tanto meno del suo passato. Il solo ricordo che conserva è quello della voce di suo padre e di una musica in lontananza.
“È il suono delle onde che resta” di Clizia Fornasier è la storia toccante e intensa di due anime femminili perdute e sole, che, un po’ alla volta, insieme, ricominciano ad amare.

9788807173561

Qualcosa di sinistra. Idee per una politica progressista
di Salvatore Veca – Feltrinelli – 2019 € 19.00

“Sono gli anni in cui dalle nostre parti, in Europa e in giro per il mondo, la sinistra conosce un inesorabile destino di perdita e dissipazione. Perdita di popolo e di consenso e dissipazione di culture che sono eredi, nel bene e nel male, di una grande storia che sembra ormai irrevocabilmente alle nostre spalle.” Per la prima volta nella nostra storia repubblicana una politica populista e sovranista occupa il discorso pubblico e lavora per smantellare la prospettiva di civiltà e di arte della convivenza nella diversità. Secondo Salvatore Veca, c’è un compito difficile ma ineludibile al quale non possiamo sottrarci: “Ragionare insieme sulla prospettiva alternativa di una sinistra europea per il ventunesimo secolo”. Rinunciare a questa sfida significa arrendersi a una classe politica disposta a cancellare il principio della pari dignità per tutti e l’impegno a rimuovere gli ostacoli al pieno sviluppo della persona. Eppure, abbiamo ragioni fondamentali contro la trasformazione della democrazia in oligarchia, in dominio della maggioranza, in tirannia populistica. Abbiamo ragioni fondamentali contro la demonizzazione del disaccordo e del dissenso, che sono invece il succo della democrazia. Abbiamo ragioni fondamentali contro lo spettro che ritorna e si aggira, dalle nostre parti, di una società castale, caratterizzata da una crescente e intollerabile forbice delle disuguaglianze economiche e sociali. Questo libro ricorda alla sinistra ciò che ha perso: l’idea di sviluppo umano come libertà di chiunque, ovunque. E compie il gesto coraggioso di aprire un dibattito, per ragionare insieme e restituire al presente un futuro disegnato da una nuova visione politica.

9788897011781

Uno yankee in Canada. Ediz. integrale 
di Henry David Thoreau – Ortica Editrice – 2019 € 13.00

Questo testo è una delle migliori occasioni che abbiamo di scoprire che Thoreau non è solo “il più importante scrittore americano di storia naturale”, ma anche un autore che riesce a trarre dall’osservazione della natura la possibilità di raccontare la storia di un popolo, la sua vita quotidiana e le sue prospettive future. I luoghi toccati da Thoreau nel suo breve e unico viaggio fuori dagli Stati Uniti – dal 25 settembre al 3 ottobre del 1850 – appartengono tutti a quella che oggi è la provincia del Québec: Montréal, Montmorency, Sainte-Anne-de-Beaupré, Québec, il San Lorenzo. “Mentre viaggiavamo verso nord gli aceri da zucchero, i faggi, le betulle, le cicute, gli abeti, i noci e i frassini dominavano sempre più il paesaggio. Per il viaggiatore di passaggio il numero di olmi in una città è il metro della sua civiltà. Il Canada che vidi non era semplicemente un posto dove terminavano le ferrovie e dove si rifugiavano i criminali. Le cascate erano come una droga, e noi ne diventammo dipendenti. Ce ne eravamo abbeverati troppo.” Un diario di viaggio di Thoreau, un ritratto del Canada, ricco delle descrizioni dei paesaggi che la Natura offriva e degli uomini che incontrava lungo il cammino.

9788829700264

La vita invisibile di Ivan Isaenko 
di Scott Stambach – Marsilio – 2019 € 17.50

Questa è la storia di Ivan Isaenko raccontata di suo pugno, su fogli macchiati, con una calligrafia incerta e la penna ormai scarica. Una storia che, se non fosse stata fermata su queste pagine, sarebbe svanita negli angoli più oscuri dell’Europa dell’Est, risucchiata da una Storia che immortala i grandi eventi ma cancella le vite minuscole.
Ivan ha diciassette anni ed è uno degli ospiti dell’Ospedale per bambini gravemente ammalati di Mazyr, in Bielorussia. Le radiazioni liberate nell’atmosfera dall’esplosione di uno dei reattori nucleari della centrale di Chernobyl il 26 aprile 1986 gli hanno provocato malformazioni e mutazioni genetiche, ma non ne hanno intaccato lo spirito acuto, l’intelletto straordinario e il vorace appetito per i libri. Ogni giorno sarebbe uguale all’altro, nella vita di Ivan, ma il ragazzo riesce a trasformare tutto in un gioco, al servizio del proprio divertimento. A scuotere la sua routine arriva, però, una nuova residente dell’ospedale, Polina. Ivan all’inizio non la sopporta. La ragazzina gli ruba i libri, sfida le regole del suo universo magico, si fa amare da tutte le infermiere. Ma in breve anche Ivan ne è attratto in modo irresistibile. Comincia così una storia d’amore tenera e coraggiosa, che consente ai due giovani degenti di scoprire il mondo come mai avevano fatto prima. Fino all’incontro con Polina, Ivan si limitava a sopravvivere, in uno stato di orgogliosa distanza dalle cose e dalle persone. Ora vuole qualcosa di più: vuole che Polina resti viva.

9788845933707

Il picnic e altri guai
di Gerald Durrell – Adelphi – 2019 € 12.00

In questa raccolta nella quale, inopinatamente, mancano gli animali, Gerald Durrell ci propone con la consueta, vivacissima grazia cinque storie di grande malia, spaziando in generi per lui insoliti: l’erotico, il macabro, lo horror. E ci offre con prodigalità la sua dote più amabile: l’arte di trasformare ogni esperienza in divertimento.

9788854517455

Benedetto sia il ladro 
di Alan Wall – Neri Pozza – 2019 € 15.00

Con virtuosismo ed erudizione, Alan Wall dona al lettore «un libro pieno di passione sul potere dell’arte di salvare o distruggere una vita» (The Observer).
Nato e cresciuto negli Stati Uniti, all’età di undici anni Thomas Lynch viene spedito dalla madre e dal patrigno alla scuola Robert Southwell, in Inghilterra, come suo padre prima di lui. Del padre, che non ha mai conosciuto, Thomas sa poco e niente, se non che ha trovato la morte nell’esplosione del dirigibile Hindenburg, nel 1937. Fin dal primo giorno a Southwell, grigia scuola cattolica immersa nel gelo sferzante della brughiera, Thomas capisce che non avrà vita facile: gli inverni sono oltremodo rigidi, gli insegnanti non lesinano punizioni corporali e gli altri studenti si fanno beffe di lui e del suo accento yankee. La salvezza, per il giovane, è quella di essere preso sotto l’ala protettrice del dottor Grimshaw, il preside, un uomo dai modi spigolosi ma di grande erudizione. Con il passare del tempo, Grimshaw diventa una figura paterna per Thomas: gli apre le porte della sua casa e del suo sapere e lo introduce nella misteriosa Delaquay Society, una setta di collezionisti delle opere di Alfred Delaquay, enigmatico illustratore del XIX secolo, tanto geniale quanto oscuro e perverso. Le condizioni per appartenere alla società sono poche, ma rigorose: i libri illustrati a mano da Delaquay, spesso esistenti in una sola edizione, non possono essere venduti o barattati, ma solo scambiati con un’altra edizione della Delaquay Society. Ed è severamente proibito riprodurli. Giorno dopo giorno, con sempre maggiore intensità, Thomas viene preso da una sordida ossessione per l’opera di Delaquay, fino a trasgredire le ferree regole imposte dalla setta. La sua bravura nell’imitare le opere dell’artista, infatti, lo porterà a violare tutti i principi a cui ha aderito, gettandolo nell’ignominia e nella disgrazia, ma permettendogli di scoprire i segreti nascosti nel passato della sua famiglia.
9788807032394Le cose che bruciano 
di Michele Serra – Feltrinelli – 2019 € 15.00

“Le cose che bruciano” di Michele Serra è la storia di un cinquantenne che lotta con forza per riformare se stesso.
Attilio Campi si è rovinato con le sue stesse mani. La sua carriera politica si è bruciata in fretta dopo la bocciatura del suo disegno di legge per la reintroduzione dell’uniforme obbligatoria nelle scuole; delusione alla quale Attilio, rancoroso per indole, ha risposto lasciando baracca e burattini e ritirandosi in campagna. Ora passa il suo tempo a tagliare legna e imitare il verso del rigogolo. Ma questo non gli impedisce di essere geloso di sua moglie e dei suoi viaggetti, né di rimuginare con astio sui nemici vecchi e nuovi, come il fastidioso testimone di Geova della domenica o il rivale storico Ettore Mirabolani, giornalista. Attilio però stavolta vuole dare un taglio a tutto questo: desidera la pace con Mirabolani e la tranquillità per il suo spirito irrequieto. Per raggiungerla, decide di intraprendere un viaggio verso l’umiltà. Ma il percorso si rivelerà tortuoso e accidentato.

Novità

 

9788832826371

Autodafé dello spirito 
di Joseph Roth – Castelvecchi – 2019 € 12.50

“Autodafé dello spirito” è la testimonianza dell’impegno civile e politico di Joseph Roth durante gli anni dell’esilio, dal 1933 al 1939. È il grido d’allarme di un intellettuale che non vuole cedere alla follia criminale che lo circonda, ma vede chiaramente il baratro verso il quale la Germania nazista sta trascinando l’Europa. Attraverso questi articoli possiamo ricostruire le urgenze e gli sviluppi del pensiero dello scrittore: il suo scivolare dall’iniziale socialismo verso posizioni monarchiche (ma
sempre in chiave antifascista), la rivendicazione dell’erranza ebraica (contrapposta al sionismo e alla ricerca di una patria geografica), la difesa dei valori umanistici della cultura europea. Mentre descrive i roghi di libri, l’abbrutimento della propaganda
e le colpevoli esitazioni delle democrazie, la scrittura di Roth oscilla tra il sarcasmo, la disperazione e improvvisi slanci di speranza, ma la sua visione rimane lucida fino alla fine. Fino all’ultimo articolo, pubblicato il giorno prima del ricovero in ospedale, dove l’ombra dei campi di concentramento invade il simulacro svuotato di senso della cultura tedesca: «La quercia di Goethe a Buchenwald».
9788873647355Dal Brasile 
di Rudyard Kipling – Nuova Editrice Berti – 2019 € 17.00

 

Nella primavera del 1927, Kipling fa un viaggio in Brasile con la moglie e raccoglie le sue impressioni in sette articoli per il “Morning Post”, pubblicati tra novembre e dicembre dello stesso anno. Tutti gli articoli sono accompagnati da una poesia e descrivono con un tocco di ironia le meraviglie esotiche del paese: dal brulicante traffico di Rio alla sconvolgente estensione dell’Amazzonia, fino alle intricate mangrovie del Pantanal, e ancora i treni, la gente, gli animali, le industrie… ogni singolo dettaglio contribuisce a restituirci le vibrazioni del Brasile d’inizio Novecento.

9788833210230

Morte di un’ingorda. I casi di Hamish Macbeth 
di M. C. Beaton – Astoria – 2019 € 16.00

Un incontro per single organizzato a Tommel Castle, l’albergo di lusso del villaggio di Hamish, si trasforma presto in tragedia.
A Tommel Castle, l’hotel di lusso gestito da Priscilla, grande amore segreto di Hamish Macbeth, si danno appuntamento alcuni soci di un costosissimo club per single, col desiderio manifesto di trovare una dolce metà danarosa e di classe. Nonostante Maria Worth, l’agente che li ha riuniti, pensi di aver fatto un buon lavoro, i convenuti iniziano ben presto a detestarsi. Tra i più odiati c’è Peta, la golosissima e maleducata socia in affari di Maria, che piomba all’improvviso al castello e semina zizzania e sconcerto fra i presenti. Tempo pochi giorni, però, e Peta viene ritrovata morta soffocata, con tanto di una beffarda mela ficcata in bocca. Il colpevole si nasconde tra gli altri single riuniti al castello? Alle indagini di Hamish l’ardua sentenza.

9788869937699

Diario di un pellegrinaggio
di Jerome K. Jerome – Elliot – 2019 € 11.50

Pubblicata nel 1891, due anni dopo “Tre uomini in barca”, l’opera ha la classica struttura degli altri capolavori di Jerome K. Jerome. In questo caso si tratta di un pellegrinaggio verso un teatro di Ober-Ammergau, a ottanta chilometri da Monaco, dove ogni dieci anni viene messa in scena una celebre rappresentazione della Passione di Cristo. Il viaggio, come sempre in Jerome, non è che la scusa per dare il via a esilaranti sequele di inconvenienti, ricordi, riflessioni e tirate nonsense, disseminate sulla pagina dove ogni singola parola sembra pensata per provocare una sonora risata.

9788833531113

Credo in Dio e negli uomini. Storia di Etty Hillesum 
di Patrick Woodhouse – Lindau – 2019 € 19.50

Il 9 marzo 1941, nella Amsterdam oppressa dall’occupazione nazista, una studentessa ebrea olandese di 27 anni comincia a scrivere un diario destinato a diventare uno dei più notevoli documenti emersi dall’Olocausto. Mentre l’incubo della persecuzione e della guerra assume toni sempre più cupi, Etty Hillesum imbocca un percorso che la porta ad assumere consapevolmente il ruolo di testimone e cronista della terribile realtà a lei contemporanea e a diventare un punto di riferimento per le persone di cui condivide le sofferenze nel campo di smistamento di Westerbork e insieme alle quali parte, per non tornare più, sul treno diretto ad Auschwitz. Attraverso il suo diario e le sue lettere, questa giovane donna approfondisce la sua ricerca di sé e di Dio, interrogandosi sui sentimenti di odio così diffusi fra la gente e sulla vera natura dei carnefici, e maturando una interiorità e una spiritualità così ricche da alimentare, nel periodo più buio del XX secolo, una fortissima speranza nella bontà e nel senso dell’esistenza. La lettura che Woodhouse ha compiuto della sua vita e dei suoi scritti ha, tra gli altri, il pregio di mettere in luce l’attualità di una personalità, la cui sensibilità umana e religiosa è molto vicina a quella delle generazioni del dopoguerra. La storia e il pensiero della Hillesum costituiscono un’importante fonte di ispirazione e riflessione sul vivere, sull’uomo, sulla responsabilità e su Dio. Prefazione di Rowan Williams, arcivescono di Canterbury.

Post-Istagram-100x100

Chinaberry
di James Still – Mattioli 1885 – 2019 € 16.00

“Era un luogo in cui metà del creato era cielo, un luogo che non avrei mai immaginato potesse esistere, e meno ancora me lo sarei aspettato. Il giorno prima eravamo passati per Waco, diretti a ovest in cerca di lavoro. I campi di cotone che fino a quel momento avevamo visto lungo la strada iniziavano appena a farsi bianchi, e quindi non avevamo trovato nessuno che avesse già bisogno di noi.
Eravamo in quattro. Il capo era Ernest, un vedovo più o meno sulla quarantina, che era già stato da quelle parti, in circostanze simili. Poi c’erano due giovanotti, Cadillac e Rance, entrambi ventenni, chiamati ‘i Cretini’, e per buone ragioni. E poi io – tredici anni, a piedi scalzi, con i miei abiti poveri: una camicia che mi aveva cucito mia madre e un paio di salopette da lavoro.
Ce ne stavamo in un angolo polveroso vicino al tribunale, sotto il sole che picchiava. Ci passavano accanto diversi uomini, che ci lanciavano un’occhiata. Uno sputò e disse: “Siete arrivati con una settimana d’anticipo. Il mio raccolto non è ancora pronto. Tra sette giorni da oggi avrò del lavoro per voi. Anzi, senz’altro mi servirete.” Ma rimase a guardarci riflettendo, suppongo, se nei suoi campi ci fosse già abbastanza cotone per una prima raccolta. E forse era proprio quello il motivo per cui rimase lì, e anzi fu raggiunto da altri due tipi. Uno di loro s’avvicinò ancora di più, e anche lui rimase a osservarci. Non era un agricoltore, come si poteva facilmente capire dal suo modo di vestire. Indossava un paio di vistosi stivali da cowboy e il tipo di cappello che in genere portavano gli allevatori di bestiame, come in seguito avrei appreso.
Me ne stavo seduto lì, nella polvere, con la falda del cappello di paglia abbassata per ripararmi il viso dal sole. Il cappello aveva un buco in cima, e suppongo che da quel foro mi sporgesse un ciuffo di capelli. Avevo i talloni incrostati e duri come il cuoio, perché, come accadeva ogni estate, ero andato a piedi scalzi; e immagino che anche i gomiti non fossero meglio. In casa eravamo dieci figli, e sebbene ogni giorno con uno straccio umido mia madre mi togliesse il sudiciume depositato sul collo e insistesse perché mi lavassi i piedi prima di andare a letto, non c’era verso di dare una sbiancata ai miei piedi bruciati dal sole.”

9788806230616

Almarina 
di Valeria Parrella – Einaudi – 2019 € 17.00

“Almarina” di Valeria Parrella è un romanzo delicato e toccante, ambientato in una piccola isola del Golfo di Napoli.
Esiste uno straccio di terra che fa capolino dal mare, di fronte al promontorio di Posillipo: è l’isola di Nisida. Elisabetta vive e lavora lì. Cinquantenne sola, dà lezioni di matematica nel carcere minorile dell’isola e la sua esistenza è ormai un arrancare stanco. Sarà l’arrivo di una nuova allieva a darle uno scossone: Almarina è una ragazzina romena che si porta addosso i segni di una storia difficile. Proprio all’interno della loro classe – vera e propria isola nell’isola – potrà prodursi per entrambe il miracolo di un nuovo inizio.
Con “Almarina” Valeria Parrella parla con coraggio della sua terra e delle ferite che l’attraversano; e lo fa con una lingua limpida e cristallina, che ha tutta la bellezza delle cose semplici.

9788806240783

Oltre il giardino. Filosofia del paesaggio
di Venturi Ferriolo – Einaudi – 2019 € 12.00

Trasformare il mondo in un giardino e il giardino in un mondo. Il giardino è immagine e metafora del vivere in armonia per disporsi a una relazione, che va ripensata, fra uomini, animali e natura.
La filosofia insegna, fin dall’originario significato del giardino quale grembo della vita, ad agire nel rispetto del nostro pianeta: in definitiva di noi stessi. È un pensiero rivolto al futuro, ancorato al mito eterno di una figura vitale, immagine del paradiso possibile dove tornare al dialogo con la natura in una visione unitaria dell’esistenza. Questa filosofia è di urgente attualità per combattere la povertà del mondo e curare le terre dove abitiamo, difendendole dall’aggressività liberista, per salvare, con il mito eterno, la nostra vita. Come operare per trasformare il mondo in un giardino? È la metafora poco indagata del buon luogo, offuscata dalla moderna contrapposizione fra uomo e natura; essa recupera – nella prospettiva di un mondo accogliente – la visione olistica della natura quale totalità di uomini, animali, vegetali e minerali; lì dove agisce l’etica della responsabilità contro il deterioramento del nostro pianeta, unico e irripetibile.

9788806235376

Canicola. 87° distretto 
di Ed McBain – Einaudi – 2019 € 15.00

Nel mezzo di una torrida estate metropolitana, un artista muore per overdose da barbiturici dentro un appartamento bollente. Toccherà alla squadra di Carella svelare i retroscena di un caso che pare fin troppo lineare.
A Isola, il quartiere della città immaginaria che per McBain simboleggia New York, fa un caldo d’inferno. Eppure Carella e soci sono costretti a stazionare per ore in un appartamento pestilenziale, in attesa del verdetto del medico legale intento a esaminare un cadavere. Si tratta di Jeremiah Newton, affermato artista trovato morto dalla moglie appena rientrata da Los Angeles, riverso sul letto in una stanza dove la temperatura sfiora i 40°. Overdose da farmaci è il responso. Sono tanti, però, i dettagli che contraddicono l’ipotesi del suicidio: il terrore della vittima a ingoiare qualsiasi tipo di pillola, i milioni che aveva ereditato dal padre e una moglie esasperata che progettava il divorzio. Nel frattempo l’agente Kling, punta di diamante della squadra, deve affrontare uno psicopatico appena uscito dal carcere, e i sospetti terribili che avvelenano il suo matrimonio.
“Canicola” è uno degli episodi più riusciti della serie di culto di McBain, dove i casi da risolvere si intrecciano alle vicende dei detective dell’87° Distretto.

9788856669480

Il potere dei vinti 
di Pino Aprile – Piemme – 2019 € 16.50

Con il crollo del muro di Berlino, cadono le visioni millenaristiche dell’umanità, che dopo tanti secoli si erano ridotte a due, divise da quel muro. Aloisio Lepirro aveva un amore, un gemello, un’idea per un mondo migliore e un lavoro molto importante per cercare di costruirlo. Quando trova il fratello con la sua donna e lo vede morire, la sua idea di un mondo migliore finisce sotto le macerie del muro e il suo lavoro si riduce solo a molti soldi, comprende che è il momento di andare. Per questo decide di sparire, con un nuovo nome, U’ Tis, e con un ritorno, non programmato, alle origini della sua famiglia, dove la terra finisce, nel golfo di Leuca. E in quel posto dove non accade nulla, succederà di tutto (delitti, incontri con i padroni della Terra, una donna con uno strano potere, un amore e il passato che riappare e, finalmente, svela la verità). Finché, con una barca a vela, U’ Tis, per far tacere un grido interiore o avere una risposta, andrà incontro alla tempesta peggiore di sempre, che nasce dallo scontro fra lo Jonio e l’Adriatico. Solo lui potrà decidere se far vincere il mare, se vivere o morire, artefice fino all’ultimo del proprio destino. Un romanzo intenso e febbrile che ci ricorda, in un mondo dominato dall’inganno di poter essere tutti vincitori, il valore e il potere dei vinti.

9788804711063

Quando Einstein passeggiava con Gödel. Viaggio ai confini del pensiero 
di Jim Holt – Mondadori – 2019 € 25.00

Il momento della giornata preferito da Albert Einstein a Princeton era la passeggiata per tornare a casa dall’Institute for Advanced Studies, dove era considerato una celebrità. A rendere la camminata ancora più gradita fu l’arrivo dall’Europa, nei primi anni Quaranta, di un collega eccentrico e bizzarro, che a molti appariva sospetto. Si trattava di Kurt Gödel, un logico e matematico austriaco sconosciuto al pubblico ma ammirato dagli scienziati di tutto il mondo. Einstein amava quelle chiacchierate in tedesco, e coloro che li osservavano lungo la strada, probabilmente, avrebbero voluto sapere cosa ci trovasse di tanto interessante in un personaggio così inavvicinabile, annichilito dal terrore di essere avvelenato dai gas del frigorifero. Che cosa li appassionava tanto? La politica, la teoria quantistica, la relatività?
Ispirato dalle loro ipotetiche conversazioni e affascinato da questa insolita amicizia, Jim Holt, divulgatore scientifico di fama internazionale, ha raccolto i suoi saggi più brillanti scritti negli ultimi vent’anni per raccontare alcune tra le teorie e le scoperte più innovative in campo matematico, fisico e filosofico degli ultimi secoli: dal teorema dei quattro colori al panpsichismo, dai frattali all’infinitesimo, dalla macchina di Turing all’ipotesi di Riemann, dalla natura della verità all’illusione del tempo. I progenitori di questi concetti così disparati hanno tutti vissuto vite stravaganti, incredibili e spesso dall’esito tragico, come Sir Francis Galton, cugino di Darwin e primo eugenista della storia, che visse avventure strabilianti nell’Africa meridionale e affrontò re Nangoro, che si diceva fosse l’uomo più grasso del mondo. Le loro idee hanno tutte esercitato un’influenza fondamentale sul nostro modo di concepire la realtà, la conoscenza e la condotta morale: fisica, astronomia, matematica pura, metafisica e neuroscienze condividono una serie di domande su di noi e su come viviamo, ma anche la ricerca estenuante di risposte tanto plausibili ed efficaci quanto semplici e belle.
In “Quando Einstein passeggiava con Gödel” la spigliatezza del filosofo e la disciplina dello scienziato, che contraddistinguono l’autore, si mescolano in una lettura sagace e al tempo stesso spassosa. Una vera e propria visita guidata in un museo cosmico, in cui ogni opera è introdotta da una guida preparata e capace di suscitare uno stupore genuino di fronte ai capolavori più sconvolgenti e misteriosi mai elaborati dall’uomo.

978889342052HIG

I trasgressionisti
di Giorgio De Maria – Frassinelli – 2019 € 15.00

Prossimo al matrimonio e spronato da un amico, l’anonimo protagonista del romanzo decide di aderire ai Trasgressionisti; come suggerisce il nome, questa setta si propone, attraverso trasgressioni man mano sempre più eversive, di sovvertire le consuetudini, l’ordine sociale, il potere costituito e l’egemonia del pensiero dominante. Riuscirà il nostro antieroe a sfuggire alle nozze abbandonando la sposa all’altare? Avrà il coraggio di varare una nuova esistenza all’insegna di piccole e grandi ribellioni? La risposta agli interrogativi sarà svelata in questo stesso libro, ma solo alla fine, quindi meglio non sbirciare o barare sfogliando veloci le pagine, anche se forse sarebbe abbastanza trasgressivo. Dopo il successo postumo di Le venti giornate di Torino, long-seller internazionale dall’incredibile fortuna, Giorgio De Maria torna con un’opera di nuovo ripescata da un ingiusto oblio, sempre ambientata a Torino e sempre con un protagonista senza nome, ancora una volta premonitrice, spiazzante, oscura, ironica ai limiti del cinismo. Se Le venti giornate è stato a buona ragione definito «l’unico, autentico romanzo maledetto italiano», I Trasgressionisti è un manuale sulla disobbedienza come regola di vita, perfidamente originale e allo stesso tempo alla stregua di classici moderni come Lo straniero, Fight Club e Trainspotting.

9788820066772

Leonardo svelato. I segreti nascosti nei suoi capolavori
di Costantino D’Orazio – Sperling & Kupfer – 2019 € 18.00

Chi entra in contatto con Leonardo corre il rischio di perdersi nel suo labirinto. Pittore, scultore, inventore. Scienziato, musicista, architetto. L’eclettico Vinci è considerato uno dei più grandi geni dell’umanità, l’autore del quadro più famoso al mondo, il precursore di numerose invenzioni moderne, ma rimane uno dei personaggi più enigmatici della Storia. Sono molte le domande che aleggiano ancora intorno alla sua figura: perché non è mai riuscito a portare a termine uno solo dei suoi lavori, come nel caso della Gioconda? Perché uno scienziato del suo livello ha realizzato un Cenacolo così fragile? Perché non siamo in grado di identificare con certezza nessuno dei personaggi da lui ritratti, come la Belle ferronière? Anche oggi, a 500 anni dalla sua scomparsa, continuano ad affiorare nuovi dubbi sulla vita e l’opera di Vinci: qual è la verità sul suo primo disegno? Quale storia si cela dietro il ritrovamento del Salvator mundi? Perché circolano così tante fake news sul conto di uno dei più grandi artisti italiani? In questo libro appassionante, aggiornato alle ultime scoperte, Costantino D’Orazio decifra il genio di Leonardo usando i dipinti come un filo d’Arianna nell’esplorazione della labirintica mente dell’artista. Ogni opera pittorica infatti è l’occasione per approfondire un lato della estrosa personalità di Leonardo, perché tutti gli ambiti di ricerca a cui si è dedicato, dall’anatomia allo studio della natura, dall’ingegneria alla musica, trovano modo di esprimersi attraverso il suo pennello. L’autore ci aiuta a comprendere quei dettagli che, come tessere di un puzzle, contengono indizi che svelano l’enigma più grande: chi era davvero Leonardo da Vinci.

9788806240455

In fondo alla palude 
di Joe R. Lansdale – Einaudi – 2019 € 13.00

Un assassino efferato e misterioso si aggira per le paludi del Texas orientale. Harry e la sua sorellina Tom credono si tratti del mostruoso Uomo Capra di cui raccontano le leggende. Ma scopriranno, in un’estate carica di pioggia, che la realtà è più oscura di qualsiasi loro fantasia.
Harry ha undici anni e passa gran parte delle giornate, come tutti i ragazzini di quell’età, a pescare sulle rive del fiume Sabine e a scorrazzare per i boschi insieme all’amato cane Toby e la sorella Tom. Sono tempi duri, c’è la Depressione, ma a lui non serve molto altro per essere felice. La sua vita però cambia quando scopre il cadavere martoriato di una donna nera nelle acque della palude. Inizia così la grande avventura che lo porterà a varcare per sempre il confine che segna la fine di ogni infanzia, quel punto oltre il quale il mondo smette di essere abitato dai mostri e inizia a riempirsi dei fantasmi che tormentano le esistenze degli adulti.

9788806240271

La fine della fine della terra 
di Jonathan Franzen – Einaudi – 2019 € 18.50

La fine del mondo? Jonathan Franzen non cede alla tentazione di nascondersi dietro giudizi universali e profezie maya. Perché, afferma, lo scrittore è come un pompiere «il cui compito è tuffarsi in mezzo alle fiamme della vergogna mentre tutti gli altri scappano». Dal cambiamento climatico ai social network, da Trump al birdwatching, dalla New York dei primi anni Ottanta agli eventi traumatici dell’11 settembre 2001, dall’Africa orientale all’Antartide: Franzen si confronta con la complessità del presente a colpi di riflessioni acute e spietata ironia, disposto a mettere in discussione tutto – compreso se stesso – per interpretare la realtà. E magari provare a cambiarla.

9788851169251

Allegro con fuoco. Innamorarsi della musica classica 
di Beatrice Venezi – UTET – 2019 € 16.00

Tra spartiti e semiminime, biografie di compositori e di direttori d’orchestra, Beatrice Venezi ci mostra come la musica classica, una volta libera dagli stereotipi, sia un bene globale: una bellezza che appartiene a tutti.
La musica classica è di tutti. Per troppo tempo l’abbiamo considerata noiosa, adatta a vecchi ricchi intellettuali, lontano dal suono dei tempi; l’abbiamo legata al flauto dolce a cui ci costringevano a scuola; alle occhiatacce per un applauso sbagliato a teatro; a simboli incomprensibili annotati su fogli ingialliti. Per troppo tempo abbiamo lasciato che pregiudizi e cliché ci tenessero lontano dalla bellezza che per secoli ha sedotto uomini e donne, di tutte le classi e di tutte le età. Beatrice Venezi, neppure trent’anni, non si è lasciata sopraffare da questi luoghi comuni: ha scoperto la bellezza istintiva di una composizione classica fin da piccola, l’ha inseguita sugli spartiti, l’ha studiata e oggi, cerca di portarla in ogni orchestra che dirige in tutto il mondo. Beatrice non ha dubbi: chiunque, anche oggi, può innamorarsi della musica classica, proprio come ha fatto lei. Forse basta farsi condurre dalla giusta guida. La melodia diventa così un mezzo per scoprire il mondo, il ritmo un tentativo di ascoltare noi stessi e l’armonia una prova di vita sociale. E a ben guardare le trame dell’opera sembrano ricalcare la nostra attualità: così Carmen diventa un simbolo per combattere la violenza sulle donne, e la Bohème una trasposizione parigina di serie tv di successo come Friends o How I Met Your Mother.
9788817138949Un anno di dominazione fascista 
di Giacomo Matteotti – Rizzoli – 2019 € 17.00Se la dittatura non è stata instaurata, la Camera è pregata di non nutrire illusioni. Se farà dei mali passi sarà soppressa; «Noi non temiamo di essere chiamati reazionari e di invocare per tutti i nemici di destra e di sinistra un poco di corda e un poco di sapone»: mentre «Il Popolo d’Italia» scrive queste parole, a San Vito Chietino «squadre di fascisti armati mettono a soqquadro il paese bastonando e distribuendo olio di ricino ai non-fascisti e sparando sui fuggiaschi» e a Milano «i fascisti provocano un incidente al teatro della Scala col maestro Toscanini, per la imposizione di suonare i loro inni». Quando, dopo la marcia su Roma, Mussolini conquista il potere, il giovane deputato socialista Giacomo Matteotti compila una sorta di libro bianco in cui dimostra, dati alla mano, che i provvedimenti economici del nuovo governo da un lato sono iniqui e dall’altro rivelano un’incompetenza assoluta, condanna l’abuso dei decreti legge e soprattutto raccoglie le «parole dei Capi» e le «cronache dei fatti»: dichiarazioni incendiarie e una catena infinita di brutalità. Come scrive Walter Veltroni nell’introduzione, Matteotti «vede prima di altri la natura violenta e l’intenzione totalitaria del fascismo» e con questo libro denuncia, «in modo tanto puntiglioso e circostanziato quanto coraggioso, le violenze fasciste che si stanno intensificando in ogni parte d’Italia». Ecco perché è così importante ripubblicare questa sconvolgente documentazione in diretta di una nazione che corre verso la catastrofe. Leggere oggi Matteotti significa chiedersi – scrive Umberto Gentiloni Silveri nel saggio che conclude il libro – «se nel ventre molle della società italiana abbia continuato ad annidarsi un modo di pensare, di agire, di esprimersi: un’ossessiva e insensata ricerca del nemico o del capro espiatorio che appare e s’inabissa a seconda delle circostanze». Introduzione di Walter Veltroni.

9788806235383

Ninna nanna. 87º distretto
di Ed McBain – Einaudi – 2019 € 16.00

All’alba del nuovo anno, Carella e soci sono chiamati a indagare su uno dei casi più efferati nella storia dell’87° Distretto: l’omicidio di una neonata e della sua baby-sitter in uno dei quartieri più eleganti della città.
Sono le due e mezza del primo dell’anno, quando un terribile delitto scuote alle fondamenta l’87° Distretto. Rientrando a casa da una festa, una delle coppie più abbienti di Isoal trova la figlioletta di pochi mesi morta nella culla: è stata soffocata con un cuscino. Lì accanto giace la baby-sitter, con un coltello conficcato nel petto. Secondo il referto dell’autopsia, il suo corpo presenta tracce di un recente rapporto sessuale. I primi sospetti ricadono sull’ex fidanzato della ragazza, che però sembra scomparso nel nulla. In realtà ha abbandonato l’università e si è rifugiato da un’amante più vecchia, ma giura di non essere stato lui a uccidere Annie e la piccola. E mentre Carella e Meyer fanno carte false per scovare il colpevole, l’agente Kling si ritrova sotto il fuoco incrociato di una faida tra bande rivali, determinate a sconvolgere la metropoli.
«Affilato, trascinante e pieno di suspense»: secondo Stephen King, “Ninna nanna” è il miglior romanzo di Ed McBain.

9788804712381

Il canto dell’ippopotamo
di Alberto Garlini – Mondadori – 2019 € 18.00

Esiste per tutti un momento in cui la vita si decide. A volte ha i colori del dramma, altre il rombo della gioia, ma nel primo come nel secondo caso quell’istante segna la sterzata capace di farci diventare chi dobbiamo essere. Il momento in cui la vita di Alberto Garlini si decide è una sera di fine millennio, quando a una lettura pubblica incontra Pierluigi Cappello, il poeta delle “parole povere”. Garlini è in un momento complesso della vita – ha una laurea in Giurisprudenza in tasca e la certezza che non sia quella la sua strada – e in Cappello trova un gemello di anima unico, presto indispensabile. La loro amicizia, fatta di scambi di versi a notte fonda, vino e feste di provincia, segna per entrambi la scoperta che la letteratura, e soprattutto la poesia, è un modo di stare al mondo, di vivere, perfino di respirare. Quella manciata di anni carbonari sono per Alberto Garlini anche l’inizio di un’odissea fisica e spirituale in giro per l’Italia, alla ricerca di un equilibrio spezzato, di un’identità letteraria, di una pacificazione a lungo creduta impossibile, tra entusiasmi e cadute qui raccontati senza pelle, con tenerezza, onestà e feroce ironia. Ma rivisitando i suoi ricordi, Garlini capisce che per quella sofferenza che vent’anni prima gli lacerava la carne oggi prova un’infinita nostalgia, che sofferenza e infelicità furono il suo modo di essere giovane, e che gli sprazzi di luce che talvolta gli davano tregua gli permisero di illuminare almeno una parte del mistero della vita che ci sta intorno. Perché, se si è in grado di pagare il prezzo di essere ciò che si è, la vita può essere un paradiso, o ciò che più si avvicina al paradiso. Il canto dell’ippopotamo è il racconto nitido e senza filtri di uno scrittore e della ricerca di se stesso e della propria poetica, quando “letteratura e destino esistevano e avevano un significato persino frastornante”, la confessione a cuore aperto di un’anima che ha saputo affrontare il Male Oscuro, e vincerlo.

Venezia

 

download

Viatico per cinque secoli di pittura veneziana
di Roberto Longhi – Abscondita – 2019 € 25.00

Il progetto che Roberto Longhi scelse nell’immediato dopoguerra per il suo scritto «Viatico per cinque secoli di pittura veneziana», che fu la risposta ad un evento espositivo, si focalizzava su di un doppio proposito che appare tuttora chiaramente. Lo studioso intendeva sottolineare la personale scelta del soggetto e il precoce ambito cronologico di essa, manifestando fin da subito, nei brevi capitoli del libro, il legame mentale e sentimentale che lo legava alla pittura veneziana. Le pagine dedicate a Giovanni Bellini e a Vittore Carpaccio appaiono ancora oggi prove supreme, anche grazie alla maestria letteraria, nell’intento di evocare la grandezza di queste personalità paradigmatiche e a lui particolarmente care.
L’intimo significato delle tematiche affrontate dal Viatico si manifesta oggi anche con maggiore evidenza, considerando l’importanza del contributo che lo scritto ha dato alla conoscenza della pittura veneziana. (Mina Gregori)

Nuova pubblicazione sulla Basilica di San Marco

In occasione della presentazione del volume, potete prenotarlo nella nostra Libreria al prezzo scontato di € 230 anziché di € 270

3174982

La basilica di Venezia. San Marco
a cura di di E. Vio – Marsilio – 2019 € 270.00

Lo splendore di una basilica sospesa a metà fra Oriente e Occidente che racchiude tesori inestimabili di fede e di arte.
Il racconto di trent’anni di storia, restauri e rilievi attraverso le voci di oltre 60 esperti che hanno studiato la basilica di San Marco
Un volume definitivo e necessario che offre spunto per aspetti ancora non indagati e rivede temi e dubbi che sembravano ormai risolti
Splendide fotografie a piena pagina offro la possibilità per il lettore di inoltrarsi negli angoli più segreti della basilica.
Saggi rigorosi e gradevoli alla lettura, scritti dai massimi studiosi della basilica con uno stile chiaro e comprensibile, ma ineccepibile dal punto di vista storico e scientifico, splendide fotografie a colori e in bianco e nero, grande cura editoriale, queste sono gli elementi che rendono questo volume adatto a un vasto pubblico e non solo agli studiosi. I risultati dei rilievi e dei restauri propongono nuove interpretazioni e nuovi studi su angoli nascosti della basilica, su capolavori da sempre sotto gli occhi di tutti, ma di cui poco si sapeva.
La basilica di san Marco a Venezia è un concentrato di storia, arte e fede che da oltre mille anni attira milioni di visitatori spinti dalla devozione, dal desiderio di conoscere, dalla ricerca delle origini di un processo storico e religioso che appartiene a tutti noi
Ettore Vio (classe 1935) per oltre trent’anni (dal 1981 al 2016) è stato proto di San Marco, l’architetto responsabile della conservazione della basilica, un incarico di fiducia e professionalità.
Dal 1985 al 1991 è stato presidente del Consiglio dell’ordine degli architetti della provincia di Venezia. Viene nominato “Veneziano dell’anno” dall’associazione Venezia Serenissima e nel 1991 riceve il premio internazionale “Torta” per il restauro della Basilica. Ha pubblicato numerosi volumi dedicata a vari aspetti della basilica.

Novità

 

Giù la piazza non c'e nessuno

Giù la piazza non c’e nessuno 
di Dolores Prato – Quodlibet –  € 26.00

“Alla Ginzburg sono sempre stata, lo sono e continuerò ad esserlo, gratissima. […] Lei ha sempre amato questo libro, con quelle manomissioni voleva renderlo più accessibile. Io salto i verbi come se qualcuno mi corresse dietro; i miei passaggi sono ponti levatoi mai abbassati; lei riduceva più intellegibile il mio modo di scrivere; ma io preferivo tenermi i miei difetti. Avevamo ragione tutte e due”. Sono alcune righe scritte da Dolores Prato nel 1980 al direttore dell'”Espresso”, in risposta a un articolo in cui veniva definita “rabbiosa” nei confronti di Natalia Ginzburg. Alle spalle di questa precisazione c’è una vicenda editoriale divenuta pubblica: le oltre millecinquecento cartelle di “Giù la piazza non c’è nessuno” consegnate nel 1979, di fretta, dall’ottantenne Dolores Prato a Natalia Ginzburg, vennero ridotte, per esigenze editoriali, a sole trecento pagine, pubblicate da Einaudi nel giugno 1980. L’autrice, scontenta dell’edizione parziale, continuò a rivedere il testo e preparò un nuovo dattiloscritto, il quale venne pubblicato nel 1997 da Giorgio Zampa, nella versione integrale che qui riproduciamo. “Giù la piazza non c’è nessuno” racconta di un’infanzia primonovecentesca trascorsa ai bordi d’Italia (tra case e volti di Treia, un borgo dell’entroterra marchigiano), insieme a una miriade di oggetti e parole disperse, a uno zio mezzo prete, mezzo pittore, mezzo alchimista e a una zia nubile dalle strane acconciature…

9788877134912

Memorie di una contadina 
di Lev Tolstoj – Casagrande – € 12.50

Su consiglio di Tolstoj, Tat’jana A. Kuzminskaja passò intere giornate ad ascoltare e trascrivere le confessioni i una contadina: i suoi amori e i poveri rituali di matrimonio, il lavoro nei campi, le perfidie di paese, la deportazione in Siberia. In seguito, Tolstoj stesso mise la sua scrittura al servizio di questa donna semplice che per sensibilità e patimenti sembrava uscita da un suo romanzo. Ma questa è una storia vera: una testimonianza quasi incredibile e tutt’oggi illuminante dalla Russia prerivoluzionaria.

9788891581907

Lo zen e l’arte di avere la casa pulita. 101 astuzie per ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo 
di Barty Phillips – Fabbri – 2019 € 15.00

Le pulizie di casa per tanti sono un appuntamento fisso che può rubare anche un intero fine settimana (per non parlare delle pulizie di primavera!). Ma non sarebbe un sogno se, invece di ribaltare la casa tutti i sabati mattina, potessimo occuparcene solo per pochi minuti ogni giorno? Grazie ai consigli dell’autrice, esperta in cura della casa, il sogno diventa realtà: guidandoci nella scelta degli strumenti giusti, spiegandoci come usarli per ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo, insegnandoci a sfruttare la tecnologia a nostro vantaggio e ad “allenare” anche chi vive con noi, l’autrice ci permette di avere una casa sempre bella e profumata. Senza sforzi!

9788806240745

Il gioco degli dèi
di Paolo Maurensig – Einaudi – 2019 € 17.00

Il chaturanga è l’antenato indiano degli scacchi. Si dice che quando gli uomini sono concentrati su quelle pedine dalle strane forme animali dimentichino tutto, come se dalle loro mosse potesse dipendere la distruzione o la salvezza dell’intero universo. Apprenderne l’arte è un percorso impervio, ma non per Malik Mir Sultan Khan. Gli dèi, o il caso, gli hanno donato un talento naturale che lo porterà in breve tempo a diventare il più imbattibile scacchista degli anni Trenta. Ma un dono divino può essere duro da sopportare, soprattutto per chi sa di essere destinato ad attraversare l’esistenza soltanto da spettatore. Nei suoi sogni di bambino è apparsa una tigre, che poi si è fatta reale portandogli via entrambi i genitori. Ma sarà quella stessa tigre a permettergli di entrare alla corte del maharaja che – notando la sua abilità nel gioco – lo condurrà in Europa a gareggiare nei più importanti tornei di scacchi. Così il giovane servo, da molti considerato un “idiot savant”, arriverà ad affermarsi fino a battere l’ex campione del mondo Capablanca, intrecciando la propria storia con quella di un’Europa lacerata, ormai sull’orlo della Seconda guerra mondiale.
Paolo Maurensig torna a muovere i suoi personaggi nell’universo affascinante e ricco di storie degli scacchi, regalandoci il ritratto sorprendente di un personaggio che ribalta continuamente l’immagine del campione, e i nostri pregiudizi occidentali.

9788804705857

Adesso tu 
di Giorgio Panariello – Mondadori – 2019 € 17.00

Giorgio Panariello racconta la sua personalissima visione dell’amore. Un amore fatto di passione, cura reciproca, sentimento. Di discussioni e lotte, fughe in avanti e festosi ritorni. Un amore fatto di giornate in casa a tirare il fiato e di corse pazze in campagna. Di foto nei cassetti, paura dei tuoni, coccole lunghe un giorno, silenzi traboccanti di parole. Un racconto intenso e inatteso, guidato da un sentimento puro e generoso, quello che ti fa aprire il cuore al mondo intero. Una storia che custodisce un colpo di scena capace di allargare i confini di ciò che noi sappiamo sull’amore.

9788804709213

Perciò veniamo bene nelle fotografie 
di Francesco Targhetta – Mondadori – 2019 € 17.00

“Perciò veniamo bene nelle fotografie” è un romanzo in versi di Francesco Targhetta sul precariato giovanile.
Siamo nella Padova dei palazzi popolari, dove gli universitari si dividono affitti e spese condominiali e sognano il dottorato tra un turno e l’altro da camerieri part time.
“Non si muove nessuno, qua, perciò veniamo bene nelle fotografie”: è quanto osserva con tagliente acutezza il protagonista di questa storia. Intorno a lui, aspirante dottorando in Storia, una galleria di coinquilini e compagni di sventure: operatori di call center dalla tormentata vita sentimentale e studenti di Scienze politiche che vendono brugole al Brico. Ma tra un impiego precario e l’altro, perché non mettere in piedi un’altrettanto precaria rock band?
“Perciò veniamo bene nelle fotografie” di Francesco Targhetta è un atipico romanzo di formazione in versi, oltre che un ritratto ironico e sincero di ciò che sono i giovani oggi.

9788806240813

Breve storia amorosa dei vasi comunicanti
di Davide Mosca – Einaudi – 2019 € 17.00

“Breve storia amorosa dei vasi comunicanti” di Davide Mosca è la storia di due giovani smarriti, che imparano a vincere il proprio dolore, guardando l’uno negli occhi dell’altra.
Remo e Margherita sono due giovani che si sentono soli e a disagio col loro corpo. Prigionieri di un involucro sbagliato, rispondono a quel malessere lui abbuffandosi in continuazione, e lei mangiando a malapena. Quando però una sera si conosceranno per caso al tavolo di un vecchio bar, le loro vite cambieranno per sempre.
Remo ha ventiquattro anni e il suo ultimo anno è stato un vero disastro: chiuso in casa a mangiare, ha finito per esasperare la sua fidanzata, che l’ha lasciato. Margherita, invece, nell’ultimo periodo non si è fermata un secondo: oltre a prepararsi per la maturità, ha lavorato ogni sera fino a tardi nel ristorante di famiglia. Ad oggi lui pesa più di cento chili, lei meno di quarantacinque: ma appena attaccano a parlare a nessuno dei due importa più un accidente. Si ritroveranno presto seduti sugli scogli della riviera ligure, col vento pungente tra i capelli e un amore che sta nascendo senza che loro se ne accorgano. Quando poi, la notte di Capodanno, decideranno insieme di salire di nuovo sulla bilancia la sorpresa sarà piacevole per entrambi.
“Breve storia amorosa dei vasi comunicanti” è un racconto umanissimo e vero, in cui Davide Mosca ci parla di come la fragilità, in due, possa trasformarsi in nuova forza.

9788820066833

L’ ultimo ballo 
di Mary Higgins Clark – Sperling & Kupfer – 2019 € 19.90

«C’è una cosa molto importante di cui ti devo parlare quando arrivi a casa!!!» È l’ultimo messaggio che Aline Dowling ha ricevuto da sua sorella minore Kerry, che non vede da quasi tre anni. Ma Aline non potrà mai chiedere alla sorella diciottenne che cosa intendesse con quelle parole misteriose, perché Kerry è stata uccisa quella notte stessa. Qualcuno l’ha colpita alla testa con una mazza da golf facendola cadere nella piscina di casa. È proprio lì che Aline e i suoi genitori la ritrovano ormai senza vita. Delle indagini viene incaricato il brillante ispettore Michael Wilson che, con l’aiuto e la complicità di Aline, cercherà di risolvere il caso con tutte le sue forze. I sospetti si concentrano fin da subito su Alan, il fidanzato di Kerry, con cui la ragazza aveva litigato la sera stessa dell’omicidio. Ma tutto è più difficile di quel che sembra: non ci sono impronte sull’arma del delitto e nessuno pare aver notato niente di strano. Nessuno tranne Jamie Chapman, il ventenne vicino di casa dei Dowling affetto da ritardo mentale. Jamie, dalla finestra di camera sua, ha visto tutto. Ha visto il «Grande Uomo» colpire Kerry. Ha visto la ragazza cadere in piscina. Ha visto il sangue e la mazza da golf. Ma Jamie non può dirlo a nessuno. Questo è il suo segreto.

9788893710435

Pensare come una montagna. A Sandy County almanac
di Aldo Leopold – Piano B – 2019 € 15.00

Considerato l’erede spirituale di Henry David Thoreau e John Muir, Leopold è il padre della filosofia della wilderness e pioniere dell’etica della terra. È ritenuto tra i più grandi ecologi del ventesimo secolo. Alternando registri e stili diversi – racconto, saggio naturalistico, trattato filosofico e scientifico – “Pensare come una montagna” dà vita a un’opera letteraria di rara bellezza e profondità. La prima parte del libro, organizzata in forma di almanacco e scandita dal susseguirsi dei mesi nella sua fattoria in Wisconsin – il suo «rifugio dalla modernità» – è una celebrazione della natura selvaggia, dall’infinito splendore della prateria ai meravigliosi ritratti della fauna e della flora, dei suoi suggestivi suoni, colori e odori. La seconda parte è dedicata ad alcune esperienze, sparse in tutto il continente americano, che permisero a Leopold di osservare le profonde ferite che l’uomo stava infliggendo alla terra, e di rintracciarne le cause principali. Infine, nella sezione conclusiva, Leopold tratteggia i fondamenti di un’etica della terra, esortando l’uomo moderno a «pensare come una montagna», a trascendere il punto di vista antropocentrico e contemplare la natura e le creature che vivono su di essa non come una mera proprietà da sfruttare ma come un organismo dotato di equilibrio, armonia e bellezza – e da cui dipende la nostra stessa integrità e salute.

9788845296284

Scrittori! Vite, curiosità e capolavori dei più grandi autori del mondo
di Katharina Mahrenholtz, Dawn Parisi – Bompiani – 2019 € 24.00

La letteratura è un oceano. Bellissimo, scintillante, ma anche sconfinato. I capolavori dei classici (Dante, Shakespeare & Co.) sembrano stagliarsi all’orizzonte come onde altissime, insormontabili. Senza contare le opere dei molti scrittori famosi (Canetti, Pynchon, Lenz…) di cui abbiamo sentito il nome o il titolo delle loro opere ma di cui non sappiamo molto di più… Come non perdersi in tale immensità? Come trovare una rotta di navigazione? Questo libro è la bussola che state cercando. I libri più belli della storia mondiale da Dante ai giorni nostri sono condensati in sintesi fulminanti, accompagnate da fatti sulla vita dei loro autori che non mancheranno di sorprendervi e appassionarvi. Sarà interessante vedere come il vostro libro preferito s’intreccia alla storia del mondo, grazie alla linea temporale che percorre l’intero volume. Un libro che si rivolge tanto a chi frequenta da poco i vasti spazi della letteratura e necessita di una guida per orientarsi, quanto a chi, navigatore già esperto, è ancora in cerca del suo particolare tesoro…

9788830100329

Nessuno ritorna a Baghdad 
di Elena Loewenthal – Bompiani – 2019 € 19.00

Miraggi e incontri, scorci di storia e storie minime si compongono in un grande affresco che attraversa un secolo e oltre: un romanzo intriso di nostalgia e umorismo, delusioni e speranze per una famiglia di ebrei di Baghdad che affronta a testa alta un destino collettivo di viaggio, sradicamento e – forse – riconciliazione.
La memoria è fatta di dettagli, parole, piccoli cortocircuiti. Il ricordo più bizzarro e remoto riaffiora in un certo cibo, in un taglio di luce londinese che pure nulla ha a che vedere con il bagliore abbacinante del deserto, oppure mentre si risponde al telefono, che anche senza più fili continua a unire chi ha scelto di andare lontano e chi si è fatto portare lontano da qualcun altro. Tutto è cominciato lì, a Baghdad, all’inizio del Novecento, o forse qualche millennio prima; a Baghdad, dove Flora, Ameer e Violette sono rimasti giovanissimi e soli quando Norma, madre inquieta destinata a mutarsi in matriarca senza età, è partita, prima di tutti gli altri, per inventarsi un’altra vita oltreoceano. New York, Milano, Gerusalemme, Londra, Haifa, Teheran, Madrid: il mondo è piccolo per chi ha la diaspora nel sangue e sa già, sa da sempre che ci sono viaggi senza ritorno.

9788845296215

Il giorno del diavolo 
di Andrew Michael Hurley – Bompiani – 2019 € 18.00

Cent’anni fa, durante una bufera eccezionale, gli abitanti delle Endlands sono rimasti confinati in casa per settimane. E quando sono finalmente usciti il Diavolo aveva seminato il suo veleno ovunque. Nessun rito, sacro o profano, è riuscito a cacciarlo. Si è portato via tredici persone in una volta sola. Il Giorno del Diavolo oggi è un giorno di tradizioni che si rinnovano per i bambini, un modo per ricordare, una messinscena intrisa di scongiuri. Ma se il Diavolo facesse veramente ritorno, a sconvolgere la vita già dura di chi ancora si occupa delle greggi, a seminare discordia tra famiglie che da sempre non si vedono di buon occhio? È autunno quando John Pentecost torna a casa, al villaggio nella brughiera del Lancashire dove è cresciuto, con la giovane moglie che aspetta un bambino. Il nonno, il patriarca, è appena morto, e oltre a congedarsi da lui bisogna dare una mano alla famiglia per riportare le pecore dai pascoli agli ovili. John e Kat sono attratti dall’idea di restare, lasciando una vita più agiata ma anche più banale per dare continuità alla tradizione. Ma antichi rancori riemersi rendono complicata la scelta, dividendo la famiglia di John, in cui sembra insinuarsi la presenza concreta del Diavolo nelle sembianze che prende quando vuole affliggerci. Una storia cupa, sinistra, inquietante, in cui la battaglia quotidiana della vita rurale è aggravata dalle complicazioni imprevedibili del soprannaturale.

9788834737477

La fuga 
di David Baldacci – Time Crime – 2019 € 22.00

Robert, fratello maggiore dell’agente speciale John Puller, è stato condannato per alto tradimento e crimini contro la sicurezza nazionale. La sua inspiegabile evasione da un famoso penitenziario militare degli Stati Uniti lo rende il ricercato numero uno del Paese. Alcuni esponenti del governo sono convinti che l’agente speciale rappresenti la loro migliore occasione per catturare Robert vivo, ma il quadro emerso dalle indagini di Puller, in collaborazione con l’agente della NSA Veronica Knox, si mostra da subito più complesso del previsto. Ci sono altre persone sulle tracce di Robert e il loro obiettivo è ucciderlo. Come se non bastasse, procedendo nelle ricerche, Puller non solo scopre che la lealtà della sua collega è in dubbio, ma apprende anche dettagli preoccupanti riguardanti la condanna del fratello e l’esistenza di qualcuno interessato a non far emergere la verità. Mentre la caccia all’uomo si fa sempre più serrata, le sue eccellenti abilità come investigatore e combattente potrebbero non bastare a Puller, stavolta, per salvare Robert e nemmeno sé stesso. Nel terzo episodio della serie di John Puller, un’indagine al cardiopalma, un inquietante viaggio nei meccanismi dell’intelligence statunitense e un’acuta riflessione, nell’era della sorveglianza globale, sul diritto alla privacy.

9788804716372 (1)

Km 123 
di Andrea Camilleri – Mondadori – 2019 € 15.00

La collana Il Giallo di Mondadori festeggia il suo novantesimo compleanno pubblicando “Km 123”, un’indagine inedita del maestro indiscusso del genere Andrea Camilleri.
L’incipit di questa storia sembra l’inizio di un romanzo rosa d’appendice: Ester chiama Giulio, ma lui non risponde. Non risponde perché si trova in ospedale, a causa di un brutto tamponamento avvenuto sull’Aurelia. Chi riaccende il telefono e trova la chiamata persa è Giuditta, la moglie dell’infortunato, totalmente ignara dell’esistenza dell’altra donna. Ma le tinte rosa si fanno presto nere, quando un testimone dell’incidente dichiara che senza dubbio quello che ha coinvolto Giulio è stato un tentato omicidio.
Ecco come Andrea Camilleri ci catapulta in un pastiche ricco di humor, un’indagine intricatissima, in cui tutti quanti pensano di avere la verità in tasca, e si sbagliano di grosso.
“Km 123” di Andrea Camilleri esce in concomitanza con quattro classici del giallo tutti da riscoprire, scelti a uno a uno dal creatore di Montalbano: “La donna della domenica” di Fruttero e Lucentini, “I quattro giusti” di Edgar Wallace, “La strana morte del signor Benson” di S. S. Van Dine e “Il caso Kodra” di Renato Olivieri, tutti in libreria dal 26 marzo 2019.

9788804716358

La donna della domenica
di Carlo Fruttero, Franco Lucentini – Mondadori – 2019 € 16.00

Una collana di classici del giallo scelti dal maestro Andrea Camilleri.
Squallido personaggio che vive di espedienti ai margini della Torino bene, Garrone fa parte di una sorta di “teatrino privato” nel quale Anna Carla Dosio, la moglie di un ricco industriale, e Massimo Campi, giovane omosessuale della buona borghesia, stigmatizzano vizi, affettazioni e cattivo gusto dei loro conoscenti. Il commissario Santamaria indaga tra l’ipocrisia, le comiche velleità e i chiacchiericci della borghesia piemontese. Sullo sfondo una città in apparenza ordinata e precisa fino alla noia, ma che nasconde un cuore folle e malefico. Un romanzo paradossale e raffinato, complesso ma leggero, di fulminante ironia.

9788804716365

I quattro giusti 
di Edgar Wallace – Mondadori – 2019 € 14.00

Una collana di classici del giallo scelti dal maestro Andrea Camilleri.
I Quattro Giusti sono decisi a tutto pur di raddrizzare torti e vendicare le ingiustizie rimaste impunite dalla legge, uccidendone i responsabili. I loro nemici si annidano ovunque. Anche, e soprattutto, nei palazzi del potere. Come il ministro degli Esteri britannico, sir Philip Ramon, che si batte per far approvare una legge liberticida. I Giusti hanno emesso per lui una sentenza di morte, e tocca al sovrintendente Falmouth il compito impossibile di salvarlo. Dal padre del romanzo poliziesco anglosassone, l’esordio della saga dei Giusti che al suo apparire, nel 1905, fece scalpore e scrisse le regole del genere.

9788804716389

Il caso Kodra. Giallo d’amore a Milano 
di Renato Olivieri – Mondadori – 2019 € 15.00

Una donna viene investita sotto casa e di lì a poco muore al Policlinico, dopo aver pronunciato una sola parola incomprensibile, forse un nome. Paola, Pola, ma potrebbe essere anche Paolo, tanto la voce era flebile, sostiene l’infermiera che l’ha assistita. La nebbia è fitta, sulla città come sulle indagini: non ci sono testimoni attendibili, e l’incidente rimarrebbe archiviato. Ma il nome di via Catalani, la strada in cui è avvenuto l’incidente, evoca nel vice commissario Giulio Ambrosio ricordi e nostalgie. Decide così di occuparsi direttamente del caso, in cui qualcosa non torna: forse non si è trattato solo di una sventura, forse la povera signora Kodra non è stata vittima di un pirata della strada ma di un assassino. Chi era Anna Kodra? Chi poteva volerla morta? E perché?
9788804716396La strana morte del signor Benson 
di S. S. Van Dine – Mondadori – 2019 € 15.00
Alvin H. Benson siede in poltrona nel soggiorno della sua lussuosa residenza, le gambe accavallate, la testa poggiata contro lo schienale, un libro ancora stretto nella mano destra. Una posizione talmente naturale che ci si aspetterebbe quasi di vederlo alzarsi in piedi da un momento all’altro… Non accadrà, non foss’altro perché è morto, assassinato. Un proiettile sparato frontalmente a distanza ravvicinata gli ha trapassato il cranio. Il procuratore distrettuale Markham e la polizia fanno quello che possono ma per decifrare un omicidio destinato a rimanere negli annali della storia del crimine occorre un detective all’altezza. Qualcuno che al genio deduttivo unisca un sapere sconfinato. In due parole, uno come Philo Vance.
9788891581907

Lo zen e l’arte di avere la casa pulita. 101 astuzie per ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo 
di Barty Phillips – Fabbri – 2019 € 15.00

Le pulizie di casa per tanti sono un appuntamento fisso che può rubare anche un intero fine settimana (per non parlare delle pulizie di primavera!). Ma non sarebbe un sogno se, invece di ribaltare la casa tutti i sabati mattina, potessimo occuparcene solo per pochi minuti ogni giorno? Grazie ai consigli dell’autrice, esperta in cura della casa, il sogno diventa realtà: guidandoci nella scelta degli strumenti giusti, spiegandoci come usarli per ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo, insegnandoci a sfruttare la tecnologia a nostro vantaggio e ad “allenare” anche chi vive con noi, l’autrice ci permette di avere una casa sempre bella e profumata. Senza sforzi!

9788806240745

Il gioco degli dèi
di Paolo Maurensig – Einaudi – 2019 € 17.00

Il chaturanga è l’antenato indiano degli scacchi. Si dice che quando gli uomini sono concentrati su quelle pedine dalle strane forme animali dimentichino tutto, come se dalle loro mosse potesse dipendere la distruzione o la salvezza dell’intero universo. Apprenderne l’arte è un percorso impervio, ma non per Malik Mir Sultan Khan. Gli dèi, o il caso, gli hanno donato un talento naturale che lo porterà in breve tempo a diventare il più imbattibile scacchista degli anni Trenta. Ma un dono divino può essere duro da sopportare, soprattutto per chi sa di essere destinato ad attraversare l’esistenza soltanto da spettatore. Nei suoi sogni di bambino è apparsa una tigre, che poi si è fatta reale portandogli via entrambi i genitori. Ma sarà quella stessa tigre a permettergli di entrare alla corte del maharaja che – notando la sua abilità nel gioco – lo condurrà in Europa a gareggiare nei più importanti tornei di scacchi. Così il giovane servo, da molti considerato un “idiot savant”, arriverà ad affermarsi fino a battere l’ex campione del mondo Capablanca, intrecciando la propria storia con quella di un’Europa lacerata, ormai sull’orlo della Seconda guerra mondiale.
Paolo Maurensig torna a muovere i suoi personaggi nell’universo affascinante e ricco di storie degli scacchi, regalandoci il ritratto sorprendente di un personaggio che ribalta continuamente l’immagine del campione, e i nostri pregiudizi occidentali.

9788804709213

Perciò veniamo bene nelle fotografie 
di Francesco Targhetta – Mondadori – 2019 € 17.00

“Perciò veniamo bene nelle fotografie” è un romanzo in versi di Francesco Targhetta sul precariato giovanile.
Siamo nella Padova dei palazzi popolari, dove gli universitari si dividono affitti e spese condominiali e sognano il dottorato tra un turno e l’altro da camerieri part time.
“Non si muove nessuno, qua, perciò veniamo bene nelle fotografie”: è quanto osserva con tagliente acutezza il protagonista di questa storia. Intorno a lui, aspirante dottorando in Storia, una galleria di coinquilini e compagni di sventure: operatori di call center dalla tormentata vita sentimentale e studenti di Scienze politiche che vendono brugole al Brico. Ma tra un impiego precario e l’altro, perché non mettere in piedi un’altrettanto precaria rock band?
“Perciò veniamo bene nelle fotografie” di Francesco Targhetta è un atipico romanzo di formazione in versi, oltre che un ritratto ironico e sincero di ciò che sono i giovani oggi.

9788806240813

Breve storia amorosa dei vasi comunicanti
di Davide Mosca – Einaudi – 2019 € 17.00

“Breve storia amorosa dei vasi comunicanti” di Davide Mosca è la storia di due giovani smarriti, che imparano a vincere il proprio dolore, guardando l’uno negli occhi dell’altra.
Remo e Margherita sono due giovani che si sentono soli e a disagio col loro corpo. Prigionieri di un involucro sbagliato, rispondono a quel malessere lui abbuffandosi in continuazione, e lei mangiando a malapena. Quando però una sera si conosceranno per caso al tavolo di un vecchio bar, le loro vite cambieranno per sempre.
Remo ha ventiquattro anni e il suo ultimo anno è stato un vero disastro: chiuso in casa a mangiare, ha finito per esasperare la sua fidanzata, che l’ha lasciato. Margherita, invece, nell’ultimo periodo non si è fermata un secondo: oltre a prepararsi per la maturità, ha lavorato ogni sera fino a tardi nel ristorante di famiglia. Ad oggi lui pesa più di cento chili, lei meno di quarantacinque: ma appena attaccano a parlare a nessuno dei due importa più un accidente. Si ritroveranno presto seduti sugli scogli della riviera ligure, col vento pungente tra i capelli e un amore che sta nascendo senza che loro se ne accorgano. Quando poi, la notte di Capodanno, decideranno insieme di salire di nuovo sulla bilancia la sorpresa sarà piacevole per entrambi.
“Breve storia amorosa dei vasi comunicanti” è un racconto umanissimo e vero, in cui Davide Mosca ci parla di come la fragilità, in due, possa trasformarsi in nuova forza.

9788804712282

Via dalla pazza classe. Educare per vivere
di Eraldo Affinati – Mondadori – 2019 € 18.00

Cosa significa educare? Il difficile momento di trasformazione sociale e culturale che stiamo attraversando sembra impedire a genitori e insegnanti di rispondere a questa domanda. Si tratta tuttavia di una questione decisiva per provare a comprendere i tanti cambiamenti in corso. Partendo dalla straordinaria testimonianza delle scuole Penny Wirton per l’insegnamento gratuito della lingua italiana agli immigrati, Eraldo Affinati racconta la storia di una nuova esperienza didattica dove ci si guarda negli occhi, sedendo allo stesso tavolo, senza classi e senza voti, in una relazione d’amicizia e simpatia. Nel suo diario personale e pubblico, in cui s’intrecciano la dimensione pedagogica e letteraria, troveremo una preziosa riflessione su temi cruciali: la responsabilità di chi viene chiamato a formare i ragazzi, i viaggi della speranza mischiati a quelli della morte, i fantasmi della Shoah, la natura equivoca della nuova libertà digitale, gli adulti fragili, il rischio delle parole gratuite e delegittimate, la potenza del vero volontariato, il nodo spinoso del giudizio e della valutazione, il possibile inganno della risposta esatta e il valore paradossale di quella sbagliata. Insegnare, scrivere e parlare chiamano in causa il nostro modo di stare insieme e ci spingono a ripensare un’idea dell’Europa. Guidato dai maestri che hanno segnato il suo percorso umano e culturale, da Lev Tolstoj a Dietrich Bonhoeffer, da Michel de Certaud a don Lorenzo Milani, da Silvio D’Arzo a Mario Rigoni Stern, lo scrittore ci consegna, nello stile lirico e speculativo a lui più congeniale, il referto implacabile della crisi etica che stiamo vivendo. Ma in questo libro formula anche un’importante scommessa sul futuro, non teorica bensì militante, invitandoci a puntare tutto sulla capacità di rinascita degli adolescenti italiani che insegnano la nostra lingua ai loro coetanei provenienti da ogni parte del mondo.

9788804713401

La notte della sinistra. Da dove ripartire 
di Federico Rampini – Mondadori – 2019 € 16.00

Ci fu un tempo in cui sinistra e popolo erano quasi la stessa cosa. Adesso in tutto il mondo le classi lavoratrici, i mestieri operai vecchi e nuovi, cercano disperatamente protezione votando a destra. Perché per troppi anni le sinistre hanno abbracciato la causa dei top manager, dell’Uomo di Davos; hanno cantato le lodi del globalismo che impoveriva tanti in Occidente. E la sinistra italiana da quando è all’opposizione non ha corretto gli errori, anzi. È diventata il partito dello spread. Il partito che tifa per l’Europa «a prescindere», anche quando è governata dai campioni della pirateria fiscale. È una sinistra che abbraccia la religione dei parametri e delle tecnocrazie. Venera i miliardari radical chic della Silicon Valley, nuovi padroni delle nostre coscienze e manipolatori dell’informazione. Tra i guru «progressisti» vengono cooptate le star di Hollywood e gli influencer sui social media, purché pronuncino le filastrocche giuste sul cambiamento climatico o sugli immigrati. Non importa che abbiano conti in banca milionari, i media di sinistra venerano queste celebrity. Mentre trattano con disgusto quei bifolchi delle periferie che osano dubitare dei benefici promessi dal globalismo. Non rispondetemi che «quegli altri» sono peggio – scrive Federico Rampini -, non ditemi che è l’ora di fare quadrato, di arroccarsi tra noi, a contemplare con orgoglio tutte le nostre sacrosante ragioni, a dirci che siamo moralmente superiori e che là fuori ci assedia un’orda fascista. Quand’anche fosse vero che «quelli» sono la peste nera, allora dobbiamo chiederci: com’è stato possibile? Come abbiamo potuto regalare a «loro» l’Italia più gli Stati Uniti, l’Inghilterra più la Svezia e in parte la Francia? Se davvero una barbarie reazionaria sta dilagando in tutto l’Occidente, dov’eravamo noi, cosa facevamo mentre questo flagello si stava preparando? (Aiutino: spesso eravamo al governo). C’è qualcosa di malsano nel pensare che una maggioranza degli italiani sono idioti manipolati da mascalzoni: come si costruisce su queste basi una convivenza civile, un futuro migliore? Attingendo alla sua formazione giovanile nel Pci di Enrico Berlinguer, fine anni Settanta; poi alle sue esperienze successive di reporter globale a Parigi, Bruxelles, San Francisco, Pechino e ora New York, Federico Rampini prende di mira alcuni dogmi politically correct. E spiega che la sinistra può ripartire. Deve farlo. Il tracciato verso la rinascita parte dalle diseguaglianze, e abbraccia senza imbarazzi una nuova idea di nazione.

9788806235307

Sangue e limonata. Hap & Leonard
di Joe R. Lansdale – Einaudi – 2019 € 17.00

“Sangue e limonata. Hap & Leonard” di Joe R. Lansdale è un altro brillante caso della coppia di detective più esilarante del Texas.
I due investigatori sono amici e hanno in comune uno spiccato senso di giustizia e una capacità senza pari di mettersi nei guai. In questa storia piena di comicità, di ininterrotti colpi di scena e di fulgida follia, non intendono smentirsi. Hap, bianco, liberal e donnaiolo, e Leonard, nero, conservatore e gay, non potrebbero essere più diversi, ma insieme sono passati per ogni sorta di avventura, uscendone spesso malconci, ma comunque innamorati della vita. I loro modi sono spesso molto spicci, ma la loro etica è immacolata. In “Sangue e limonata” i due detective devono vedersela con una banda di rapinatori senza scrupoli e con un omicidio che fa venire i brividi. A suon di liti, scazzottate e sparatorie, Hap e Leonard risolveranno il caso a loro modo, senza mai venire a patti coi nemici, senza mai concedere un sorriso a chi non se lo merita.
Joe R. Lansdale, che con Hap & Leonard ha rivoluzionato il crime investigativo donandogli brio e ironia, con “Sangue e limonata” saprà conquistarci ancora una volta.

9788806233716

Il metodo Aristotele. Come la saggezza degli antichi può cambiare la vita
di Edith Hall – Einaudi – 2019 € 19.50

Edith Hall esce dalla torre d’avorio degli specialisti e, tra Mary Beard e Mary Poppins, infonde nuova vita alle dottrine di Aristotele per i lettori del ventunesimo secolo.
Le parole «felice» e «felicità» – happy e happiness – vanno alla grande. Potete comprare un Happy meal, o bere un cocktail a un happy hour. O magari prendere una «pillola della felicità» per tirarvi su, o postare una faccina felice sui social. Sulla felicità, tuttavia, abbiamo le idee confuse. D’accordo, tutti pensano di volere essere felici, ma cos’è, davvero, la felicità? È uno stato psicologico duraturo nel tempo o un attimo così effimero che, appena ci rendiamo conto di viverlo, è già passato? È qualcosa di oggettivo, riconducibile a determinati parametri (ad esempio godere di buona salute, essere liberi da preoccupazioni finanziarie o dall’angoscia esistenziale) o è qualcosa di soggettivo, che non può essere misurato né osservato, qualcosa che non va accostato al «benessere» ma alla «soddisfazione» o alla «letizia»? Aristotele fu il primo filosofo a chiedersi davvero cos’è la felicità e cosa possiamo fare per diventare persone felici: un programma che mantiene ancora intatta la sua validità.
Edith Hall, una delle classiciste più importanti al mondo, presenta l’antica e veneranda etica aristotelica in un linguaggio contemporaneo. Applica cioè gli insegnamenti di Aristotele a svariate sfide pratiche della vita reale: prendere una decisione, scrivere una domanda di lavoro, parlare in un colloquio, usare la tabella dei Vizi e delle Virtù per un’analisi del proprio carattere, resistere alle tentazioni, scegliere gli amici e i partner. Sono pochi i filosofi, i mistici, gli psicologi e i sociologi che hanno fatto molto di più che riformulare le fondamentali intuizioni di Aristotele. Ma lui le ha dette per primo, meglio, più chiaramente e in modo più olistico di chiunque le abbia successivamente riprese. Ogni parte delle sue prescrizioni per essere felici si riferisce a una diversa fase della vita umana, ma al tempo stesso le interseca tutte. In qualsiasi periodo della vita vi troviate, le idee di Aristotele possono rendervi più felici.

9788806240967

Dago red
di John Fante – Einaudi – 2019 € 12.50

Come il suo grande amico William Saroyan, e tantissimi scrittori americani emersi negli anni Trenta del Novecento, anche Fante fu un maestro nell’arte della short story. Con un racconto pubblicato nel 1932, Chierichetto, iniziò in effetti la sua avventura di scrittore. I temi sono quelli che ritroviamo puntuali nei romanzi della saga di Arturo Bandini: ai ricordi dell’infanzia povera e dei lunghi inverni nel Colorado si aggiungono le prime avventure a Los Angeles di un giovane ambizioso e innamorato della vita, che punta tutto sul suo talento e sulla fiducia in se stesso. Ne viene fuori un libro straordinariamente compatto. Ben al di là della solita raccolta di testi sparsi, Dago Red è un complemento indispensabile alla conoscenza di Fante.

9788806240974

A ovest di Roma
di John Fante – Einaudi – 2019 € 12.50

Cinico impietoso grottesco struggente autoritratto di un John Fante alle soglie della maturità. Quattro figli scansafatiche dediti alla marjuana e alla musica di Frank Zappa, una moglie annoiata, una gloriosa casa a forma di ipsilon sulla costa dell’oceano: la vita di Henry Molise, scrittore cinquantenne in crisi di ispirazione sembra destinata a una quotidianità prevedibile fatta di litigi e rappacificazioni domestiche, quando una sorpresa, un vero dono dal cielo, si unisce alla sgangherata famiglia: un gigantesco cane testardo, ottuso e frocio, il cui nome è un’iscrizione sepolcrale: STUPIDO. Con lui il tran tran di Molise scivola verso una allegra tenerissima catastrofe.

Novità

 

9788867879397

Venezia eretica. Tra Riforma protestante e Inquisizione 
di Cristina Gregorin, Norbert Heyl – CLEUP – 2019 € 15.00

Città di scambi e di incontri, aperta e cosmopolita per antica vocazione mercantile, la Venezia del Rinascimento era una realtà variegata e complessa anche sotto l’aspetto religioso. All’interno della sua eterogenea popolazione erano attivamente presenti minoranze in grado di incidere significativamente sull’economia e sulla cultura veneziane. Al turista curioso di itinerari non convenzionali, questa guida propone un’avventura culturale e umana sulle tracce della più elusiva e sfuggente di queste minoranze: quella costituita dai seguaci della Riforma d’oltralpe. Il lettore viene così accompagnato alla scoperta di una Venezia per lo più sconosciuta: la Venezia protestante. Tanto quella antica, nascosta e perseguitata, tanto quella che dal sec. XIX vide il sorgere di comunità e di luoghi di culto autorizzati.

9788869937255

Discorso sulla natura degli animali 
di Georges-Louis Buffon – Elliot – 2019 € 10.00

Il “Discorso sulla natura degli animali”, quarto volume della “Storia naturale” di Buffon, apparve nel settembre del 1753, suscitando grande clamore e divenendo all’istante modello imprescindibile dell’arte di pensare e scrivere in modo scientifico. Anche i detrattori dell’autore, gli stessi che nel 1749 erano rimasti scioccati dall’audacia di “Teoria della Terra” e dai paradossi di “Storia dell’uomo”, dovettero inchinarsi di fronte a questo genio del discorso scientifico e a quest’opera caposaldo dell’Illuminismo, capace di influenzare le successive generazioni di naturalisti, compresi gli evoluzionisti Jean-Baptiste Lamarck e Charles Darwin.

9788897308645

La chiave nel latte 
di Alexandre Hmine – GCE – 2019 € 18.00

“La chiave nel latte” racconta la storia di un ragazzo di origini marocchine che cresce in Ticino, nell’Alto Malcantone, dopo che la madre lo ha affidato a un’anziana vedova di nome Elvezia. Il romanzo procede per frammenti, ricordi che la voce narrante riporta alla luce: i giocattoli dell’infanzia, le feste religiose, le partite di hockey sull’asfalto, le infatuazioni; ma ci sono anche le vacanze in Marocco, un paese che il protagonista vede per la prima volta a dieci anni e che immediatamente suscita in lui sentimenti di spaesamento e di rifiuto. Pur sentendo sua la Svizzera, non potrà eludere una messa in discussione della propria identità che lo porterà a interrogarsi e a interrogare i lettori fino alle ultime pagine del libro. Una scrittura essenziale e precisa, che mescola con naturalezza lingue e culture diverse, dal dialetto dell’Alto Malcantone a quello del Marocco, dal gergo sportivo ai classici della letteratura italiana.

9788896908129

Ritornerai a Isfahan
di Mostafa Ensafi – Ponte33 – 2019 € 16.00

Shamim Shamse, affermato professore di letteratura persiana dell’Università di Tehran, si sta affacciando alla soglia dei quarant’anni quando il passato riemerge con prepotenza nella sua vita. Una studentessa polacca, Eliza, si presenta nel suo studio senza preavviso dicendo di essere la figlia di Adri, la ragazza che Shamim aveva amato da giovane e che gli aveva spezzato il cuore con una partenza tanto inspiegabile quanto definitiva. Adesso, ventitré anni dopo, Eliza è arrivata da Varsavia carica di notizie e determinata a far luce sul vissuto di sua madre e della nonna, Barbara, che durante la Seconda guerra mondiale aveva trovato rifugio nella città di Isfahan dopo essere approdata in Iran insieme ad altre migliaia di profughi polacchi reduci dai gulag sovietici. Nonostante la moglie e la figlia di Shamim insistano per lasciare il paese, sempre più in balia del tumultuoso clima elettorale del 2009, lui decide di rimanere e incoraggiato dall’inseparabile amico d’infanzia, Taher, accetta di aiutare Eliza nelle sue ricerche e, forse, dare finalmente un senso all’abisso di domande che Adri aveva lasciato dietro di sé.

9788845933653

Esiste Ascoli Piceno? Con 10 cartoline di Tullio Pericoli 
di Giorgio Manganelli – Adelphi – 2019 € 7.00

Quando, nei primi anni Ottanta, una rivista di Ascoli Piceno gli chiede un breve contributo, Manganelli risponde con uno stupefacente gioco di prestigio, degno di un grande illusionista del linguaggio: negando l’esistenza della città. Nessuno, se non Tullio Pericoli, che lì ha vissuto, poteva avere l’audacia di affiancare i suoi disegni a quel memorabile, magistrale articolo.

9788828201625

Scalare il mondo. Passioni, imprese ed emozioni del ragazzo che sfidava l’impossibile di Walter Bonatti – Solferino – 2019 € 18.00

Inseguendo i propri sogni di bambino, Walter Bonatti è diventato un personaggio leggendario, il simbolo stesso dell’avventura. Perché nelle sue sfide si è spinto sempre un po’ più in là, ed è andato tanto avanti da riuscire ancora oggi a dirci qualcosa di nuovo. Erano i sogni a guidarlo, e lui ha passato la vita a realizzarli. Non solo i suoi: quelli di tutti. Scalare montagne, calarsi nei vulcani, costruire una zattera, spiare le tigri da una capanna sugli alberi, rincorrere lucertoloni preistorici, viaggiare in canoa sulle tracce dei cercatori d’oro, tirare frecce con gli indigeni, cercare rocce magiche in Amazzonia, piantare una tenda al Polo Sud o su un’isola deserta, tuffarsi da una cascata, guardare negli occhi orsi e leoni. Chi non ha mai fantasticato una di queste avventure? Ecco: lui le ha vissute tutte, e altre ancora, con meraviglia e coraggio. Coerente e solitario, Walter ha imparato presto a contare su se stesso, ha testardamente coltivato il corpo e la mente, combattendo contro i pericoli ma anche contro bugie e incomprensioni. Ha vissuto l’impossibile e ce lo ha raccontato, insegnandoci ad affrontare la paura e a non perdere la fantasia. Le sue parole, e quelle di chi lo ha conosciuto, rivelano in queste pagine l’incredibile viaggio di un ragazzo che diventa uomo, ma anche i segreti del suo successo e della sua scrittura. Una vita intera raccontata attraverso le storie più avvincenti, le emozioni e le delusioni più intense. E le più belle (e inedite) lettere d’amore.

9788893446945

De iure 
di Nicolás Gómez Dávila – La nave di Teseo – 2019 € 19.00

Questo testo affronta i temi che da sempre attraggono e tormentano i giuristi. Come rappresentare e spiegare il concetto di diritto, la nozione della giustizia e l’istituzione dello Stato? Lo sguardo critico e lucido di Nicolás Gómez Dávila conduce il lettore all’interno di un percorso storico e speculativo, fino a tracciare una nuova mappa del giuridico, quanto mai ricca di fascino. “Diritto, Giustizia e Stato vengono ridefiniti da questo poderoso ed eclettico pensatore del Novecento, che non ne perde mai di vista il collegamento con l’etica, la politica, la tradizione, la storia, i giuristi.” (Luigi Garofalo)

9788893447249

Del convivere. La società postfamiliare 
di Michele Tamponi – La nave di Teseo – 2019 € 19.00

Vivere è sempre un vivere insieme, convivere: ciò accade in tutti i contesti della vita sociale, dalla famiglia alla scuola, dal condominio al lavoro, dal quartiere allo Stato. A partire da una tesi antica ma quanto mai attuale, secondo cui l’uomo è un animale sociale, Michele Tamponi analizza il concetto di socialità nel contesto in cui viviamo: neppure un’immaginaria campana di vetro potrebbe, insomma, sottrarre l’uomo alle varie forme di convivenza cui è destinato, senza le quali sarebbe condannato alla solitudine, alla noia e a un innaturale isolamento. La riflessione su questo tema, tuttavia, impone di analizzare la natura delle relazioni umane e affettive, non più ancorate ai modelli tradizionali. Le nuove forme di aggregazione familiare, infatti, vanno lette alla luce di una legislazione ampia e in grande fermento: tra omosessualità e famiglia allargata, tra dinamiche di coppia e tutela dei figli, tra genitorialità, adozioni e maternità surrogata, la famiglia è, oggi più che mai, la cartina al tornasole del nostro tempo, che ci dà la misura del cambiamento, delle questioni aperte e delle sfide più importanti.

9788807891762

E Susanna non vien. Amore e sesso in Mozart 
di Leonetta Bentivoglio, Lidia Bramani – Feltrinelli – 2019 € 10.00

Possono dei capolavori settecenteschi illuminare il presente, delineando una mappa di sentimenti ed eros tuttora attuale? Attraverso la trilogia di opere creata col librettista Lorenzo Da Ponte, Wolfgang Amadeus Mozart ha dimostrato di sì. In quel corpus miracoloso costituito da “Nozze di Figaro”, “Don Giovanni” e “Così fan tutte”, il compositore ha scandagliato profeticamente ogni aspetto dell’amore, affrontando problemi come la violenza sulla popolazione femminile e la trappola in cui cadono le “donne che amano troppo”. Ha prospettato temi avveniristici come la possibilità di amare più persone, il sesso in adolescenza e nella quarta età, la scelta di essere single, la propensione alla bisessualità. Le autrici esplorano, con rigore scientifico e prosa leggera e acuminata, questo perfetto congegno musicale tripartito: ne legano i contenuti politici e sociali alla vita di Mozart (ai suoi rapporti, alle sue frequentazioni, alle sue letture), mettono a fuoco l’anticonformismo e la preveggenza delle figure femminili, seguono le indicazioni sull’innocenza dell’adulterio dettate dallo scambio di coppie in “Così fan tutte”, mostrano i falsi miti del dongiovannismo. Ne deriva un universo che parla agli eterosessuali e agli omosessuali, a chi ha conquistato un’estasi monogamica non obbligata, ai poliamoristi in guerra con l’ipocrisia e agli amanti clandestini refrattari alla mistica della trasparenza.

9788893448482

Dell’acqua 
di Massimo Donà – La nave di Teseo – 2019 € 11.00

Grande metafora è sempre stata l’acqua, per filosofi, poeti e artisti, ma forse per tutti coloro che han saputo riconoscerne la potenza simbolica. L’acqua ricopre il settantuno per cento della superficie del nostro pianeta; e il sessanta per cento circa del nostro corpo. L’acqua è ovunque, anche là dove sembra assente.” Un viaggio colto e brillante per un’originale “filosofia dell’acqua” da Eraclito a Ungaretti, dai Vangeli a Nietzsche, da Plotino ad Ariosto, da Sant’Agostino a Cartesio, fino all’estetica contemporanea. L’acqua – l’immagine più semplice e potente mai usata per spiegare l’universo – assume in queste pagine un significato del tutto inedito: può essa farsi emblema e motore di una nuova rivoluzione del pensiero?

9788845933455

Il cuore del cacciatore 
di Laurens Van der Post – Adelphi – 2019 € 24.00

Questo libro è «una sorta di improvvisato, piccolo ponte di corda sull’abisso profondo che separa il primo abitante dell’Africa dall’uomo moderno». La storia di un viaggio in un grande deserto ostile, quello del Kalahari – «Terra della Grande Sete» -, alla ricerca degli ultimi esemplari dell’unico e quasi estinto primo popolo dell’Africa australe, i Boscimani: antichissima stirpe di piccoli cacciatori nomadi, sterminata in maniera equanime da invasori neri e bianchi nel corso degli ultimi mille anni. Attraverso le loro storie, i loro miti, i loro sogni e l’appassionata descrizione del giornaliero rapporto con il deserto – la perenne, sfibrante ricerca dell’acqua, la caccia all’antilope, il legame indissolubile con gli animali e le stelle, anch’esse «grandi cacciatrici» -, Van der Post è riuscito nell’impresa di farci entrare, almeno di sfuggita, nella mente di questi esseri remoti, ancora oggi testimonianza vivente di uno stato dell’umanità dietro il quale sarebbe difficile intravedere qualcosa di precedente. Quasi che la parola «boscimano» , più che indicare l’appartenenza a un popolo o a un luogo, rappresentasse una modalità della mente a noi per sempre preclusa: quella in cui non sembra essere mai intervenuta una reale distinzione tra l’individuo che agisce e il mondo circostante, e dove chi agisce tutto sa, percepisce e sente sulla propria pelle, prima ancora che questo avvenga.

9788854518438

Il silenzio nella storia del cristianesimo 
di Diarmaid MacCulloch – Neri Pozza – 2019 € 22.00

Come parlare con Dio? Le nostre preghiere hanno maggiori possibilità di essere ascoltate se le proferiamo in silenzio a casa o ad alta voce in chiesa? Inoltre, come possiamo realmente sapere che Dio le ascolti? Queste domande, poste agli albori della cristianità, hanno attraversato i secoli e stabilito, nelle differenti risposte e nelle dispute da loro generate, i confini propri della fede cristiana e la lingua stessa delle invocazioni per ottenere la guida o il perdono di Dio. MacCulloch mostra come il Cristo stesso abbia enfatizzato il silenzio come una parte essenziale del suo messaggio, rintraccia l’influenza esercitata dai primi mistici in Siria, che si fecero «stranieri al mondo», sulle grandi comunità monastiche europee sorte in epoca medievale, e non si sottrae al compito di esaminare le forme più oscure del silenzio religioso, dall’occultamento delle violenze sui minori da parte dei preti nella Chiesa cattolica al rapporto di tutte le Chiese occidentali con l’Olocausto degli ebrei durante il nazismo e dopo – per i tredici anni postbellici del suo pontificato, Pio XII osservò un assoluto silenzio sulla Shoah – fino all’atteggiamento dei cristiani nei confronti della schiavitù, soprattutto quella disumana degli afroamericani.

9788893253833

Più donne che uomini 
di Ivy Compton Burnett – Fazi – 2019 € 19.00

In una prospera cittadina inglese a inizio Novecento, un grande istituto femminile è diretto da Josephine Napier, un generale ingioiellato: alta e austera, un viso regale, «vestita e pettinata in modo da esibire i suoi anni, anziché nasconderli». Impeccabile in ogni gesto e in ogni parola, è il punto di riferimento imprescindibile per tutti, le studentesse, il corpo docente e i suoi familiari: il marito Simon, oscurato dalla personalità della moglie, il figliastro Gabriel, il fratello Jonathan, vedovo calato nel ruolo dell’anziano zio e amante segreto ma non troppo di Felix Bacon, giovane sfaccendato. Al gruppo si unisce presto Elizabeth, una vecchia conoscenza di Josephine che viene assunta come governante e porta con sé la figlia Ruth. Le giornate sono scandite da una serie di rituali obbligati e da dialoghi in cui si dice tutto e niente, botta e risposta infiocchettati che in realtà nascondono universi interi. Finché un tragico evento inaspettato fa precipitare ogni cosa, dando vita a una reazione a catena che sconvolgerà le vite di tutti e porterà a galla il lato oscuro di ognuno di loro. Nessuno è chi dice di essere, e dietro alla spessa patina del codice vittoriano si nascondono segreti celati per intere esistenze. Verranno fuori tutti, uno dopo l’altro. Pagine indimenticabili e soppesate perfettamente, in cui l’umorismo pungente si mescola con la tragedia, e le piccole interazioni quotidiane con i grandi drammi della vita.

9788893255080

Indian summer
di William Dean Howells – Fazi – 2019 € 18.50

Theodore Colville, editore di un giornale in una cittadina di provincia dell’Indiana, è all’apice della carriera quando viene coinvolto in uno scandalo politico. Per recuperare tranquillità decide allora di vendere la testata e di recarsi a Firenze, città dove anni prima aveva vissuto un amore sfortunato, e lì, tra i ricordi contrastanti di una giovinezza che sembra ormai perduta, ritrova Mrs Bowen, un tempo la migliore amica della ragazza che in passato lo aveva respinto. Lina Bowen, donna affascinante e ormai vedova, abita con la figlioletta Effie e la bellissima Imogene, una giovane americana che vive in Italia sotto la sua protezione. Colville, nel pieno dei turbamenti della mezza età, è subito lusingato dal recuperato rapporto con Mrs Bowen e contemporaneamente attratto dal fascino acerbo di Imogene, dalla quale si lascia coinvolgere in una relazione non priva di ombre e dubbi. In una Firenze carica di suggestioni e pervasa da un’atmosfera quasi magica, tra balli in maschera e languide passeggiate lungo l’Arno, Indian Summer mette in scena l’interiorità di un uomo sagace e al tempo stesso malinconico, diviso tra il desiderio di accettare lo scorrere degli anni e il rimpianto per le illusioni e gli slanci giovanili, inseguiti ma impossibili da ritrovare nell’età adulta. Theodore Colville, personaggio dalle sfaccettature indimenticabili, diventa protagonista, suo malgrado, di un triangolo sentimentale, dando vita a una commedia degli equivoci in cui sono i moti del cuore a scandire il fluire del tempo. Dalla brillante penna di un caro amico di Henry James una delle più affascinanti e memorabili commedie della letteratura americana.

9788838939174

Maternità
di Sheila Heti – Sellerio Editore Palermo – 2019 € 16.00

Maternità non significa necessariamente avere figli. Da questo assunto in apparenza paradossale si muove una delle riflessioni più originali e potenti degli ultimi anni su un tema che è diventato un campo di battaglia tra visioni del mondo sempre più inconciliabili. Sheila la narratrice si avvicina ai quarant’anni, la grande maggioranza delle amiche sta considerando la possibilità di avere un figlio o già l’ha avuto e lei si ritrova a ponderare una scelta che le appare difficilissima. Un romanzo intimo, provocatorio, divertente, filosofico, sul desiderio e il dovere di procreare.

9788831789011

Che vergogna 
di Paulina Flores – Marsilio – 2019 € 16.00

Ragazzi scappati di casa, un’adolescente invaghita di chi vuole approfittarsi di lei, un padre disperato e impotente di fronte alle figlie, giovani che lavorano nelle biblioteche o nei fast food e ricordano il giorno in cui hanno perso per sempre l’innocenza. Ogni racconto di Paulina Flores è un romanzo di formazione in miniatura. Storie universali e allo stesso tempo quotidiane, che tracciano una radiografia precisa e implacabile del Cile di oggi, urbano ma non solo. Perfettamente calata nella contemporaneità, generosa di riferimenti alla cultura pop, con il suo stile nitido, la sua visione spoglia e una travolgente sincerità, Paulina Flores crea personaggi estremamente vivi e vicini, che ci sembra di conoscere da sempre, che s’infilano sottopelle e accompagnano il lettore a lungo.
In un misto di crudezza e tenerezza, trasparenza e densità, con un’ammirabile maturità, Paulina Flores fonda un universo letterario sfolgorante.

9788845933578

Sonecka 
di Marina Cvetaeva – Adelphi – 2019 € 14.00

Marina Cvetaeva conobbe l’attrice Sof’ja (Sonecka) Gollidej – il suo «più grande amore femminile» – alle soglie del 1919, il «più nero, pestilenziale, mortifero» degli anni post rivoluzionari, quando in una Mosca misera e affamata «si affratellò a una banda di commedianti»: gli attori allievi del Secondo Studio presso il Teatro d’Arte. Ventidue anni – ma con l’aspetto di una ragazza-bambina –, elfo, Mignon, Infanta, Sonecka, che aveva allora grande successo nelle Notti bianche di Dostoevskij, era capricciosa, sentimentale, indisciplinata, instancabile raccontatrice di sciocchezze, sogni, deliziose storielle, con un debole per le «paroline da collegiale», i diminutivi, le romanze strappalacrime da cui sembrava lei stessa uscita – l’opposto dell’indole «virile, retta, di acciaio» di Marina. Fra le due donne nacque una «amicizia frenetica, reciproca deificazione di anime», destinata a concludersi quando, dopo neppure un anno, Sonecka abbandonò Mosca per seguire il suo «destino di donna».
Scritto nel 1937, quando ormai tutto annunciava la catastrofe finale (la Cvetaeva era stata definitivamente proscritta dalla colonia émigrée parigina e il marito, smascherato come agente sovietico, sarebbe fuggito di lì a poco nella Russia comunista, dove aveva già fatto ritorno la figlia Alja, dalla quale era arrivata la notizia della morte di Sonecka), all’ombra della perdita e del dolore, il racconto-epitaffio è smagliante, luminoso, sembra irradiare vitalità e tepore. Prodigi di una ancora viva affezione, ma anche di una scrittura – sempre sottesa dal pensiero poetico – che coniuga arditamente il sublime con la lingua della vita quotidiana, della strada.

9788807033391

Le ultime lezioni 
di Giovanni Montanaro – Feltrinelli – 2019 € 15.00

Il professor Costantini è esattamente il tipo di uomo che si ha in mente quando si pensa a un professore. Jacopo ne apprezza le lezioni di letteratura al liceo – “parlando di eroi, d’amore, di donne, di morte, si diceva tutt’altro, si diceva di noi” – ma in fondo nutre per lui quel misto di sfiducia e curiosità che molti ragazzi nutrono nei confronti degli insegnanti. Poi a Costantini muore improvvisamente la moglie e si ritira dall’insegnamento, rifugiandosi nella sua casa sull’isola di Sant’Erasmo con la figlia disabile. Jacopo lo dimentica presto, ma dopo alcuni anni lo ritrova, proprio mentre sta attraversando un momento delicato: ha da poco rotto con Alice, di cui, pur senza volerlo ammettere, è ancora innamorato, e sta per finire gli studi di Economia senza sapere cosa fare dopo. Il professore lo invita ad andare a trovarlo e Sant’Erasmo lo accoglie con i suoi canali e i suoi silenzi, i carciofi e le biciclette, e una brezza calda, salata: “Venezia era distante, e anche l’Adriatico. C’erano rondini e gabbiani. C’era profumo, di salso e di alberi, di caldo. Pareva di stare lontano, ai Tropici, in qualche mondo inesistente, selvaggio”. Jacopo ha bisogno di quel rifugio, e ha bisogno di Costantini, delle sue parole, di essere ripreso quando sbaglia, di essere indagato per riuscire a capirsi: nessuno, dai tempi della scuola, gli parlava più come il professore, gli poneva le domande fondamentali. E poi c’è Lucia, la figlia, che nasconde femminilità e vita. Così Jacopo per un’estate intera frequenta quella casa e, all’ombra di un grande albero di mimosa, scrive una tesi che non era riuscito neanche a cominciare. Da lì, troverà il suo destino. Giovanni Montanaro racconta l’età difficile delle ultime lezioni, in cui si diventa adulti grazie anche ai maestri imprevedibili che la vita ci fa incontrare.

9788858135228

La coscienza e la legge
di Raffaele Cantone, Vincenzo Paglia – Laterza – 2019 € 16.00

Cos’è la giustizia: un concetto giuridico o una questione morale? Ne “La coscienza e la legge”, un uomo di Stato e un uomo di Chiesa mettono le loro visioni a confronto, intorno ai temi caldi della nostra attualità politica.
Raffaele Cantone è magistrato e presidente dell’Autorità nazionale anticorruzione; Vincenzo Paglia è arcivescovo e presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia. Un magistrato e un arcivescovo non potranno che avere una diversa concezione di quel che è “giusto”: ed ecco perché probabilmente i loro punti di vista differiranno anche a proposito di questioni come l’immigrazione, le disuguaglianze o la sicurezza. Riportando in vita l’antichissimo conflitto che animava l’”Antigone” di Sofocle – quello che contrappone diritto degli uomini e diritto degli dèi – Paglia e Cantone si confrontano senza pregiudizi né ipocrisie ciascuno a partire dalla propria differente posizione. Partono col dare ognuno la propria definizione di “giustizia”, per poi spostare la discussione intorno a temi caldi come quelli della repressione, del perdono, della punizione, dell’inefficienze del sistema giuridico, della corruzione, della mafia, fino alla questione spinosa dei migranti e dell’accoglienza. La domanda di fondo è sempre la stessa: quanto conta il rispetto delle regole e delle leggi nazionali o internazionali, quanto l’imperativo della nostra coscienza che ci dice di fare ciò che è giusto e di aiutare chi è in difficoltà?
“La coscienza e la legge” di Raffaele Cantone e Vincenza Paglia è un libro-dialogo che cala un dissidio antichissimo nella più stringente attualità.

9788807033247

Il filo infinito
di Paolo Rumiz – Feltrinelli – 2019 € 15.00

Paolo Rumiz scrive un libro che è un viaggio tra l’Europa d’un tempo e quella d’oggi.
I benedettini salvarono il Vecchio Continente in uno dei momenti più drammatici della sua storia. Agli anni di violenza e anarchia che seguirono la caduta dell’Impero Romano, anni di invasioni autentiche e di saccheggi devastanti, i monaci contrapposero la saggezza e il pragmatismo dell’ora et labora. Unni, Vandali, Visigoti, Longobardi, Slavi e Ungari furono così cristianizzati e europeizzati con la sola forza dell’esempio. Una cultura millenaria fu tratta in salvo e interi ettari di terre abbandonate furono rimesse a frutto. I monasteri divennero presidi fondamentali per la salvaguardia di un’intera civiltà.
Paolo Rumiz ha compiuto un percorso sulle tracce dei discepoli di San Benedetto da Norcia, protettore d’Europa, visitando le loro abbazie dall’Atlantico al Danubio. Un viaggio che ci ricorda che l’Europa è terra di migrazioni dall’alba dei tempi e che l’invasione da combattere, oggi, non è certo quella di cui ci parlano alcuni volti noti della politica.
Una spinta a ricostruire l’Europa da un luogo che di ricostruzioni ne sa qualcosa, l’Appennino, terra di sismi ma anche patria di San Benedetto. Quanto ci resta di cristiano in un Occidente travolto dal materialismo? Rumiz ha provato a rispondere visitando fortini e luoghi sperduti, in un viaggio che è prima di tutto una navigazione interiore.
“I guardiani dell’arca” forma, insieme al canto epico “Evropa”, un dittico dedicato al continente, alle sue origine e alle sue prospettive.

9788838938986

Figlio dell’impero britannico
di Jane Gardam – Sellerio Editore Palermo – 2019 € 15.00

Sellerio ripropone la fortunata trilogia di Jane Gardam incentrata su tre grandi personaggi, dal passato terrificante e dall’essenza tipicamente British. Il primo dei tre volumi, “Il maestro delle apparenze” è la storia di Old Filth.
Sir Edward Feathers, meglio noto come Old Filth, è un ex avvocato e stimato giudice in pensione. Nato in Malesia, sopravvive a una dura infanzia lontano dalla famiglia, per crescere in Inghilterra da vero inglese. Farà ritorno ad Hong Kong diversi decenni più tardi, dove eserciterà brillantemente la sua professione di avvocato prima e di giudice poi. Dopo il pensionamento, andrà a vivere la propria vecchiaia nel Dorset con sua moglie.
“Il maestro delle apparenze” di Jane Gardam è la storia di un uomo apparentemente impassibile, ma con un passato pieno di dolore e un destino fuori dal comune.

9788893447935

Il centenario che voleva salvare il mondo 
di Jonas Jonasson – La nave di Teseo – 2019 € 22.00

Tutto comincia al largo di Bali, con una mongolfiera e quattro bottiglie di champagne. Allan Karlsson si appresta a festeggiare il suo centunesimo compleanno con il fidato complice Julius, quando è costretto a un ammaraggio d’emergenza nel mezzo dell’oceano. Salvati da una nave nordcoreana che trasporta clandestinamente uranio per conto di Kim Jong-un, i due vengono fermati con l’accusa di spionaggio. Dopo lo sbarco, Allan si finge uno specialista di tecnologia nucleare per riuscire a fuggire con una valigetta dal contenuto esplosivo. Allan e Julius si ritrovano così al centro di una vertiginosa crisi diplomatica tra Manhattan, l’Europa e la savana africana. Sul loro cammino incontrano Angela Merkel e Donald Trump, stringono amicizia con un truffatore indiano e un taxista masai, entrano in società con una venditrice di bare che inganna un feroce neonazista, frequentano una spia con la passione per gli asparagi. Torna in una nuova esilarante avventura il protagonista del best seller mondiale Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve. A 101 anni, Allan Karlsson ha deciso di tornare in servizio per un missione da nulla: salvare il mondo. Il centenario ha un anno in più, e ancora molti assi nella manica. “Difficile non farsi conquistare da questo arzillo incrocio tra Mr. Bean e Forrest Gump.” Cristina Taglietti, Corriere della Sera.

9788845933486

La ragazza scomparsa 
di Shirley Jackson – Adelphi – 2019 € 7.00

Tre racconti della maestra statunitense del brivido Shirley Jackson.
Malizia, paranoia e terrore si nascondono sotto la superficie dell’American way of life. E il talento di Shirley Jackson è quello di far emergere il sinistro proprio da ciò che ci è più familiare. È quanto accade ne “La ragazza scomparsa”, in cui una ragazza scompare da un campo estivo; in “Viaggio con una donna”, dove un ragazzino fa un racconto particolare su un treno; e anche in “Incubo” che racconta il peregrinare di una donna attraverso New York City.
Il banale e l’ordinario mostrano il loro lato più creepy nel libro “La ragazza scomparsa”, che ci farà definitivamente perdere la testa per la scrittura di Shirley Jackson.

Novità

 

9788856669213 (1)

L’ essenziale. Cosa non ti puoi perdere se vuoi una vita bella, buona e felice 
di Jacques Attali – Piemme – 2019 € 18.50

Non abbiamo bisogno di molte cose per sopravvivere. Ce ne servono invece alcune, essenziali, per vivere. Jacques Attali ci svela cos’è indispensabile per condurre un’esistenza bella, buona, libera e felice: non solo semplificarsi, vivere con poche cose materiali, ma incontrare, almeno una volta nella vita, i grandi capolavori della creatività umana. Ecco una lista degli “imperdibili della civiltà”, raccontati uno per uno dalla penna di un grande pensatore dallo sguardo lungimirante e raffinato. Romanzi e saggi, opere musicali e teatrali, dipinti e sculture, luoghi e monumenti, film e persino serie televisive sono uno strumento privilegiato per aprire il cuore e la mente alla curiosità, alla tolleranza, alla pace; l’unica via per conoscere gli altri, il mondo e se stessi. Ci sono voluti decenni per costruire questo “inventario dell’essenziale”, una lista preziosa a cui tutti – in modalità libera, gratuita e senza censure – dovrebbero avere accesso. «La sfida di questi tempi barbari è fare della propria vita un’opera d’arte», esorta Attali, «e allora: leggi, ascolta, guarda, vivi!».

9788817112437

Gli occhi della Gioconda. Il genio di Leonardo raccontato da Monna Lisa  di Alberto Angela – BUR Biblioteca Univ. Rizzoli – 2019 € 14.00

Chi è la Gioconda? Quali segreti si celano dietro al suo sguardo così intenso e a quell’enigmatico sorriso che da secoli continua ad ammaliarci?
Dai dettagli del volto e dell’abbigliamento alle luci e all’ambientazione, dal capo velato ai morbidi boccoli dell’acconciatura: ogni particolare ha molto da raccontare. Per questo Alberto Angela lascia che sia il quadro stesso a prendere la parola, per condurci in un affascinate viaggio nel Rinascimento – da Firenze a Milano, da Roma ad Amboise – alla scoperta della vita, degli studi, dei pensieri e delle passioni dell’artista che lo dipinse: Leonardo da Vinci. Scopriamo così che il volto della Gioconda non ha ciglia né sopracciglia, che il suo vestito ha molto da dirci sulla moda e sull’economia del tempo, o che le sue mani non sarebbero state realizzabili senza approfonditi e sorprendenti studi di anatomia. Una chiave di lettura senza precedenti, che svela un uomo dalla personalità unica, un genio fondamentale nella cultura del mondo e di tutti i tempi.

9788804712558

Le disobbedienti. Storie di sei donne che hanno cambiato l’arte di Elisabetta Rasy – Mondadori – 2019 € 20.00

Che cosa unisce Artemisia Gentileschi, stuprata a diciotto anni da un amico del padre e in seguito protagonista della pittura del Seicento, a un’icona della bellezza e del fascino novecentesco come Frida Kahlo? Qual è il nesso tra Élisabeth Vigée Le Brun, costretta all’esilio dalla Rivoluzione francese, e Charlotte Salomon, perseguitata dai nazisti? C’è qualcosa che lega l’elegante Berthe Morisot, cui Édouard Manet dedica appassionati ritratti, alla trasgressiva Suzanne Valadon, l’amante di Toulouse-Lautrec e di tanti altri nella Parigi della Belle Époque? Malgrado la diversità di epoca storica, di ambiente e di carattere, un tratto essenziale accomuna queste sei pittrici: il talento prima di tutto, ma anche la forza del desiderio e il coraggio di ribellarsi alle regole del gioco imposte dalla società. Ognuna di loro, infatti, ha saputo armarsi di una speciale qualità dell’anima per contrastare la propria fragilità e le aggressioni della vita: antiche risorse femminili, come coraggio, tenacia, resistenza, oppure vizi trasformati in virtù, come irrequietezza, ribellione e passione. Elisabetta Rasy racconta, con instancabile attenzione ai dettagli dell’intimità che disegnano un destino, la vita delle sei pittrici nella loro irriducibile singolarità. Incontriamo così la giovanissima Artemisia, in fuga dalle calunnie romane dopo un processo infamante, che si fa strada nella Firenze dei Medici ma non vuole rinunciare all’amore. Élisabeth Vigée Le Brun, acclamata ritrattista di Maria Antonietta, che attraversa l’Europa contesa dalle corti più importanti senza mai staccarsi dalla sua bambina. Berthe Morisot, ostacolata dalla famiglia e dai critici accademici, che diventa la première dame degli Impressionisti. La scandalosa Suzanne Valadon, amante e modella dei grandi artisti della Parigi di fine Ottocento, che sceglie di farsi lei stessa pittrice combattendo la povertà e i preconcetti. Charlotte Salomon che, quando sente avvicinarsi la fine per mano del boia nazista, narra la sua breve e tempestosa vita in un’unica sterminata opera che al disegno unisce la musica e il teatro. Frida Kahlo, straziata dalle malattie fin dalla più giovane età, che sfida la sofferenza fisica e i tormenti amorosi con le sue immagini provocatorie e il suo travolgente look. Tutte loro, negli autoritratti che aprono le intense pagine di Elisabetta Rasy, guardano negli occhi chi legge e invitano a scoprire l’audacia con cui hanno combattuto e vinto la dura battaglia per affermarsi – oltre i divieti, gli obblighi, le incomprensioni e i pregiudizi –, cambiando per sempre, con la propria opera, l’immagine e il posto della donna nel mondo dell’arte.

9788806240646

La vita delle ragazze e delle donne
di Alice Munro – Einaudi – 2019 € 13.00

«Perché quel che volevo era ogni singola cosa, ogni strato di conversazione e pensiero, pennellata di luce su una corteccia d’albero come su un muro, ogni odore, ogni buca, dolore, fessura, illusione, tenuti immobili, insieme: in un’inestinguibile radiosità».
Del Jordan vive nella campagna dell’Ontario, e l’idea che inizia a farsi delle donne è quella che si può fare una bambina il cui padre alleva e scuoia volpi. Crescendo però frequenta sempre di più la città, e si avventura tra modelli femminili che sembrano aprire a un mondo di possibilità completamente nuove. Esplora le prime pulsioni adolescenziali e capisce che all’amore segue inesorabile la perdita. E infine scopre la scrittura, ancora di salvezza nel mare di cose e persone che passano e svaniscono.
Pubblicato nel 1971, “La vita delle ragazze e delle donne” è l’unico romanzo di Alice Munro. Ed è anche l’autobiografia, meravigliosamente mascherata, dei suoi anni giovanili. Anni densi di incroci, passioni e delusioni che hanno segnato nel profondo la sua esistenza di donna e scrittrice. Traduzione di Susanna Basso.

9788817109611I guardiani  di Maurizio De Giovanni – BUR Biblioteca Univ. Rizzoli – 2019 € 13.00

Napoli ha un’altra verità. Ed è nelle loro mani.

«Un noir esoterico, ma non solo, nelle viscere di una metropoli unica al mondo» – Il Fatto quotidiano
Quando era un giovane e brillante antropologo e aveva talento nell’individuare i collegamenti invisibili tra le cose, Marco Di Giacomo aveva intuito che sotto la sua città, la Napoli che tutti conoscono, c’è un altro mondo con il buio al posto della luce. Ma per seguire il suo istinto si è giocato tutto e ora, ad appena quarant’anni, non è altro che un professore universitario collerico e introverso con un solo amico: il suo impacciato ma utilissimo assistente Brazo Moscati. Derisi per le loro ricerche sui culti antichi, i due vengono incaricati di fare da balie a una giornalista tedesca venuta in Italia per scrivere un pezzo sui luoghi simbolo dell’esoterismo. Per liberarsi della tedesca, Marco chiede aiuto a sua nipote Lisi, ricercatrice geniale, che però vede complotti ovunque. I quattro s’imbatteranno in una lunga catena di reati e strani eventi, scoprendo di essere parte di un disegno che potrebbe coinvolgere l’intera umanità.

9788817138918

Kursk. La storia nascosta di una tragedia 
di Robert Moore – BUR Biblioteca Univ. Rizzoli – 2019 € 18.00

Il mondo era pronto a salvarli, ma furono traditi dal loro paese: la storia del Kursk, e dell’esordio di Putin al timone della Russia, raccontata da una grande inchiesta ora un film.
“”Un racconto coinvolgente e dal ritmo frenetico… Un grande lavoro d’inchiesta e un’ottima lettura sia per i fan di Tom Clancy sia per gli appassionati di politica internazionale.” – Kirkus Reviews
Robert Moore ha assistito di persona agli eventi e li ha raccontati in questo libro, frutto di un’accurata indagine giornalistica, che ha aggiornato appositamente per l’uscita del film.
In uscita a marzo 2019, il film Kursk è interpretato da un cast di livello internazionale.

9788806230050

Sette poemi
di Marina Cvetaeva – Einaudi – 2019 € 16.00

Tracciare una Storia di Marina per Poemi. Seguendo il filo delle grandi composizioni degli anni Venti cui lei stessa affida il significato di massima testimonianza spirituale; col desiderio di cogliere in questo affresco di splendore e afflizione, affollato di tutti i suoi fantasmi, l’essenza di un mondo interiore sterminato.
“Sette Poemi” scelti tra i complessivi ventuno e appartenenti alla prima fase dell’emigrazione, quando la Russia sovietica è alle spalle e Elabuga di là da venire; tramati di premonizioni e consonanze oniriche, e sorretti da una retorica di nuovissimo conio, da un sentimento fratello a quello che anima la voce del tribuno Majakovskij. A questi canti il respiro emotivo della singola lirica va stretto, e Cvetaeva trova l’orizzonte loro più acconcio nella cornice distesa del poema. Quando Boris Pasternak addita «il tendere al poema» di tutti i cicli cvetaeviani, coglie il sottile crinale che corre tra i due versanti: se virtualmente ogni sua costellazione di liriche aspira a farsi poema, il passaggio si realizza solo laddove il disegno complessivo giunga alla perfetta coerenza di forma e temi. Inanellati uno sull’altro, i “Poemi” degli anni Venti traboccano di reciproche risonanze, vibrano degli stessi, elettrici impulsi, dominati come sono dalla volontà di oltrepassare le barriere della finzione per generare accadimenti e incontri palpabili, porre riparo a eventi già occorsi, istituire orizzonti inediti.

9788806236571

Transiti
di Rachel Cusk – Einaudi – 2019 € 17.00

Dopo la straordinaria accoglienza critica di “Resoconto”, torna l’autrice che sta rivoluzionando il romanzo contemporaneo. Libro dell’anno per «The Guardian», «The New Statesman», «The Observer» e «The Spectator».
Una scrittrice si trasferisce a Londra in seguito alla fine del suo matrimonio e dopo lunghe ricerche decide di acquistare un appartamento totalmente da ristrutturare. Mentre la protagonista combatte con la polvere della demolizione e con i nuovi vicini che paiono odiarla a prima vista, i due figli devono trattenersi a casa del padre, almeno per il tempo dei lavori. È un periodo di grandi transizioni e cambiamenti per tutti. E mentre la vita scorre, la scrittrice incontra numerose persone e ne ascolta le storie. Agenti immobiliari, vecchi fidanzati, parrucchieri, muratori stranieri: tutti custodiscono episodi di vita inaspettati e verità da svelare e condividere. Traduzione di Anna Nadotti.

9788806221799

Guardando il sole
di Julian Barnes – Einaudi – 2019 € 19.50

“Guardando il sole” di Julian Barnes è una storia buffa e toccante, che arriva al cuore e al cervello di chi legge.
Jean Serjeant vive quasi cent’anni, accompagnata da fantasie e amori non consumati, matrimoni e figli, viaggi e ritorni, tutto l’incanto e la delusione di ogni vita. Ma la magia è sempre stata lì, a far capolino dietro le dita schiuse. Come quella notte del giugno 1941 quando il sergente-pilota Thomas Prosser, sorvolando i cieli della Francia settentrionale sul suo Hurricane IIB, si volge verso est a guardare la Manica e si accorge che l’arancia del sole già spunta dalla viscosa banda gialla dell’orizzonte. Poi l’avvistamento di un pericolo giù a terra, una discesa di qualche migliaio di piedi, ed eccolo, il miracolo: lo stesso sole che si leva dallo stesso punto dello stesso mare. Un’altra alba, a pochi minuti dalla prima.
«Possibile? Sì, pensava, tutto era possibile».